Bernard Ardura

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Padre Bernard Ardura (Bordeaux, 1º settembre 1948) è un presbitero francese, attuale presidente del Pontificio comitato di scienze storiche.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È entrato nel seminario dell'Ordine Premostratense nel 1958, dopo gli studi filosofici e teologici è stato ordinato sacerdote il 16 dicembre 1972 a Bordeaux (Francia).

Completati gli studi presso la Pontificia Università Gregoriana di Roma e presso l'Istituto cattolico di Lione, ha insegnato teologia dogmatica e teologia spirituale in quest'ultimo istituto.

Nel 1987 è stato chiamato a Roma come archivista e bibliotecario della Curia generale del suo ordine. L'anno successivo è stato nominato consultore della Congregazione delle cause dei santi, e poi del Pontificio consiglio per il dialogo interreligioso.

Dal 22 aprile 1997 al 3 dicembre 2009 è stato segretario del Pontificio consiglio della cultura, di cui era già sottosegretario dal 1991.

Attualmente, dal 3 dicembre del 2009, ricopre l'incarico di presidente del Pontificio comitato di scienze storiche.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • La spiritualité eucharistique, CLD 1982, ISBN 978-2854430202
  • Nicolas Psaume, 1518 - 1575 évêque et Comte de Verdun, Cerf 1990
  • Saint Bernard de Clairvaux, Association sacerdotale Lumen gentium 1991
  • Prémontrés en Bohème, Moravie et Slovaquie, Univerzita Karlova v Praze 1993, ISBN 978-8070667682, zusammen mit Karel Dolista
  • Prémontrés histoire et spiritualité, Université de Saint-Etienne 1995, ISBN 978-2862720739
  • The order of Prémontré: history and spirituality, Paisa Pub. Co. 1995
  • Premostratensi: nove secoli di storia e spiritualità di un grande ordine religioso, Edizioni Studio Domenicano 1997, ISBN 978-8870942668
  • La réforme catholique: renouveau pastoral et spirituel, Messène 1998, ISBN 978-2911043604
  • Culture, incroyance et foi: nouveau dialogue, Ed. Studium 2004, ISBN 978-8838239618, zusammen mit Paul Poupard (hrsg.), Jean-Dominique Durand
Controllo di autoritàVIAF (EN120099538 · ISNI (EN0000 0001 1033 4037 · LCCN (ENn85147842 · GND (DE139329838 · BNF (FRcb11889060c (data) · BAV ADV10950694