Prefettura della casa pontificia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Prefettura della casa pontificia
Pontificalis Domus
Emblem of the Holy See usual.svg
"si occupa dell'ordine interno relativo alla Casa pontificia" e "assiste il Sommo Pontefice sia nel palazzo apostolico sia quando viaggia in Roma e in Italia. Cura l'ordinamento e lo svolgimento delle cerimonie pontificie, esclusa la parte strettamente liturgica [...] Dispone le udienze pubbliche e private del sommo pontefice"
(Pastor Bonus, 180, 181)
Papal Apartments.JPG
Eretto15 agosto 1967
Prefettoarcivescovo Georg Gänswein
Reggentepresbitero Leonardo Sapienza, R.C.I.
Emeritivescovo Paolo De Nicolò (reggente emerito)
Sede00120 Città del Vaticano
Sito ufficialewww.vatican.va
dati catholic-hierarchy.org
Santa Sede · Chiesa cattolica
I dicasteri della Curia romana

La Prefettura della casa pontificia si occupa dell'ordine della casa pontificia e controlla il servizio dei cappellani e della Famiglia pontificia.

Voluta da Paolo VI con la costituzione apostolica Regimini Ecclesiae universae del 1967, integrata dal motu proprio Pontificalis Domus dell'anno successivo ed oggi regolamentata dagli articoli 180 e 181 della costituzione apostolica Pastor Bonus.

È formata dall'insieme delle persone che svolgono un servizio diretto alla persona del papa all'interno del Palazzo Apostolico oppure quando egli si trova a Roma o in altra città italiana. Suo ufficio è anche quello di curare le cerimonie pontificie, esclusa la parte strettamente liturgica, di cui si occupa l'Ufficio delle celebrazioni liturgiche del sommo pontefice.

La Prefettura concede le udienze pubbliche e private secondo le circostanze, a volte concordate con la segreteria di Stato.

Famiglia pontificia[modifica | modifica wikitesto]

Il 28 marzo 1968, mediante il motu proprio Pontificalis Domus, papa Paolo VI ha stabilito la suddivisione della Famiglia pontificia in due sezioni: una ecclesiastica e una laica.[1]

Appartengono alla famiglia pontificia ecclesiastica:

Appartengono alla famiglia pontificia laica:

Cronotassi[modifica | modifica wikitesto]

Prefetti[modifica | modifica wikitesto]

Maestri di camera della Corte pontificia[modifica | modifica wikitesto]

Prefetti del Palazzo Apostolico[modifica | modifica wikitesto]

Prefetti della casa pontificia[modifica | modifica wikitesto]

Segretari della casa pontificia[modifica | modifica wikitesto]

Reggenti della casa pontificia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Lettera apostolica motu proprio "Pontificalis Domus", su vatican.va. URL consultato il 20 aprile 2021.
  2. ^ Weber, Christoph, 1943-, Legati e governatori dello Stato pontificio (1550-1809), Ministero per i beni culturali e ambientali, Ufficio centrale per i beni archivistici, 1994, p. 45, ISBN 8871250702, OCLC 33467797. URL consultato il 1º agosto 2019.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN137003996 · GND (DE5553328-0 · WorldCat Identities (ENviaf-137003996