L'udienza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'udienza
Udienza Ferreri.jpg
Ugo Tognazzi e Claudia Cardinale in una scena del film
Paese di produzione Italia, Francia
Anno 1972
Durata 112 min
Colore colori
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Marco Ferreri
Soggetto Marco Ferreri, Rafael Azcona
Sceneggiatura Marco Ferreri, Dante Matelli
Produttore Franco Cristaldi
Casa di produzione Vides
Fotografia Mario Vulpiani
Montaggio Giuliana Trippa
Musiche Teo Usuelli
Scenografia Luciana Vedovelli Levi
Interpreti e personaggi

L'udienza è un film drammatico del 1972 di Marco Ferreri.

Il film è stato selezionato tra i 100 film italiani da salvare[1].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Amedeo è un giovane del nord, timido e impacciato, che si reca a Roma con il fermo proposito di parlare con il papa, "anche nel suo interesse", ed è pronto a tutto pur di riuscirci. In nessun modo, però, intende rivelare ad alcuno il motivo per cui gli sia necessario parlare col pontefice.

A causa del comportamento bizzarro e potenzialmente pericoloso (arriva addirittura a lanciare messaggi verso il papa con una specie di cerbottana), Amedeo viene seguito dal commissario Aureliano Diaz, che, nel tentativo di distoglierlo dai suoi propositi, gli fa conoscere una bella quanto comprensiva prostituta, Aiche.

Amedeo, che non capisce per quale motivo un cattolico non possa incontrare il papa, continua ostinato a girare invano per svariati uffici vaticani chiedendo di essere ricevuto, guadagnandosi l'odio di Diaz per questa sua testardaggine. Amedeo tenta allora la carta delle azioni clamorose pur di parlare con il papa, ma, dopo aver provato a scavalcare le transenne durante una cerimonia, viene ricoverato in psichiatria e in seguito internato in un convento. Il principe Donati e un famoso teologo belga gli danno comunque qualche speranza di riuscire a parlare col pontefice.

Alla fine, abbandonato da tutti, perfino dalla buona Aiche, Amedeo muore di notte sotto il colonnato di San Pietro, stroncato da una polmonite. La morte di Amedeo sembra chiudere il caso ed è un sollievo per il commissario Diaz, quand'ecco che un altro giovanotto bussa al portone del Vaticano: vorrebbe parlare con il papa.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema