Firestorm

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Firestorm
Firestorm sulla copertina Wonder Woman n. 0, disegnato da Marlo Alquiza
Firestorm sulla copertina Wonder Woman n. 0, disegnato da Marlo Alquiza
Universo Universo DC
Lingua orig. Inglese
Alter ego
  • Ronald "Ronnie" Raymond[1]
  • Professor Martin Stein
Autori
Editore DC Comics
1ª app. marzo 1978
1ª app. in Firestorm the Nuclear Man n.1
Sesso Maschio
Ronald Raymond
Lingua orig. Inglese
Alter ego Firestorm I
Autori
Editore DC Comics
1ª app. marzo 1978
1ª app. in Firestorm the Nuclear Man n.1
Interpretato da Robbie Amell
Voce italiana Matteo Liofredi
Sesso Maschio
Abilità
  • Capacità di risistemare la struttura atomica e molecolare delle cose
  • Può alterare la densità degli oggetti, compreso il suo corpo, e renderli intangibili
  • Può lanciare dardi di energia nucleare
  • Volo
  • Capacità di assorbire le esplosioni e le radiazioni nel suo corpo senza subire danni
Martin Stein
Lingua orig. Inglese
Alter ego Firestorm II
Autori
Editore DC Comics
1ª app. 1990
1ª app. in Firestorm Vol.2, n.100
Interpretato da Victor Garber
Voce italiana Ambrogio Colombo
Sesso Maschio
Abilità

Firestorm è un personaggio dei fumetti creato da Gerry Conway (testi) e da Al Milgrom (disegni), pubblicato dalla DC Comics. Ha fatto la sua prima apparizione su Firestorm n. 1 (marzo 1978).

Il Firestorm originale è famoso per la sua identità doppia integrata. Lo studente liceale Ronald Raymond e il fisico vincitore di un Premio Nobel Martin Stein vengono coinvolti in un incidente nucleare che permette loro di fondersi nell' "uomo nucleare" Firestorm. Poiché Stein era svenuto durante l'incidente, è Raymond a controllare i movimenti di Firestorm, mentre Stein rimane come una voce assennata all'interno della sua mente. Il punzecchiamento tra i due è una caratteristica delle loro avventure.

Storia editoriale[modifica | modifica wikitesto]

La prima serie di Firestorm ebbe vita breve. Comunque The Fury of Firestorm, successivamente re-intitolata Firestorm: the Nuclear Man, durò dal 1982 fino al 1990. Prese il via come una serie simile a quella dell'Uomo Ragno con il teenager Raymond che si adatta al suo nuovo ruolo e in seguito fa ricerche nel campo della corsa agli armamenti nucleari e sul ruolo di Firestorm come "elementale".

Una nuova serie di Firestorm è iniziata nel 2004 con un nuovo personaggio, il teenager afroamericano Jason Rusch, che ha preso il posto di Ronald Raymond, morto nella miniserie Crisi d'identità (Identity Crisis); come Spiderman, anch'egli ha un senso dello humor che usa spesso per mascherare le sue insicurezze.

Durante la saga La notte più profonda Ronald Raymond viene resuscitato come membro del Corpo delle Lanterne Nere.

Firestorm è stato un bene della DC abbastanza famoso e il personaggio è stato un membro della sua squadra "all-star" (la Justice League of America) e, per due stagioni, del suo adattamento a cartone animato degli anni settanta/ottanta dal nome I Superamici.

Secondo un articolo che è comparso su Wizard[senza fonte], Firestorm è il nono supereroe più potente, sopra Hulk e meno del Professor X.

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Ronald Raymond/Martin Stein[modifica | modifica wikitesto]

Dopo l'incidente che ha portato alla creazione dei suoi poteri, Firestorm ha iniziato a sorvegliare New York dalle minacce rappresentate da Multiplex (venuto alla luce nello stesso incidente nucleare che ha dato vita a Firestorm) e Killer Frost. La serie del 1978 venne interrotta improvvisamente a causa di una serie di tagli all'interno della casa editoriale (la cosiddetta "DC Implosion") e il quinto episodio (il primo di una storia a più episodi) fu l'ultimo ad essere distribuito, mentre il sesto venne incluso nella Cancelled Comics Cavalcade. Lo sceneggiatore Conway aggiunse il personaggio di Firestorm nella serie Justice League of America.

In seguito verrà rivelato che era Martin Stein il prescelto per diventare l'elementale del fuoco, e Ronnie si trovava lì per caso, mettendo così in pericolo l'equilibrio della matrice Firestorm. Stein diventerà così l'unico Firestorm e si lancerà ad esplorare l'universo per capire il suo scopo nella vita, mentre Ronnie si ammalerà di leucemia. Stein tornerà così dal suo viaggio e userà i suoi poteri per curare l'amico, e donargli i poteri del Firestorm originale. Ronnie poi si unirà nuovamente alla Justice League, venendo ucciso durante la saga Crisi di 'identità.

Jason Rusch[modifica | modifica wikitesto]

La matrice di Firestorm troverà un nuovo portatore in Jason Rusch, un diciassettenne di Detroit che vive col padre e che otterrà tutti i poteri di Firestorm, con in più la possibilità di lavorare anche sulla materia organica. Jason imparerà a fondersi con varie persone per stabilizzare i suoi poteri, fra cui l'amico Mick Wong, il fantasma di Ronnie e la misteriosa Gehenna, con cui inizierà una relazione.

Durante la saga La notte più profonda Ronald Raymond viene resuscitato come membro del Corpo delle Lanterne Nere, diventando il criminale zombie Deathstorm che forzerà la fusione con Jason, rendendo il giovane prigioniero del suo stesso corpo mentre Deathstorm trasformava Gehenna in sale uccidendola. Dopo il ritorno in vita di Ronnie, il professor Stein scoprirà che Deathstorm continua ad esistere e mira a distruggere la vita sulla terra. Ronnie e Jason così si fonderanno in un nuovo elementale del fuoco per fermare la minaccia.

Poteri e abilità[modifica | modifica wikitesto]

Firestorm possiede principalmente l'abilità di ricostruire la materia inorganica, a patto di conoscere le formule chimiche del materiale nel quale intende trasformare l'oggetto. Questa trasformazione non influenza solo il materiale, ma anche la sua forma, ed è permanente a meno che Firestorm non la riporti allo stato originale. Oltre a questa capacità, Firestorm possiede molti altri poteri, come il volo, forza e resistenza sovrumana e la capacità di diventare intangibile e di lanciare raggi di energia atomica. Jason possiede gli stessi poteri della fusione tra Stein e Raymond, con la possibilità di agire sulla materia organica, seppur con dolore.

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Firestorm è apparso nelle serie a cartoni animati trasmesse da ABC Super Friends: The Legendary Super Powers Show e The Super Powers Team: Galactic Guardians (le ultime due serie dei Superamici). Mark L. Taylor doppiò Ronnie Raymond mentre la voce di Martin Stein era di Olan Soule. Firestorm doveva essere uno degli innumerevoli personaggi ospiti di Justice League Unlimited, trasmesso da Cartoon Network, ma alla fine non comparve. Fu avanzata l'ipotesi che la DC non avesse voluto confondere i potenziali nuovi lettori presentando quasi simultaneamente due nuove versioni di Firestorm, considerato il rilancio – praticamente contemporaneo – del personaggio nella nuova versione con Jason Rusch. Comunque Dwayne McDuffie affermò in Wizard n. 197 che avrebbe usato la versione con Ronnie e Stein per la serie. Apparve nei numeri 3 e 16 della serie a fumetti della Justice League Unlimited. Avrebbe dovuto essere il personaggio centrale dell'episodio The Greatest Story Never Told, ma venne rimpiazzato da Booster Gold[2]. Appare anche nella serie Batman: The Brave and the Bold, nella forma costituita da Martin Stein e Jason Rusch.

Firestorm appare nella serie televisiva The Flash, con Ronnie Raymond interpretato da Robbie Amell e il professore Martin Stein interpretato da Victor Garber. Garber riprende il ruolo di Stein nella serie televisiva Legends of Tomorrow, ma qui è l'ex atleta Jay Jackson, interpretato da Franz Drameh, a diventare l'altra metà del professore.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sia in congiunzione con Stein o con Mikhail Arkadin o da solo.
  2. ^ The Greatest Story Never Told

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]