Rodolfo Cetoloni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Rodolfo Cetoloni, O.F.M.
vescovo della Chiesa cattolica
Rodolfo Cetoloni inaugurazione Biblioteca Chelliana 27 giugno 2019.jpg
Rodolfo Cetoloni - stemma.svg
Verbum caro
 
TitoloGrosseto
Incarichi attualiVescovo di Grosseto (dal 2013)
Incarichi ricopertiVescovo di Montepulciano-Chiusi-Pienza (2000-2013)
 
Nato3 gennaio 1946 (73 anni) a Badia a Ruoti
Ordinato presbitero26 giugno 1973 dal vescovo Ferdinando Fulgenzio Pasini, O.F.M.
Nominato vescovo25 marzo 2000 da papa Giovanni Paolo II
Consacrato vescovo20 maggio 2000 dal cardinale Silvano Piovanelli
 

Rodolfo Cetoloni (Badia a Ruoti, 3 gennaio 1946) è un vescovo cattolico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Rodolfo Cetoloni nasce a Badia a Ruoti, frazione di Bucine, il 3 gennaio 1946.

Formazione e ministero sacerdotale[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver frequentato il Collegio Serafico di Giaccherino a Pistoia e il Collegio Serafico di San Romolo a Figline Valdarno, professa i voti religiosi presso il santuario della Verna il 16 settembre 1962.[1] In seguito studia presso il convento di San Ludovico a Colleviti, in comune di Pescia, e il convento di San Francesco a Fiesole.[2]

Il 19 settembre 1971 emette la professione solenne ed in seguito si trasferisce a Gerusalemme, ove completa i suoi studi in Teologia Biblica, cominciati presso lo Studio Teologico Fiorentino, frequentando lo Studium Biblicum Franciscanum della Flagellazione.[1] Viene ordinato sacerdote a Gerusalemme il 26 giugno 1973 dal vescovo Ferdinando Fulgenzio Pasini, O.F.M., e, tornato in Italia, frequenta a Roma il Pontificio Istituto Biblico dove, nel 1976, consegue la licenza in Sacra Scrittura e Teologia.[1]

Nel 1976 comincia a svolgere il suo ministero presso il convento di Sant'Antonio abate a Saione, alla periferia di Arezzo, e nel 1979 viene nominato definitore provinciale e incaricato dell'animazione vocazionale a Fiesole,[2] ideando, nel 1980, la marcia francescana ad Assisi dei frati minori d'Italia.[3] Dal 1985 al 1991 ricopre l'incarico di ministro provinciale di Toscana, mentre dal 1991 al 1997 è vicario provinciale e dal 1994 al 2000 maestro dei professi temporanei.

Ministero episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Il 25 marzo 2000 è nominato da papa Giovanni Paolo II vescovo di Montepulciano-Chiusi-Pienza,[4] ricevendo la consacrazione il 20 maggio dello stesso anno[1] nella cattedrale di Fiesole dal cardinale Silvano Piovanelli, arcivescovo di Firenze, co-consacranti Luciano Giovannetti, vescovo di Fiesole, e Alberto Giglioli, vescovo emerito di Montepulciano-Chiusi-Pienza. Fa il suo ingresso in diocesi il 4 giugno 2000.[2] Partecipa alle visite ad limina del 21 aprile 2007[5] e del 12 aprile 2013.[6]

Il 28 maggio 2013 è nominato vescovo di Grosseto,[7] dandone annuncio nella cattedrale di Montepulciano. Prende possesso della diocesi il 10 agosto, giorno in cui viene anche nominato, con decreto in lingua latina firmato dal cardinale Marc Ouellet, prefetto della Congregazione per i Vescovi, amministratore apostolico della diocesi di Montepulciano-Chiusi-Pienza fino all'insediamento del nuovo vescovo, Stefano Manetti, avvenuto il 13 aprile 2014.[8]

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Diocesi di Montepulciano-Chiusi-Pienza, Il Vescovo Rodolfo, su montepulcianochiusipienza.it. URL consultato il 31 maggio 2013 (archiviato dall'url originale il 2 maggio 2013).
  2. ^ a b c Grosseto accoglie il suo Vescovo, Mons.Rodolfo Cetoloni (MaremmaNews), 28 maggio 2013. URL consultato il 31 maggio 2013.
  3. ^ Frati Minori d'Italia, Marcia Francescana - Un po' di storia, su marciafrancescana.it. URL consultato il 31 maggio 2013 (archiviato dall'url originale il 15 settembre 2012).
  4. ^ Sala Stampa della Santa Sede, Rinuncia del Vescovo di Montepulciano-Chiusi-Pienza (Italia) e nomina del successore[collegamento interrotto], 27 marzo 2000. URL consultato il 29 luglio 2013.
  5. ^ (EN) Catholic Hierarchy, Ad Limina - April 2007 - 21 April 2007, su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 31 maggio 2013.
  6. ^ (EN) Catholic Hierarchy, Ad Limina - April 2013 - 12 April 2013, su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 31 maggio 2013.
  7. ^ Sala Stampa della Santa Sede, Nomina del Vescovo di Grosseto (Italia), 28 maggio 2013. URL consultato il 31 maggio 2013 (archiviato dall'url originale il 7 giugno 2013).
  8. ^ Montepulciano, dal 10 agosto mons. Cetoloni amministratore apostolico della Diocesi, 16 luglio 2013. URL consultato il 22 agosto 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Conferenza Episcopale Italiana, S.E. Mons. Rodolfo Cetoloni, su chiesacattolica.it. URL consultato il 29 luglio 2013 (archiviato dall'url originale il 29 ottobre 2013).
  • Diocesi di Roma, S.E. Mons. Rodolfo CETOLONI, su vicariatusurbis.org. URL consultato il 31 maggio 2013.
Controllo di autoritàVIAF (EN1186147665806160670009 · WorldCat Identities (EN1186147665806160670009