Nora Ricci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nora Ricci nel film Signore & signori (1966) di Pietro Germi.

Eleonora Ricci, detta Nora (Viareggio, 19 luglio 1924Roma, 16 aprile 1976), è stata un'attrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlia dell'attore Renzo Ricci e dell'attrice Margherita Bagni, fu chiamata Eleonora in onore della divina Duse, di cui il nonno materno, l'attore Ermete Zacconi, era grande amico ed estimatore[1]. Dopo la separazione dei genitori trascorse l'infanzia a Firenze con la nonna paterna, Adolfa Ciapini, ritornando a Viareggio solo d'estate, ospite dei nonni materni. A 17 anni lasciò gli studi e si trasferì a Roma per entrare alla Regia Accademia d'arte drammatica (che nel dopoguerra prenderà il nome dal fondatore Silvio D'Amico).

Nel 1941 incontrò all'Accademia un prestante attore, di padre tedesco e madre pisana, Vittorio Gassman. Nel 1943 i due si innamorarono. Terminati i corsi, si ritrovarono nella stessa compagnia teatrale, quella di Laura Adani, finendo per sposarsi il 12 aprile 1944. Dall'unione, che terminerà nel 1952, nacque nel 1945 la figlia Paola. Nora Ricci sarà poi legata per dieci anni al regista Francesco Rosi e avrà un'altra figlia, Francesca, morta tragicamente nel 1969.

Attrice prevalentemente teatrale, apparve con successo anche in televisione. La sua attività nel cinema fu marginale e saltuaria, limitata ad apparizioni in parti di secondo piano, seppur significative, quali ad esempio quella in Signore & signori (1965) di Pietro Germi. Rilevante fu la collaborazione con Luchino Visconti, iniziata con Bellissima (1951), nel ruolo di una stiratrice, accanto ad Anna Magnani, e proseguita con La caduta degli Dei (1969), Morte a Venezia (1971) e Ludwig (1973). Per la televisione, interpretò il ruolo di Giselda nello sceneggiato televisivo Sorelle Materassi (1972), tratto dall'omonimo romanzo di Aldo Palazzeschi. In precedenza aveva preso parte anche allo sceneggiato La fiera della vanità, che Anton Giulio Majano adattò nel 1967 dall'omonimo romanzo di William Thackeray.

Morì a Roma il 16 aprile 1976, a soli 51 anni, dopo una lunga malattia[2][3].

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Prosa televisiva[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiati[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Paola Gassman, Una grande famiglia dietro le spalle, Marsilio Editore 2007
  2. ^ La scomparsa di Nora Ricci su La Stampa del 17 aprile 1976.
  3. ^ A Roma i funerali di Nora Ricci su La Stampa del 20 aprile 1976.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN96947690 · ISNI (EN0000 0001 1078 7503 · SBN IT\ICCU\RAVV\280770 · LCCN (ENno98074594 · GND (DE1061695956 · WorldCat Identities (ENlccn-no98074594