Unione Sportiva Mirandolese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
US Mirandolese
Calcio Football pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px Giallo e Blu Strisce-Flag.svg Giallo, blu
Dati societari
Città Mirandola (MO)
Nazione Italia Italia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Fondazione 1920
Scioglimento2005
Stadio Libero Lolli
(400 posti)
Palmarès
Si invita a seguire il modello di voce

L'Unione Sportiva Mirandolese, nota semplicemente come Mirandolese, è stata una società calcistica italiana con sede nella città di Mirandola, in provincia di Modena.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La storia del calcio mirandolese inizia il 15 marzo 1911, quando venne fondata il "Foot-Ball Club Giovanni Pico", che chiese all'amministrazione comunale la concessione di un terreno di circa 3 biolche (9.000 m2) posto nel 9° tronco Spalti al fine di realizzare un campo sportivo. Tuttavia il terreno si trovata in locazione, pertanto il primo campo di gioco venne realizzato a lato della circonvallazione ovest. Questa prima esperienza calcistica terminò però con lo scoppio della prima guerra mondiale.[1]

In epoca fascista venne deciso di costruire un impianto sportivo più grande, anche per servire i militari della caserma Mussolini e gli allievi della scuola di educazione fisica della Milizia Volontaria per la Sicurezza Nazionale (MVSN) per istruttori premilitari[2] e sportivi.[3] La scuola di educazione fisica riuscì a formare circa 2.000 istruttori all'anno, fino a toccare il culmine nel 1934 con quasi 5.000 diplomati.

L'Unione Sportiva Mirandolese venne fondata nel 1920. Nella stagione 1928-1929 giunse al primo posto della Seconda Divisione girone E a pari merito con il GS Farini, il quale venne battuto (2-0) nello spareggio giocato a Mantova il 9 giugno 1929: la vittoria consentì alla Mirandolese di militare nel successivo campionato di Prima Divisione,[4] categoria in cui rimase per tre anni.

Nel secondo dopoguerra, la Miradolese giocò tre anni nel campionato di Serie C (Lega Nazionale Alta Italia), retrocedendo nel 1948 in Promozione.

Dopo essere ritornata per alcuni decenni nelle categorie regionali, nel campionato 1956-1957 riesce a vincere la Promozione e ad accedere in Serie D in cui vi rimarrà per dodici stagioni consecutive.

Il periodo di massimo splendore della squadra giallo-blu a livello regionale sono gli anni 1980 in cui la Mirandolese, dopo aver vinto il campionato di promozione regionale 1978-1979, rimane per dieci anni consecutivi nel campionato Interregionale, rendendosi spesso protagonista con campionati conclusi spesso nella parte alta della classifica.

La doppia retrocessione nel 1991 coincide con l'inizio del crollo che attenderà la Mirandolese negli anni successivi: infatti dagli anni 1990 la squadra giallo-blu gioca prevalentemente in Prima Categoria con qualche sporadica apparizione in Promozione ed Eccellenza, sino al 2005 quando la Mirandolese non si iscrive e ciò determina la fine della compagine emiliana.

