Scooby-Doo! Il mistero ha inizio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Scooby-Doo! Il mistero ha inizio
Titolo originale Scooby-Doo! The Mystery Begins
Paese Stati Uniti d'America, Canada
Anno 2009
Formato film TV
Genere commedia
Durata 82 min
Lingua originale Inglese
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio
Colore colore
Audio sonoro
Crediti
Regia Brian Levant
Sceneggiatura Daniel Altiere, Steven Altiere, Joseph Barbera, William Hanna
Interpreti e personaggi
Voci e personaggi
Doppiatori e personaggi
Musiche David Newman
Produttore Brian J. Gilbert, Brian Levant
Produttore esecutivo Brian J. Gilbert, Brian Levant
Casa di produzione Warner Premiere, Cartoon Network
Prima visione

Scooby-Doo! Il mistero ha inizio (Scooby-Doo! The Mystery Begins) è un film per la televisione del 2009 diretto da Brian Levant. È il prequel di Scooby-Doo (2002).

Il film ha avuto un sequel, Scooby-Doo! La maledizione del mostro del lago del (2010).

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Scooby-Doo ancora cucciolo è alle prese con il primo caso di fantasmi. Gli amici Daphne, Velma, Fred, Shaggy vengono infatti cacciati dalla Coolsville High perché creduti responsabili di un brutto scherzo. I ragazzi si rimboccheranno le maniche per scoprire il responsabile e svelare il mistero. Il criminale mascherato che ha fatto lo scherzo ha una capsula misteriosa e con un libro risveglia delle anime, ma Scooby Doo e la sua banda con il libro distruggono le anime e vedono che nella capsula c'è un francobollo. La banda capisce che il criminale è un collezionista di francobolli che avevano incontrato e voleva rubare l'ultimo francobollo che gli mancava per la collezione, così la polizia lo arresta.

Citazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • In una scena del film, vengono citati, dal vicepreside Crimes, Paperino e Pluto della Disney.
  • Il numero dell'autobus che all'inizio del film porta la Mistery Inc. a scuola è 1969 che è appunto l'anno in cui Scooby Doo e i suoi amici vennero creati.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione