Re Squalo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Re Squalo
Lingua orig.Inglese
Alter ego
AutoreKarl Kesel
EditoreDC Comics
1ª app. inSuperboy vol. 4 n. 9
ottobre 1994
Interpretato daDan Payne
Voci orig.
Voce italianaEnrico Pallini (The Flash)
SessoMaschio
Abilità
  • Forza e resistenza sovrumane
  • Fisiologia simile a quella di uno squalo, inclusi denti potenti, artigli, branchie e capacità di adattamento alla vita sottomarina.
  • Rigenerazione dei tessuti
  • Eccelle negli scontri acquatici e subacquei
Affiliazione

«Zoom ti vuole morto!»

(Re Squalo rivolto a Flash nell'episodio La furia di Firestorm della serie televisiva The Flash)

Re Squalo è un personaggio immaginario, un super criminale pubblicato dalla DC Comics. Il personaggio fece la sua prima comparsa in Superboy vol. 4 n. 9 (novembre 1994), con un breve cameo qualche settimana prima in Superboy vol. 4 n. 0 (ottobre 1994).

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Nato alle Hawaii, Nanaue è uno squalo umanoide, suo padre era il "Re di tutti gli Squali" - anche noto come il Dio Squalo. In origine c'erano dei dubbi riguardanti la sua origine, in quanto gli altri personaggi, come l'agente speciale Sam Makoa, scartarono le origini superstiziose e si riferì a Nanaue come a una "selvaggia mutazione" e si pensò che fosse uno dei tanti "Wild Men", animali evoluti basati su quelli di Kamandi: L'Ultimo Ragazzo sulla Terra, ma l'auto conclusivo Aquaman: Sword of Atlantis mise fine alla controversia stabilendolo fermamente come il figlio del Dio Squalo.

Re Squalo fu il responsabile di un grande numero di persone scomparse molti anni prima che Superboy arrivasse alle Hawaii. Sam Makoa fu responsabile di avercelo portato e ne portava ancora le ferite che lo dimostravano. Re Squalo fu liberato dai Silicon Dragons che desideravano ingaggiarlo[1], ma Nanaue non era interessato e uccise i suoi liberatori prima di dirigersi verso la casa di sua madre. Sua madre gli permise di morderle un braccio perché si sfamasse, e Superboy decise di abbatterlo con la sua vista calorifica. Quando Makoa e Superboy furono assegnati alla Suicide Squad per distruggere i Silicon Dragons, Re Squalo fu costretto ad aiutarli. Una cintura esplosiva fu legata alla sua vita, pronta per detonare se qualcosa fosse successo a Makoa. Altri membri della Squad inclusero Knockout e veterani come Deadshot e Capitan Boomerang.

Nanaue era una pazza macchina da combattimento, triturando legioni dei Dragons (e uccidendo anche Sidearm, quando tradì la squadra). Nonostante la cintura detonò, Re Squalo sopravvisse all'esplosione e alla distruzione del locale.

Dopo che una squadra di ricerca fu inviata sul luogo dello scontro per investigare sui resti mancanti della tana, Re Squalo fu inizialmente sospettato, ma si scoprì che era stato Black Manta. Re Squalo si batté con Superboy[2], ma fu sconfitto e rimandato in mare.

Re Squalo successivamente tornò nelle Wild Lands e combatté contro Superboy e i suoi alleati, dopo una violenta battaglia si presunse che fosse rimasto ucciso, anche se nessun corpo fu mai ritrovato.

Si unì alla Legione dei Criminali di Manchester Black in "Ending Battle"[3], dopodiché saltò fuori a Metropolis e attaccò Jimmy Olsen. Superman lo batté facilmente, facendogli saltare buona parte dei denti (anche se gli ricrebbero). In tutte le sue precedenti comparse parlò raramente, ma durante questo numero fu molto loquace (anche se potrebbe essere a causa dell'influenza mentale di Black). Era anche più piccolo e molto lontano dall'acqua.

Re Squalo comparve anche durante una rivolta del Joker in "Last Laugh" insieme a Orca.

Re Squalo fu reclutato nella Società segreta dei super criminali di Lex Luthor e fu uno dei tanti inviati ad attaccare Sub Diego, e durante questa battaglia uccise Neptune Perkins.

Nanaue ricomparve un anno dopo la Crisi infinita, portando le cicatrici del precedente incontro con Aquaman, e in questo periodo comparve molto più loquace e meno violento delle sue comparse precedenti. Le sue origini furono confermate come quelle del figlio del Dio Squalo, in quanto il libro di Aquaman comparve essere molto più basato sulla magia delle sue precedenti comparse[4]. Fu il personaggio principale della serie, agendo da protettore involontario di Joseph Arthur Curry. Salvato da una gang di predoni dal giovane eroe, fu portato dal misterioso Abitante degli Abissi (il vecchio Aquaman ora mutato per qualche motivo) che gli diede il compito di aiutare il nuovo Aquaman nel accettare il suo ruolo. Anche se finse mancanza di rispetto, e spesso sparendo per qualche tempo, Re Squalo accettò, condividendo la sua conoscenza dei mari con il suo giovane salvatore. Fu successivamente rivelato in una sequenza flashback che gli fu chiesto di farlo da suo padre:

Le correnti del destino si curvano e si attorcigliano intorno a quel giovane uomo. Nel bene o nel male darà forma al futuro oceano. Tu lo proteggerai. Tu sarai il mio agente nel suo campo. Sufficientemente vicino per difenderlo da chi cerca di controllarlo. E sufficientemente vicino, quando deciderò che il tempo è maturo...per colpire e ucciderlo senza preavviso

.

La storia seguente narra il primo incontro tra l'Aquaman originale e Re Squalo, che avvenne molti anni prima. Ebbe luogo a Reef's End, una piccola città di confine nel Mar dei Coralli. Orin - che era ancora Re dei Mari all'epoca - combatté contro il Re Squalo perché uccise un prete dell'Ordine della Corona Spinata. Re Squalo uccise precedentemente un numero di membri di questo gruppo, obbedendo alla volontà di suo padre. L'ordine fu associato a un'antica profezia:

Quando la corona di spine va in frantumi, lei viene. Nata dal corallo, dalla vita nella morte, dalle lunghe preghiere. Scuote il fondo del mare con il suo potere, dovrà lei, scuotere il destino di tutti sotto le onde...

Il Dio Squalo credette che se l'Ordine fosse stato distrutto, la profezia sarebbe stata innescata, donando grandi poteri durante questo evento. Tuttavia, Re Squalo fu sconfitto da Aquaman prima di portare a termine l'obiettivo di suo padre. Quindi fu imprigionato dai preti della Corona Spinata per tre anni prima di evadere; Nanaue menzionò di essere stato torturato durante la sua prigionia.

Dopo la Crisi Finale, la mascella di Re Squalo si ruppe dopo essere stata spalancata e successivamente il suo braccio sinistro gli fu strappato durante una battaglia, ma poi gli ricrebbe[5].

Re Squalo fu tra i nemici di Superboy portati da Krypto su una collina vicino alla scuola superiore di Smallville. Tuttavia, era incosciente o svenuto in quel momento[6].

Di recente, si unì ai Segreti Sei, come attaccabrighe[7]. La sua occupazione nei Segreti Sei fu però di breve durata, in quanto la squadra fu presto catturata da un grande gruppo di supereroi durante una missione fallita a Gotham City. Re Squalo riuscì a sconfiggere il suo vecchio nemico Superboy nella battaglia, ma fu infine reso incosciente da Capitan Atom.

The New 52[modifica | modifica wikitesto]

In The New 52, Re Squalo ebbe le sembianze di uno squalo martello umanoide. Fu torturato e costretto a entrare nella Suicide Squad da Amanda Waller[8]. Quando ebbe da ridire sugli ordini della Waller, Re Squalo finì per mangiarsi la sua compagna di squadra Yo-Yo (anche se si scoprì che sopravvisse)[9].

Durante la storia Forever Evil, Re Squalo fu tra i criminali reclutati dal Sindacato del crimine per unirsi alla Società Segreta dei Super Criminali[10].

Poteri e abilità[modifica | modifica wikitesto]

L'accresciuta carne di Re Squalo gli fornisce protezione contro le pressioni della profondità e gli attacchi fisici. La sua fisiologia da squalo include denti e artigli, che sono usati come arma, e branchie che gli permettono di respirare sott'acqua. Può nuotare a grandi velocità ed è resistente al freddo. Re Squalo possiede una grande forza e una grande resistenza, è in grado di sollevare una casa e i suoi denti possono masticare l'acciaio, inoltre essi hanno una capacità rigenerativa praticamente istantanea.Re Squalo può anche rigenerare i tessuti persi.

Altre versioni[modifica | modifica wikitesto]

Flashpoint[modifica | modifica wikitesto]

Nella linea alternativa degli eventi di Flashpoint, Re Squalo lavorava come uomo forzuto nello spettacolo dei fenomeni da baraccone del Circo Haley[11]. Il Circo Haley fu attaccato dalle Amazzoni, e Re Squalo fu ucciso mentre cercava di salvare il Dottor Fate[12].

Batman: Arkham Night[modifica | modifica wikitesto]

Nel fumetto prequel di Batman: Arkham Night, Re Squalo non comparve, ma suo figlio "Kid Squalo" fece una comparsa. Kid Squalo attaccò Batman per la strada. Il Commissario Gordon che passava da quelle parti fu coinvolto nel combattimento, fornendo una distrazione sufficiente da permettere a Batman di colpire il giovane alla testa con il getto d'acqua di un idrante. Poco dopo fu dato in custodia al Dipartimento di polizia di Gotham City.

In altri media[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

  • Re Squalo comparve brevemente nell'episodio La furia di Firestorm, della serie televisiva The Flash. Questa versione somiglia alla sua versione originale. Originariamente un biologo marino di Terra-Due, di nome Shay Lamden, fu trasformato dall'esplosione dell'acceleratore di particelle e cadde sotto il controllo di Hunter Zolomon/Zoom, che lo inviò su Terra-Uno per eliminare Flash. Dopo aver afferrato Flash, Patty Spivot cerca di aiutarlo e spara a Re Squalo, ma fallisce, e Re Squalo si avvicina a lei. Tuttavia l'Harrison Wells di Terra-Due, con un'arma super tecnologica dei Laboratori Mercury, mette fuori combattimento il mostro. Fu chiamato "Re Squalo" da Patty nell'episodio Dottor Light. Ritornò poi nell'episodio King Shark, dove si scopre che è stato imprigionato all'A.R.G.U.S. dal capo dell'agenzia, Amanda Waller, per degli esperimenti al fine di esplorare il gene metaumano. A causa della morte di Amanda nell'episodio Senza permessi, della serie madre Arrow, questi piani non furono mai messi in atto, e Re Squalo rimase loro prigioniero. Riesce a fuggire falsificando la propria morte nella gabbia, e si dirige nuovamente a Central City per dare la caccia di Flash e portarlo a Zoom. Dopo aver ucciso alcuni agenti dell'A.R.G.U.S., rintraccia Flash a casa di Joe West. Nonostante Flash cerchi di fargli capire che non c'è verso per lui di tornare su Terra-Due, il mostro è ugualmente determinato nell'uccidere il velocista nonostante tutto. Barry fugge però quando sopraggiungono gli agenti dell'A.R.G.U.S. la squadra di Barry mette su una trappola per King Shark. La trappola fallisce, ma Flash riesce a sconfiggerlo utilizzando la sua aurea per elettrificare l'acqua e lanciare un "lampo" per fermarlo. Re Squalo viene nuovamente catturato dall'A.R.G.U.S. ma il suo nuovo capo dell'agenzia, Lyla Diggle, decide di dedicare le risorse dell'A.R.G.U.S. per trovare una cura piuttosto che cercare di studiarlo per esplorare le sue capacità. Riappare nell'episodio Infantino Street della terza stagione, come guardiano di una tecnologia aliena recuperata dalla A.R.G.U.S.

Film[modifica | modifica wikitesto]

  • Re Squalo comparve in Superman/Batman: Nemici pubblici. Fu tra i super criminali che attaccarono Batman e Superman.
  • Re Squalo comparve in Batman: Assault on Arkham. In questo film, fu reclutato da Amanda Waller per diventare un membro della Suicide Squad e andare in missione per uccidere l'Enigmista. Comparve come un umano gigantesco con alcune mutazioni, una maschera di metallo che amplificava le sue abilità mordenti e un mohawk rosso come spina dorsale. Sembrò anche intraprendere una relazione con Killer Frost. Mostrò anche una certa paura delle altezze. Durante la missione, Re Squalo fu ucciso dalla bomba che la Waller mise sul suo collo quando l'Enigmista cercò di disarmarla.

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Miscellanea[modifica | modifica wikitesto]

  • Re Squalo comparve nel n. 14 del fumetto Young Justice. In questo franchise, Re Squalo è noto come Re Nanaue Sha'ark. Viene mostrato come uno studente alla stessa accademia di magia frequentata da Aqualad, nonché il Re della città-stato atlantidea Nanauve. Sha'ark ha l'abitudine di riferirsi a coloro che considera più deboli di lui chiamandoli "compagno". Nel n. 15, Lori Lemaris e Topo dovettero convincerlo a non mangiare l'ex atlantideo Purista Ronal (che fu perdonato da Aquaman).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Superboy vol. 4 n. 0 (ottobre 1994)
  2. ^ Superboy vol. 4 n. 31 (settembre 1996)
  3. ^ The Adventures of Superman n. 608 (novembre 2002)
  4. ^ Aquaman: Sword of Atlantis n . 40 (maggio 2006)
  5. ^ Secret Six TPB 1: Unhinged
  6. ^ Adventure Comics vol. 2 n. 3 (dicembre 2009)
  7. ^ Secret Six vol. 3 n. 21 (luglio 2010)
  8. ^ Suicide Squad vol. 4 n. 1 (novembre 2011)
  9. ^ Suicide Squad vol. 4 n. 5 (marzo 2012)
  10. ^ Forever Evil n. 1 (novembre 2013)
  11. ^ Flashpoint: Deadman and the Flying Graysons n. 1 (giugno 2011)
  12. ^ Flashpoint: Deadman and the Flying Graysons n. 2 (luglio 2011)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

DC Comics Portale DC Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di DC Comics