Palazzo della Milizia (Mirandola)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Palazzo della Milizia
Caserma Mussolini
Mirandola M.V.S.N. Caserma Mussolini.jpg
La caserma Mussolini negli anni 1930
Stato attualeItalia Italia
RegioneEmilia-Romagna
CittàMirandola
Coordinate44°53′08.28″N 11°03′57.6″E / 44.885633°N 11.066001°E44.885633; 11.066001
Mappa di localizzazione: Nord Italia
Palazzo della Milizia (Mirandola)
Informazioni generali
Stilelittorio
Costruzione1929-1930
Primo proprietarioMVSN
Condizione attualedanneggiato dal sisma del 2012
Proprietario attualeDemanio, Comune di Mirandola e altri
Informazioni militari
Funzione strategicaCaserma della MVSN, Guardia di Finanza, Polizia stradale, Polizia municipale
Termine funzione strategica1945
voci di architetture militari presenti su Wikipedia

Il Palazzo della Milizia, già Caserma Mussolini, è un palazzo situato in piazza della Conciliazione (piazza Duomo) nel centro storico di Mirandola, in provincia di Modena.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa sconsacrata delle mendicanti (ex chiesa di Santa Maria Bianca), demolita nel 1929

L'imponente caserma fu progettata dall'architetto Mario Guerzoni (1884-1956) e realizzata nel luogo in cui sorgeva l'ex chiesa di Santa Maria dei Battuti e convento delle suore mendicanti (demoliti nel 1929-1939), che dal 1432 al 1764 gestirono l'ospedale Santa Maria Bianca, il quale in seguito era stato trasferito presso l'ex collegio dei gesuiti (dove rimase fino all'11 ottobre 1908).

Inaugurata nel 1931, la caserma Mussolini fu sede della scuola di educazione fisica della Milizia Volontaria per la Sicurezza Nazionale (MVSN) per istruttori premilitari[1] e sportivi.[2] La scuola riuscì a formare circa 2.000 istruttori all'anno, fino a toccare il culmine nel 1934 con quasi 5.000 diplomati.

A Mirandola vi era anche la sede della 73ª Legione d'assalto delle Camicie nere "Matteo Boiardo"[3], parte della VII Zona Emilia: a Mirandola era dislocata la 1° Coorte (presso la caserma di via Fulvia, in seguito sede del commissariato della Polizia di Stato), mentre la 2° Coorte era a Carpi e la 3° a Finale Emilia.

La caserma Mussolini vista da via Fenice (oggi via Giovanni Pico)

Nel 1947 il demanio vendette al parroco di Mirandola un compendio dell'ex caserma, costituito da un'antica palestra semidistrutta, un vecchio capannone e un cortile interno, da adibire ad oratorio parrocchiale. La decisione del parroco di adibire l'ex palestra a cinema suscitarono numerose polemiche da parte degli esponenti comunisti dell'epoca, tra cui l'onorevole mirandolese Oreste Gelmini il quale ne chiese conto in parlamento[4].

Dal dopoguerra e fino al 2012 ha ospitato la caserma della Guardia di Finanza, il commissariato della Polizia stradale e la Polizia municipale. Altri spazi furono destinati in passato a supermercato della Coop Modena (in seguito trasferita in viale della Libertà e oggi in via Gregorio Agnini), Agenzia delle Entrate, INPS, scuola comunale di musica, la mensa self-service comunale, un teatrino e altri uffici pubblici. Nel lato di piazza della Conciliazione vi era l'ufficio postale fino al 2012 (oggi trasferito nei pressi dell'ospedale).

Dopo anni di abbandono e degrado, l'ala est di via don Minzoni all'angolo di via Roma venne ristrutturata all'inizio degli anni 2000 per la nuova sede della Polizia municipale e per alloggi di edilizia popolare.[5]

Nel dicembre del 2016 è stato sottoscritto un protocollo d'intesa tra la prefettura di Modena e l'amministrazione comunale per il recupero di parte dell'edificio da adibire a sede dei Carabinieri, Agenzia delle Entrate, INPS e altri uffici pubblici.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Daniele Lembo, I COMPITI DELLA MILIZIA E L’ORDINAMENTO, su danielelembo.altervista.org (archiviato dall'url originale il 12 novembre 2013).
  2. ^ Piergiorgio Renna, Lo sport fascista e le forze armate, in Maria Canella e Sergio Giuntini (a cura di), Sport e fascismo, Franco Angeli, p. 510, ISBN 9788856820850 (archiviato il 5 marzo 2017).
  3. ^ La Milizia Volontaria Sicurezza Nazionale: Organizzazione territoriale, su regioesercito.it. URL consultato il 4 marzo 2017 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2010).
  4. ^ Alienazione dell'ex caserma della M.V.S.N di Mirandola (Modena) (1785) (risposta annunciata nellaseduta del 12-12-1953, pag. 4780), su legislature.camera.it (archiviato il 5 marzo 2017).
  5. ^ Nicola Calicchio, Mirandola Ancora lavori all'ex milizia, in Gazzetta di Modena, 2 agosto 2013 (archiviato il 5 marzo 2017).
  6. ^ Mirandola: passi avanti verso le nuove sedi delle forze di polizia, in Modena Today (archiviato il 5 marzo 2017).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]