Louis-Ernest Dubois

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Louis-Ernest Dubois
cardinale di Santa Romana Chiesa
Louis-Ernest Dubois-1920.jpg
COA cardinal FR Dubois Louis-Ernest.png
Regnavit a ligno Deus
Incarichi ricoperti Vescovo di Verdun
Arcivescovo di Bourges
Arcivescovo di Rouen
Primate di Normandia
Cardinale presbitero di Santa Maria in Aquiro
Arcivescovo di Parigi
Primate di Francia
Nato 1º settembre 1856, Saint-Calais
Ordinato presbitero 20 settembre 1879
Nominato vescovo 18 aprile 1901 da papa Leone XIII
Consacrato vescovo 2 luglio 1901 dal vescovo Marie-Prosper-Adolphe de Bonfils
Elevato arcivescovo 30 novembre 1909 da papa Pio X (poi santo)
Creato cardinale 4 dicembre 1916 da papa Benedetto XV
Deceduto 23 settembre 1929, Parigi

Louis-Ernest Dubois (Saint-Calais, 1º settembre 1856Parigi, 23 settembre 1929) è stato un cardinale e arcivescovo cattolico francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque a Saint-Calais il 1º settembre 1856.

Fu ordinato sacerdote il 20 ottobre 1879. Fu tra i primi parroci a pubblicare un bollettino parrocchiale: l'Indicateur parroissial.

Il 5 aprile 1901 il presidente della repubblica Émile François Loubet lo elesse vescovo di Verdun, facendone il più giovane vescovo di Francia. Fu consacrato il 2 luglio successivo.

Il 30 novembre 1909 fu promosso alla sede metropolitana di Bourges, da dove il 13 marzo 1916 fu trasferito all'arcidiocesi di Rouen.

Papa Benedetto XV lo elevò al rango di cardinale nel concistoro del 4 dicembre 1916. Il 7 dicembre ricevette la diaconia di Santa Maria in Aquiro elevata a titolo pro illa vice.

Dopo la Prima guerra mondiale visitò la Palestina, l'Egitto, la Siria, il Libano, la Turchia e i Balcani per conto del governo francese, assicurando l'imparzialità religiosa della Francia.

Il 13 dicembre 1920 fu nominato arcivescovo di Parigi.

Partecipò al conclave del 1922, che elesse papa Pio XI. Successivamente compì alcuni viaggi all'estero, in Polonia, Stati Uniti, Austria e Cecoslovacchia. Fu uno strenuo oppositore dell'Action française. Si occupò anche di dirimere alcune controversie successive al regime di separazione fra Stato e Chiesa in Francia.

Morì il 23 settembre 1929 all'età di 73 anni.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Genealogia episcopale.

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Successione apostolica.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vescovo di Verdun Successore BishopCoA PioM.svg
Jean-Pierre Pagis 18 aprile 1901 - 30 novembre 1909 Jean-Arthur Chollet
Predecessore Arcivescovo di Bourges Successore ArchbishopPallium PioM.svg
Pierre-Paul Servonnet 30 novembre 1909 - 13 maggio 1916 Martin-Jérôme Izart
Predecessore Arcivescovo di Rouen Successore ArchbishopPallium PioM.svg
Edmond-Frédéric Fuzet 13 maggio 1916 - 13 settembre 1920 Pierre-Florent-André du Bois de la Villerabel
Predecessore Primate di Normandia Successore PrimateNonCardinal PioM.svg
Edmond-Frédéric Fuzet 13 maggio 1916 - 13 settembre 1920 Pierre-Florent-André du Bois de la Villerabel
Predecessore Cardinale presbitero di Santa Maria in Aquiro Successore CardinalCoA PioM.svg
Francesco Salesio Della Volpe 7 dicembre 1916 - 23 settembre 1929
Titolo presbiterale pro illa vice dal 7 dicembre 1916
Federico Cattani Amadori
Predecessore Arcivescovo di Parigi Successore ArchbishopPallium PioM.svg
Léon-Adolphe Amette 13 dicembre 1920 - 23 settembre 1929 Jean Verdier, P.S.S.
Predecessore Primate di Francia Successore PrimateNonCardinal PioM.svg
Léon-Adolphe Amette 13 dicembre 1920 - 23 settembre 1929 Jean Verdier, P.S.S.

Controllo di autorità VIAF: 12432075