Fra gli sportivi che hanno vestito la maglia della US Mirandolese si ricordano: Oreste Benatti (Bighina), Mario Castorri (Bacic), Libero e Nino Lolli, Evaristo Malavasi (Beg), Emilio Furlani (Milietto), Gianni Cappi, Silvano Bottecchi (Spinon), Fermo Benatti, Nando Paltrinieri, Antonio Marchetti, Livio Luppi, Nunzio Cavazza, Ilario Righini, Marco Marchetti, Mauro Muracchini e Roberto Razzaboni.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria dell'Unione Sportiva Mirandolese
  • 1920 - Fondazione dell'U.S. Mirandolese
  • 1920-1921 - 2° in Promozione Emilia girone A
  • 1921-1927 - ...
  • 1927-1928 - 5° in Seconda Divisione girone E
  • 1928-1929 - 1° in Seconda Divisione girone E, promossa in Prima Divisione
  • 1929-1930 - 5° in Prima Divisione girone C
  • 1930-1931 - 11° in Prima Divisione girone A
  • 1931-1932 - 13° in Prima Divisione, retrocessa in Seconda Divisione
  • 1932-1933 - 4° in Seconda Divisione Emilia girone A
  • 1933-1938 - ...
  • 1938-1939 - 10° in Seconda Divisione Emilia girone A
  • 1939-1945 - …
  • 1945-1946 - 7° in Serie C (Lega Nazionale Alta Italia) girone I
  • 1946-1947 - 9° in Serie C (Lega Interregionale Centro) girone A
  • 1947-1948 - 14° in Serie C (Lega Interregionale Centro) girone L, retrocessa in Promozione
  • 1948-1949 - ...
  • 1949-1950 - ...
  • 1950-1951 - 9° in Prima Divisione Emilia-Romagna girone E
  • 1951-1952 - 4° in Prima Divisione Emilia-Romagna girone D, ripescata in Promozione
  • 1952-1953 - 8° in Promozione Emilia-Romagna girone B
  • 1953-1954 - 4° in Promozione Emilia-Romagna girone B
  • 1954-1955 - 5° in Promozione Emilia-Romagna girone B
  • 1955-1956 - 6° in Promozione Emilia-Romagna girone B
  • 1956-1957 - 1° in Promozione Emilia-Romagna girone B, promossa nella Seconda Categoria dell'Interregionale
  • 1957-1958 - 11° nella Seconda Categoria dell'Interregionale girone D
  • 1958-1959 - 13° in Interregionale girone D
  • 1959-1960 - 9° in Serie D girone B
  • 1960-1961 - 11° in Serie D girone C
  • 1961-1962 - 14° in Serie D girone B
  • 1962-1963 - 10° in Serie D girone C
  • 1963-1964 - 10° in Serie D girone C
  • 1964-1965 - 12° in Serie D girone C
  • 1965-1966 - 15° in Serie D girone B
  • 1966-1967 - 14° in Serie D girone C
  • 1967-1968 - 9° in Serie D girone B
  • 1968-1969 - 18° in Serie D girone B, retrocessa in Prima Categoria
  • 1969-1970 - 3° in Prima Categoria Emilia-Romagna girone B
  • 1970-1971 - 3° in Promozione Emilia-Romagna girone B
  • 1971-1972 - 4° in Promozione Emilia-Romagna girone B
  • 1972-1973 - 5° in Promozione Emilia-Romagna girone B
  • 1973-1974 - 2° in Promozione Emilia-Romagna girone B
  • 1974-1975 - 5° in Promozione Emilia-Romagna girone B
  • 1975-1976 - 2° in Promozione Emilia-Romagna girone B, perde lo spareggio promozione contro il Rilus San Felice
  • 1976-1977 - 2° in Promozione Emilia-Romagna girone B
  • 1977-1978 - 5° in Promozione Emilia-Romagna girone B
  • 1978-1979 - 1° in Promozione Emilia-Romagna girone B, vince gli spareggi promozione contro Cattolica e Brescello, promossa in Serie D
  • 1979-1980 - 10° in Serie D girone C
  • 1980-1981 - 8° in Serie D girone C
  • 1981-1982 - 4° in Interregionale girone D
  • 1982-1983 - 4° in Interregionale girone D
  • 1983-1984 - 12° in Interregionale girone D
  • 1984 - Cambia denominazione in U.S. Olimpic Mirandolese
  • 1984-1985 - 11° in Interregionale girone C
  • 1985-1986 - 7° in Interregionale girone D
  • 1986-1987 - 4° in Interregionale girone E
  • 1987-1988 - 8° in Interregionale girone E
  • 1988-1989 - 6° in Interregionale girone E
  • 1989-1990 - 17° in Interregionale girone E, retrocessa in Promozione
  • 1990-1991 - 16° in Promozione Emilia-Romagna girone B, retrocessa in Prima Categoria
  • 1991-1997 - in Prima Categoria Emilia-Romagna
  • 1997-1998 - 6° in Promozione Emilia-Romagna girone B
  • 1998-1999 - 6° in Promozione Emilia-Romagna girone B, cede il titolo sportivo all'Atletico Pico Concordia, si iscrive al campionato di Prima Categoria
  • 1999-2001 - in Prima Categoria Emilia-Romagna
  • 2001-2002 - 3° in Promozione Emilia-Romagna girone B
  • 2002-2003 - 1° in Promozione Emilia-Romagna girone B, promossa in Eccellenza
  • 2003-2004 - 12° in Eccellenza Emilia-Romagna girone A
  • 2004-2005 - 14° in Eccellenza Emilia-Romagna girone A, non si iscrive al successivo campionato

Colori[modifica | modifica wikitesto]

I colori della Mirandolese sono il giallo ed il blu. La prima maglia è a strisce verticali giallo-blu con pantaloncini blu. La seconda maglia è quasi interamente bianca con risvolti giallo-blu.

Strutture[modifica | modifica wikitesto]

Tribuna dello Stadio Libero Lolli
Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Stadio Libero Lolli.

La Mirandolese giocava le partite casalinghe allo stadio Libero Lolli di Mirandola, inaugurato nel 1930.

Lo stadio è dedicato alla memoria di Libero Lolli, calciatore mirandolese morto prematuramente il 23 settembre 1934 all'età di soli 24 anni, poco prima dell'esordio in Serie A con la maglia del Livorno e fratello di Nino Lolli (primo sindaco di Mirandola nel secondo dopoguerra).

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni regionali[modifica | modifica wikitesto]

1928-1929 (girone E)
1956-1957 (girone B emiliano-romagnolo), 1978-1979 (girone B emiliano-romagnolo), 2002-2003 (girone B emiliano-romagnolo)

Statistiche e record[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazione ai campionati[modifica | modifica wikitesto]

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Seconda Divisione 2 1927-1928 1928-1929 8
Prima Divisione 3 1929-1930 1931-1932
Serie C 3 1945-1946 1947-1948
Terza Divisione 1 1926-1927 15
Campionato Interregionale - Seconda Categoria 1 1957-1958
Campionato interregionale 1 1958-1959
Serie D 12 1959-1960 1980-1981

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 1911 La nascita del calcio a Mirandola, su Al Barnardon, 4 marzo 2016. URL consultato il 31 luglio 2018 (archiviato il 31 luglio 2018).
  2. ^ Daniele Lembo, I compiti della milizia e l'ordinamento, su danielelembo.altervista.org (archiviato dall'url originale il 12 novembre 2013).
  3. ^ Piergiorgio Renna, Lo sport fascista e le forze armate, in Maria Canella e Sergio Giuntini (a cura di), Sport e fascismo, Franco Angeli, p. 510, ISBN 9788856820850 (archiviato il 5 marzo 2017).
  4. ^ Seconda Divisione 1928-1929, girone E, su fiorenzuola1922.blogspot.com.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Alberto Bombarda e Massimo Bruno, Un secolo di calcio a Mirandola, 2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio