Dicastero per la cultura e l'educazione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Dicastero per la cultura e l'educazione
Dicasterium ad culturam et educationem
Emblem of the Holy See usual.svg
Opera per lo sviluppo dei valori umani nelle persone nell'orizzonte dell'antropologia cristiana, contribuendo alla piena realizzazione della sequela di Gesù Cristo (Praedicate evangelium, 153)
Eretto5 giugno 2022
Prefettovacante
Segretariovacante
Sottosegretariovacante
Delegatovescovo Carlos Alberto de Pinho Moreira Azevedo
dati catholic-hierarchy.org
Santa Sede  · Chiesa cattolica
I dicasteri della Curia romana

Il Dicastero per cultura e l'educazione (in latino: Dicasterium ad culturam et educationem) è uno dei 16 dicasteri della Curia romana.[1][2][3]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il dicastero è stato creato con la costituzione apostolica Praedicate evangelium, promulgata il 19 marzo 2022 da papa Francesco, grazie all'accorpamento di due dicasteri soppressi: il Pontificio consiglio della cultura e la Congregazione per l'educazione cattolica.

Funzioni[modifica | modifica wikitesto]

L'ambito di competenza del dicastero è definito dagli articoli 153-162 della Praedicate evangelium.[4]

Il dicastero è costituito da due sezioni:[5]

  • la sezione per la cultura,
  • la sezione per l'educazione.

Spetta inoltre al dicastero il coordinamento delle seguenti accademie pontificie: l'accademia dei Virtuosi al Pantheon, la pontificia accademia romana di archeologia, la pontificia accademia di teologia, la pontificia accademia di San Tommaso d'Aquino, la pontificia accademia mariana internazionale, la pontificia accademia Cultorum martyrum e la pontificia accademia di latinità.[6]

Cronotassi[modifica | modifica wikitesto]

Prefetti[modifica | modifica wikitesto]

  • Vacante, dal 5 giugno 2022

Segretari[modifica | modifica wikitesto]

  • Vacante, dal 5 giugno 2022

Sottosegretari[modifica | modifica wikitesto]

  • Vacante, dal 5 giugno 2022

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dicastero per la Cultura e l'Educazione, su vaticannews.va.
  2. ^ Papa Francesco riforma la Curia Romana, su corrierecesenate.it.
  3. ^ La rivoluzione di Papa Francesco, su it.euronews.com.
  4. ^ Praedicate evangelium, articoli 153-162.
  5. ^ Praedicate evangelium, articolo 153.
  6. ^ Praedicate evangelium, articolo 162.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]