Giovanni Pellei

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giovanni Pellei
vescovo della Chiesa cattolica
Template-Bishop.svg
 
Incarichi ricopertiVescovo di Grosseto
 
Natoprima metà del XVII secolo a Radicofani
Nominato vescovo11 febbraio 1664 da papa Alessandro VII
Deceduto8 luglio 1664 a Radicofani
 

Giovanni Pellei (Radicofani, inizi del XVII secoloRadicofani, 8 luglio 1664) è stato un vescovo cattolico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Giovanni Pellei, talvolta trascritto anche come Pellejo,[1] nacque a Radicofani ed entrò nell'Ordine dei frati minori conventuali.[2][3] Fu dottore in teologia e ricoprì i ruoli di padre guardiano nei conventi francescani di Arezzo, di Firenze e di Siena.[2][3] Fu anche inquisitore generale a Siena.[2][3]

Venne nominato vescovo di Grosseto da papa Alessandro VII l'11 febbraio 1664.[2][3] Il 29 febbraio affidò provvisoriamente al padre guardiano dei conventuali di Grosseto l'amministrazione della diocesi, in quanto impegnato a sbrigare alcuni incarichi lasciati in sospeso.[2][3] Il Pellei, tuttavia, si ammalò improvvisamente e morì a Radicofani l'8 luglio di quell'anno.[2][3] Trasportata la salma a Siena, fu tumulata nella basilica di San Francesco.[2][3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (LA) Pius Bonifacius Gams, Series episcoporum Ecclesiae Catholicae, Leipzig, 1931, p. 755.
  2. ^ a b c d e f g Giovanni Antonio Pecci, Grosseto città vescovile; da Lo Stato di Siena antico e moderno (pt. V, cc. 33-192), trascrizione e cura di Mario De Gregorio e Doriano Mazzini, Società Bibliografica Toscana, 2013, p. 155.
  3. ^ a b c d e f g Giotto Minucci, La città di Grosseto e i suoi vescovi (498-1988), vol. 2, Firenze, Lucio Pugliese, 1988; p. 395.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

(EN) David Cheney, Giovanni Pellei, su Catholic-Hierarchy.org. URL consultato il 14 febbraio 2018. Modifica su Wikidata