Pontificio comitato di scienze storiche

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pontificio comitato di scienze storiche
Emblem of the Holy See usual.svg
Rivolge particolare attenzione al patrimonio storico ed archivistico relativo alla storia della Chiesa
Eretto17 aprile 1954
Presidentepresbitero Bernard Ardura, O. Praem.
Segretariopresbitero Luigi Michele De Palma
Assessorevescovo Enrico dal Covolo, S.D.B.
Emeriticardinale Walter Brandmüller
SedePiazza Pio XII, 3 00120 Città del Vaticano
Sito ufficialewww.historia.va
Santa Sede · Chiesa cattolica
I dicasteri della Curia romana

Il Pontificio comitato di scienze storiche è un organismo della Curia romana, fondato il 7 aprile 1954 per decisione di papa Pio XII.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il 7 aprile 1954 papa Pio XII decide di fondare formalmente questo organismo della Santa Sede. Questa istituzione è, infatti, una continuazione della Commissione cardinalizia per gli studi storici fondata da papa Leone XIII con la lettera apostolica Saepenumero considerantes del 18 agosto 1883.

Questa commissione aveva per mandato di contribuire allo sviluppo e alla corretta utilizzazione delle scienze storiche, specialmente nell'ultimo decennio dell'Ottocento, quando veniva aperto agli studiosi l'Archivio Segreto Vaticano. Al 1938 risale l'adesione della Santa Sede al Comitato internazionale di scienze storiche (Comité International des Sciences Historiques, CISH).

L'anno 2004, cinquantenario di fondazione, ha offerto un'importante occasione per far emergere il contributo fornito dal Comitato alle discipline storiche.

Funzioni[modifica | modifica wikitesto]

L'opera del comitato si caratterizza per l'attenzione riservata al patrimonio archivistico ecclesiastico,e, specialmente, agli archivi vaticani.

Il suo contributo si è allargato anche alla cooperazione con enti e istituzioni ecclesiastiche ed extraecclesiali, particolarmente a livello internazionale. Un esempio dell'operato può essere riassunto qui in diversi punti:

  • organizzazione e partecipazione a numerosi convegni e incontri di studio;
  • revisione dei dati storici dell'Annuario Pontificio (serie dei sommi pontefici, sedi episcopali residenziali e titolari);
  • composizione del martirologio;
  • collaborazione per iniziative scientifiche sovranazionali (UNESCO);
  • sostenere e stimolare con svariati mezzi didattici (stage di studio, bandi di concorso) lo sviluppo dello studio delle discipline umanistiche (specialmente latino e greco).

Cronotassi[modifica | modifica wikitesto]

Cronotassi dei presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Cronotassi dei segretari[modifica | modifica wikitesto]

Cronotassi degli assessori[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENnr91010817