Pontificia accademia di teologia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pontificia accademia di teologia
Emblem of the Holy See usual.svg
Parione - palazzo Riario o Cancelleria nuova 1628.JPG
Eretto23 aprile 1718
Presidentepresbitero Réal Tremblay, C.SS.R.
Prelato segretariopresbitero Riccardo Ferri
SedePalazzo della Cancelleria, Piazza della Cancelleria, 1 - 00186 Roma
Santa Sede · Chiesa cattolica
I dicasteri della Curia romana

La Pontificia accademia di teologia è una delle accademie della Curia romana.

Dedicata alla formazione dei teologi, l'accademia ha la missione di promuovere il dialogo fra la fede e la ragione e approfondire la dottrina cristiana seguendo le indicazioni del santo padre. Compito degli accademici è "presentare l'intelligenza della Rivelazione ed il contenuto della fede"[1].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La Pontificia accademia di teologia fu istituita da papa Clemente XI con lettera del 23 aprile 1718, istituì canonicamente una sede di studi e la ricolmò di privilegi.

Successivamente l'accademia fu sostenuta e potenziata per l'opera dei papi Benedetto XIII, Clemente XIV, Gregorio XVI e Giovanni Paolo II. Questi ultimi due papi ne hanno rinnovato gli statuti rispettivamente il 26 ottobre 1838 e il 28 gennaio 1999.

Presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giovanni Paolo II, enciclica Fides et Ratio, n. 93

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàISNI (EN0000 0001 1939 7050 · LCCN (ENn83167610
Cattolicesimo Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cattolicesimo