Steven Berkoff

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Steven Berkoff, all'anagrafe Leslie Steven Berks (Londra, 3 agosto 1937), è un attore, regista e commediografo britannico, noto soprattutto per i ruoli da cattivo da lui interpretati in alcuni film degli anni ottanta.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Leslie Steven Berks è nato a Stepney, nell'East End of London,[1] il 3 agosto 1937. È figlio di Pauline (Hyman) e di Alfred Berks (Berkovitch), che di professione faceva il sarto.[2][3] Ha frequentato la Raine's Foundation Grammar School dal 1948 al 1950[4] e la Hackney Downs School.[5] Si è formato professionalmente alla Webber Douglas Academy of Dramatic Art di Londra nel 1958 e all'Ecole Jacques Lecoq di Parigi nel 1965.[6] Vive con la sua compagna Clara Fisher nella East London.[1][6]

Il suo ruolo più conosciuto è quello del fanatico generale Orlov, nemico di 007 nel tredicesimo film della saga cinematografica Octopussy - Operazione piovra (1983). Ha recitato inoltre anche in Beverly Hills Cop - Un piedipiatti a Beverly Hills (1984) nel ruolo di Victor Maitland. Nel 1985 ha interpretato il crudele colonnello Podovsky nel secondo film della trilogia di Rambo, mentre nel 1990 è il gangster George Cornell in The Krays. Nel 1995, infine, è il colonnello Kazak, ex agente corrotto del KGB, nel film Facile preda.

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Steven Berkoff, su Contemporary Writers, British Council. URL consultato il 30 settembre 2008 (archiviato dall'url originale il 17 luglio 2009).
  2. ^ Steven Berkoff, filmreference.com. URL consultato il 18 giugno 2007.
  3. ^ Steven Berkoff, movies.yahoo.com (Yahoo! Inc.). URL consultato il 30 settembre 2008.
  4. ^ David A. Spencer (publicity officer), The Old Raineians' Association. "Famous Personalities from Raine's Foundation School: Steven Berkoff (1948-1950) Archiviato il 11 ottobre 2006 in Internet Archive."
  5. ^ Michael Coveney, Steven Berkoff: The Real East Enders, in The Independent, 4 gennaio 2007. URL consultato il 27 settembre 2008.
    «In his latest play and in an exhibition of photographs, Steven Berkoff revisits his past in the vibrant melting-pot that was riverside London.».
  6. ^ a b Steven Berkoff, su Celebrities, hollywood.com. URL consultato il 30 settembre 2008 (archiviato dall'url originale il 26 gennaio 2013).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN76745340 · ISNI: (EN0000 0001 2140 5355 · LCCN: (ENn77009331 · GND: (DE119004909 · BNF: (FRcb12145391m (data)