Albert Decourtray

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Albert Decourtray
cardinale di Santa Romana Chiesa
Coat of arms of Mgr Albert Decourtray.svg
In simplicitate
Nato 9 aprile 1923, L'Amiteuse
Ordinato presbitero 29 giugno 1947
Consacrato vescovo 3 luglio 1971 dal vescovo Adrien Gand
Creato cardinale 25 maggio 1985 da papa Giovanni Paolo II
Deceduto 16 settembre 1994

Albert Florent Augustin Decourtray (L'Amiteuse, 9 aprile 1923Bron, 16 settembre 1994) è stato un cardinale e arcivescovo cattolico francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Paul Eugène Decourtary e Marie Louise Virginie Pouille, ebbe un fratello, morto a 17 anni, e due sorelle, morte in giovane età.

Nell'ottobre del 1940 entrò nel seminario minore di Haubourdin e nell'ottobre del 1941 nel seminario maggiore di Lilla. Assolse il servizio militare fra il 1945 e il 1946.

Il 29 giugno 1947 fu ordinato presbitero.

Dopo completò gli studi nella facoltà teologica di Lilla (1948) e successivamente alla Pontificia Università Gregoriana, dove nel 1951 conseguì il dottorato in teologia con una dissertazione su Nicolas Malebranche. Studiò al Pontificio Istituto Biblico dal 1950 al 1951. Dal 1952 fu professore di Sacra Scrittura al seminario maggiore di Lilla e mantenne l'incarico fino al 1962 quando si recò a Gerusalemme, presso il Pontificio Istituto Biblico di quella città. Ebbe nella sua diocesi incarichi via via più importanti, fino a divenire nel 1966 vicario generale e arcidiacono di Roubaix.

Il 27 maggio 1971 fu nominato vescovo titolare di Ippona Zarito e vescovo ausiliare di Digione e il 3 luglio dello stesso anno fu consacrato vescovo a Lilla, dal vescovo della città Adrien Gand.

Il 22 aprile 1974 divenne vescovo di Digione e il 29 ottobre 1981 fu promosso alla sede primaziale e metropolitana di Lione. Dal 1981 al 1987 fu vicepresidente della Conferenza episcopale francese, dal 1987 al 1990 ne fu presidente. Dal 23 aprile 1982 assommò ai precedenti incarichi anche quello di prelato della Missione di Francia.

Papa Giovanni Paolo II lo elevò al rango di cardinale nel concistoro del 25 maggio 1985, conferendogli il titolo della Santissima Trinità al Monte Pincio. Il 1º ottobre 1988 rinunciò alla prelatura della Missione di Francia.

Ricevette diversi premi in riconoscimento della sua azione umanitaria. Il 1º giugno 1993 fu eletto membro dell'Académie Française, installandosi il 10 marzo 1994.

Morì a Bron, presso Lione, all'età di 71 anni e fu sepolto nella cripta della cattedrale di Lione.

È stato uno dei cardinali che ha celebrato la Messa tridentina dopo la Riforma liturgica.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Ufficiale dell'Ordine della Legion d'Onore - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine della Legion d'Onore
Commendatore dell'Ordine dell'Infante Dom Henrique (Portogallo) - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine dell'Infante Dom Henrique (Portogallo)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vescovo titolare di Ippona Zarito Successore BishopCoA PioM.svg
Arturo Gerrit João Hermanus Maria Horsthuis, A.A. 27 maggio 1971 - 22 aprile 1974 Francisco Manuel Vieira
Predecessore Arcivescovo di Digione Successore BishopCoA PioM.svg
André-Jean-Marie Charles de la Brousse 22 aprile 1974 - 29 ottobre 1981 Jean Marie Julien Balland
Predecessore Arcivescovo di Lione Successore ArchbishopPallium PioM.svg
Alexandre-Charles-Albert-Joseph Renard 29 ottobre 1981 - 16 settembre 1994 Jean Marie Julien Balland
Predecessore Primate delle Gallie Successore PrimateNonCardinal PioM.svg
Alexandre-Charles-Albert-Joseph Renard 29 ottobre 1981 - 16 settembre 1994 Jean Marie Julien Balland
Predecessore Prelato della Missione di Francia Successore BishopCoA PioM.svg
Roger Etchegaray 27 maggio 1971 - 22 aprile 1974 André Jean René Lacrampe
Predecessore Cardinale Presbitero della Santissima Trinità al Monte Pincio Successore CardinalCoA PioM.svg
Alexandre-Charles-Albert-Joseph Renard 25 maggio 1985 - 16 settembre 1994 Pierre Étienne Louis Eyt
Predecessore Presidente della Conferenza episcopale di Francia Successore Logo CEF.gif
Jean Vilnet 1987 - 1990 Joseph Duval
Predecessore Seggio 4 dell'Académie française Successore Institut-de-france-pont-des-arts.jpg
Jean Hamburger 1993 - 1994 Jean-Marie Lustiger

Controllo di autorità VIAF: 31995261 LCCN: n/86/873565