Piasecki X-49 Speedhawk

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Piasecki X-49-3
Piasecki X-49-3.jpg
L' X-49-3 in volo
Descrizione
Tipoelicoplano
ProgettistaStati UnitiPiasecki Helicopter Corporation
CostruttoreStati UnitiSikorsky Aircraft Corporation (cellula)
Piasecki Helicopter Corporation (modifiche)
Data primo volo29 giugno 2007
Utilizzatore principaleStati Uniti United States Army
Esemplari1
Sviluppato dalYSH-60F Seahawk
Propulsione
Motore2 turbine General Electric T700-GE-701C + 1 motore aggiuntivo
Prestazioni
Velocità max360 km/h
voci di aeroplani sperimentali presenti su Wikipedia
Sikorsky SH-60 Seahawk
(per comparazione)
SH-60B Seahawk.jpg
SH-60B Seahawk
Descrizione
Tipoelicottero utility imbarcato
Equipaggio3-4
CostruttoreStati Uniti Sikorsky
Dimensioni e pesi
Lunghezza19,75 m (64 ft 8 in)
Altezza5,2 m (17 ft 2 in)
Diametro rotore16,35 m (53 ft 8 in)
Superficie rotore210 (2 262 ft²)
Peso a vuoto6 895 kg (15 200 lb)
Peso carico8 055 kg (17 758 lb)
Peso max al decollo9 927 kg (21 884 lb)
Propulsione
Motore2 turbine General Electric T700-GE-401C
Potenza1 410 kW (1 860 shp) ciascuna
Prestazioni
Velocità max333 km/h (180 kt)
Velocità di crociera270 km/h (146 kt)
Velocità di salita8,38 m/s (1 650 ft/min)
Autonomia834 km (450 nm) alla velocità di crociera
Tangenza3 580 m (12 000 ft)
Notedati riferiti alla versione SH-60B

Brassey's World Aircraft & Systems Directory,[1] Navy fact file,[2] e Sikorsky S-70B[3][4]

voci di elicotteri presenti su Wikipedia

Il Piasecki X-49 Speedhawk è un elicoplano sperimentale bimotore, rotore a quattro pale, sviluppato da parte della Piasecki. L'X-49A è basato sulla cellula di un YSH-60F Seahawk della Sikorsky, ma utilizza la tecnologia "spinta vettoriale con elica intubata" (vectored thrust ducted propeller - VTDP) della Piasecki ed inoltre è fornito di ali portanti.
Il fine del programma sperimentale è quello di applicare la tecnologia VTDP ad un elicottero militare di produzione per determinare eventuali benefici; ad esempio l'aumento di prestazioni o di carico utile trasportabile.

Storia del progetto[modifica | modifica wikitesto]

Sponsor del progetto fu la U.S. Navy con 26,1 milioni di dollari. Esso consisteva di un elicottero Sikorsky YSH-60F modificato come banco di prova per verificare la tecnologia VTDP.

Il contratto fu assegnato dalla Naval Air Systems Command alla Piasecki Aircraft, la quale installò sull'YSH-60F un'ala portante con flaperon e l'elica intubata per il VTDP[5].

La tecnologia che trasformò L'YSH-60F in elicoplano era stata dimostrata in precedenza negli studi dei Piasecki 16H-1 e 16H-1A, nei primi anni 1960, quando questi velivoli erano stati spinti fino a 360 km/h (225 mph).
Il successo del Piasecki 16H Pathfinder ispirò altri produttori a sperimentare elicoplani, e ne risultarono programmi come l'AH-56 Cheyenne.

Nel maggio 2003 il dimostratore YSH-60F/VTDP fu ridesignato X-49A[6]. Nel corso del 2004 poi, il programma l'X-49A transitò dalla Marina degli Stati Uniti all'esercito[7].

Tecnica[modifica | modifica wikitesto]

Il dimostratore di volo X-49A è stato sviluppato con il contributo dell'"Aviation Applied Technology Directorate" dell'esercito degli Stati Uniti per dimostrare la capacità di aumentare la velocità degli elicotteri esistenti fino a 360 km/h o più[8].

Il dimostratore volo è stato aggiornato con un'ala presa da un jet Aerostar FJ-100. È stata aggiunta una coda ad anello contenente l'elica intubata e la trasmissione è stata modificata per accogliere il VTDP. Le ali sono destinate a produrre portanza per togliere questo ruolo al rotore; questo può così essere rallentato e produrre meno resistenza, consentendo una maggiore velocità[9].

I controlli sono modificati con l'aggiunta di un comando manuale del passo dell'elica sul collettivo per la coda anello. Questo è l'unico cambiamento visibile nei controlli del velivolo nella cabina di guida. Gli altri controlli necessari al funzionamento dei sistemi dell'elicoplano sono integrati nei controlli esistenti per ridurre il carico di lavoro del pilota. Il peso aggiunto al dimostratore X-49A è stimato in circa 725 kg (1 600 lb).

Impiego operativo[modifica | modifica wikitesto]

L'X-49A fece il suo primo volo il 29 giugno 2007[10]; esso durò 15 minuti e si tenne al centro di volo "New Castle County" della Boeing (KILG)[11].

Questo volo incluse manovre di hovering, giro coi pedali, e lenti tratti di volo avanti e indietro e di lato, usando il VTDP come controllo anti-coppia, controllo direzionale e trim. L'X-49A ha completato la sua prima fase di test, ha volato più di 80 volte per un totale di oltre 80 ore.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ M J H (editor) Taylor, Brassey's World Aircraft & Systems Directory 1999/2000 Edition, Brassey's, 1999, ISBN 1-85753-245-7.
  2. ^ SH-60 Seahawk fact file, US Navy. URL consultato il 5 ottobre 2008.
  3. ^ S-70B Seahawk Technical Information, 2001.
  4. ^ S-70B Seahawk Technical Information, 2008. Sikorsky.com.
  5. ^ "Piasecki X-49 SpeedHawk (United States)", Jane's Helicopter Markets and Systems. Jane's Information Group, 9 May 2008.
  6. ^ DOD 4120.15-L - Addendum, Designation-Systems.Net, 8 July 2008.
  7. ^ Graham Warwick, Funding may block X-49 progress, FlightGlobal.com, 3 gennaio 2006. URL consultato il 3 luglio 2007.
  8. ^ Graham Warwick, Piasecki flies X-49A SpeedHawk compound helicopter, FlightGlobal.com, 3 luglio 2007. URL consultato il 3 luglio 2007.
  9. ^ Croft, John. Hyper Helos: Prototypes coming off the drawing board and into the race Flight Global, 2008. Accessed: 17 February 2011.
  10. ^ "Piasecki Achieves First Flight of the X-49A VTDP Compound Helicopter Technology Demonstrator", Piasecki Aircraft, June 29, 2007.
  11. ^ "Rotorcraft Report: Piasecki SpeedHawk Starts Flight Tests", Rotor & Wing Magazine, August 1, 2007.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Aviazione Portale Aviazione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Aviazione