Claudio Durigon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Claudio Durigon
Claudio Durigon daticamera 2018.jpg

Sottosegretario di Stato del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali
Durata mandato 13 giugno 2018 –
5 settembre 2019
Cotitolare Claudio Cominardi
Presidente Giuseppe Conte
Predecessore Franca Biondelli
Luigi Bobba
Successore Stanislao Di Piazza
Francesca Puglisi

Deputato della Repubblica Italiana
In carica
Inizio mandato 23 marzo 2018
Legislature XVIII
Gruppo
parlamentare
Lega - Salvini Premier
Circoscrizione Lazio 2
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Lega Nord
Professione Dirigente di Associazione Sindacale

Claudio Durigon (Latina, 10 settembre 1971) è un sindacalista e politico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Latina nel 1971, vive a Roma. I suoi nonni erano braccianti originari del Veneto, giunti nell'Agro Pontino all'epoca delle bonifiche attuate in epoca fascista.[1] Diplomato in ragioneria[1], ha lavorato come operaio presso la multinazionale farmaceutica Pfizer (1996-2009).[1][2]

Dal 1996 era iscritto all'Unione Generale del Lavoro (UGL), di cui è stato vicesegretario generale dal 2014 al 2018.[1]

Attività politica[modifica | modifica wikitesto]

Nel gennaio 2018 diventa responsabile del dipartimento lavoro della Lega Nord.[3][4]

Elezione a deputato[modifica | modifica wikitesto]

È anche Commissario della Lega a Roma. Eletto deputato a marzo nel collegio Frosinone-Latina, a giugno viene nominato Sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d L. Telese, Durigon, un peso massimo per "Quota 100", in Panorama, 11 aprile 2019. URL consultato il 19-08-2019.
  2. ^ Durigon Claudio (PDF), su legalitax.it. URL consultato il 19-08-2019.
  3. ^ LEGA: DURIGON NUOVO DELEGATO AL LAVORO, su ugl.it, 30 gennaio 2018. URL consultato il 23 giugno 2018.
  4. ^ Lega, Claudio Durigon responsabile nazionale del dipartimento Lavoro, su affaritaliani.it, 5 febbraio 2018. URL consultato il 23 giugno 2018.
  5. ^ Chi sono i sottosegretari e i viceministri del nuovo governo, su ilpost.it, 23 giugno 2018. URL consultato il 13 giugno 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]