Maria Cecilia Guerra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Maria Cecilia Guerra
Maria Cecilia Guerra - Trento.JPG
Maria Cecilia Guerra nel 2012 al Festival dell'Economia di Trento

Viceministro del lavoro e delle politiche sociali
con delega alle pari opportunità
Durata mandato 3 maggio 2013 –
22 febbraio 2014
Presidente Enrico Letta
Predecessore Michel Martone
(Viceministro del lavoro) Josefa Idem
(Pari opportunità)
Successore Maria Elena Boschi
(Pari opportunità)

Sottosegretario di Stato del Ministero del lavoro e delle politiche sociali
Durata mandato 29 novembre 2011 –
28 aprile 2013
Presidente Mario Monti
Predecessore Nello Musumeci
Luca Bellotti
Successore Carlo Dell'Aringa
Jole Santelli

Senatore della Repubblica Italiana
In carica
Inizio mandato 15 marzo 2013
Legislature XVII
Gruppo
parlamentare
- Art. 1 - Movimento Democratico e Progressista (dal 28/02/2017-attualmente)
In precedenza:
- Partito Democratico (inizio legislatura-27/02/2017)
Coalizione Italia. Bene Comune
Circoscrizione Regione Emilia-Romagna
Incarichi parlamentari
CAPOGRUPPO di Articolo 1 - Movimento Democratico e Progressista al Senato della Repubblica (Dal 28/02/2017-attualmente)
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Movimento Democratico e Progressista (dal 2017)
In precedenza:
Partito Democratico (2013-2017)
Titolo di studio Dottorato in Economia e Commercio
Professione Docente universitario

Maria Cecilia Guerra (Nonantola, 6 dicembre 1957) è un'economista e politica italiana.

Dal 28 febbraio 2017 è capogruppo di Articolo 1 - Movimento Democratico e Progressista al Senato della Repubblica.

In passato, è stata sottosegretario del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali nel Governo Monti, e viceministro del medesimo dicastero, con delega per le Pari opportunità, nel Governo Letta.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la laurea in Economia e Commercio conseguita nel 1981 presso l'Università degli Studi di Modena, ha conseguito nel 1983 il Master Phil. Degree in Economics all'Università di Cambridge con riconoscimento dell'ammissione al secondo anno del corso di Ph.D presso la stessa Università. Dal 1983 al 1987 ha svolto il dottorato di ricerca in Economia politica istituito dal consorzio delle Università di Bologna, Modena, Padova e Venezia.

La sua esperienza professionale inizia nel 1986 in qualità di ricercatrice in Economia politica, sottosettore Scienza delle Finanze all'Università di Brescia. Dal 1990 al 1995 è stata professore a contratto all'Università commerciale Luigi Bocconi. Nel 1992 entrò alla facoltà di Economia dell'Università degli studi di Modena come professore associato di Scienza delle Finanze e dal 2000 divenne professore prima straordinario e poi ordinario della stessa materia.

Nel periodo 1989-1999 partecipò a gruppi di lavoro e commissioni istituiti presso il Ministero delle Finanze, relativi ai temi della tassazione dei redditi di capitale e delle società. Nel 2006 presiedette la commissione sulla tassazione dei redditi di capitale e finanziari diversi, istituita presso il Ministero dell'Economia e delle Finanze. Nel 2007-2008 fu membro della commissione consultiva e di studio sul trattamento fiscale dei redditi delle famiglie e sulla disciplina in materia di assegni familiari, istituita dalla Scuola Superiore dell'Economia e delle Finanze su indicazione del vice ministro dell'Economia e delle Finanze, Visco.

Ha svolto attività di consulenza per il Senato della Repubblica (Servizio bilancio) sul tema dei fondi pensione. Ha effettuato audizioni presso la Camera dei Deputati su: la delega fiscale per la riforma della tassazione delle attività finanziarie, la definizione dei livelli essenziali delle prestazioni nell'ambito del federalismo fiscale, la delega fiscale e assistenziale.

Ha coordinato gruppi di lavoro per la Consob, il Cnel, il Formez, e svolto ricerche in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna e con il Comune di Modena su temi della sanità, della finanza locale e del welfare locale.

Ha partecipato ad un ampio insieme di programmi di ricerca accademici, molti dei quali (su temi quali l'armonizzazione fiscale, l'indagine delle condizioni sociali ed economiche delle famiglie, la non autosufficienza) hanno ricevuto finanziamenti nell'ambito dei Programmi di ricerca di rilevante interesse nazionale del Miur.

Dal 2003 ha curato il Rapporto su “La finanza pubblica italiana” edito annualmente da il Mulino, assieme al prof. Alberto Zanardi dell'Università di Bologna. L'edizione del 2003 ha ricevuto il Premio Capalbio per la sezione Politica economica.

È membro del CAPP - Centro di Analisi delle Politiche Pubbliche - e del CEFIN - Centro Studi di Banca e Finanza. Fa parte del comitato di redazione de lavoce.info, della direzione della rivista Politica Economica, edita da il Mulino, del Comitato scientifico della Rivista delle politiche sociali, edita da Ediesse.

Ha ricoperto anche incarichi non accademici: membro del Comitato di gestione dell'Agenzia delle Entrate; membro del CdA e del Comitato di controllo interno di Meta S.p.a.; membro del CdA di Hera Modena srl.; membro del CdA delle Farmacie Comunali di Modena S.p.a.

Il 28 novembre 2011 è stata nominata sottosegretario al Lavoro e Politiche sociali del Governo Monti[1]. Ha giurato il giorno successivo. Alla data della nomina faceva parte del Comitato scientifico "Fabbisogni standard" presso la direzione scientifica dell'Ifel (Istituto per la Finanza e l'Economia Locale), e dell'Osservatorio regionale per l'attuazione del federalismo fiscale in Emilia-Romagna (ORAFF-ER).

Nel dicembre 2012 si è presentata alle primarie per la scelta dei candidati parlamentari del Partito Democratico al Senato in vista delle elezioni del 2013, ottenendo la candidatura.[2]

Risulta eletta al Senato alle elezioni del febbraio 2013. Il 2 maggio 2013 viene confermata nel suo ruolo di sottosegretario nel nuovo Governo Letta, il 19 giugno 2013 il Consiglio dei ministri ha approvato la delega di funzioni proposta dal ministro Enrico Giovannini per l'attribuzione del titolo di Viceministro. Il 26 giugno 2013, in seguito alle dimissioni della ministra Josefa Idem, le viene assegnata la delega relativa alle Pari opportunità[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Viceministro, www.lavoro.gov.it. URL consultato il 29 giugno 2013.
Predecessore Viceministro del lavoro e delle politiche sociali
con delega alle pari opportunità
Successore Emblem of Italy.svg
Michel Martone
(Viceministro del lavoro)
Josefa Idem
(Pari opportunità)
3 maggio 2013 - 22 febbraio 2014 Maria Elena Boschi
(Pari opportunità)
Predecessore Sottesegretario di Stato del Ministero del lavoro e delle politiche sociali Successore Emblem of Italy.svg
Nello Musumeci
Luca Bellotti
29 novembre 2011 - 28 aprile 2013 Carlo Dell'Aringa
Jole Santelli