Jannacci Enzo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Jannacci Enzo
ArtistaEnzo Jannacci
Tipo albumRaccolta
PubblicazioneSettembre 1972[1]
Dischi1
Tracce9
GenereFolk
Pop
EtichettaRCA Italiana PSL 10539[1]
ProduttoreItalo Greco e Paolo Dossena[1]
RegistrazioneItalia
Enzo Jannacci - cronologia
Album precedente
(1970)
Album successivo
(1975)

Jannacci Enzo[1][2] è un album di Enzo Jannacci pubblicato nel 1972.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

L'album è parzialmente composto (primo caso nella produzione di Jannacci) da reincisioni di alcuni brani già pubblicati in precedenza dal cantautore: sono presenti in nuova versione El portava i scarp del tennis, Dona che te durmivet, Prendeva il treno, Ti te sé no, Faceva il palo, e anche E sapere (traduzione in italiano di E savè).
La canzone più celebre è certamente Ragazzo padre, brano per certi versi struggente, che racconta dell'improvvisa paternità di un giovane, il quale non riesce a trovar sostegno presso una società indifferente e crudele; questo è uno dei tre inediti del disco, gli altri sono La giostra (reincisa anni dopo da Milva con il titolo La rossa e il testo in gran parte cambiato) e Una tristezza che si chiamasse Maddalena, canzone già incisa qualche mese prima da Nicola Arigliano.
Gli arrangiamenti sono curati da Alberto Baldan e Italo Greco.[1]
Tranne dove indicato, i testi e le musiche sono tutti di Enzo Jannacci.[1]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. E sapere
  2. La giostra
  3. El portava i scarp del tennis
  4. Dona che te durmivet
  5. Una tristezza che si chiamasse Maddalena
  6. Faceva il palo (testo: Walter Valdi – musica: Enzo Jannacci)
  7. Ti te sé no
  8. Prendeva il treno
  9. Ragazzo padre (testo: Enzo Jannacci – musica: Bruno Lauzi)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f Discografia Nazionale della Canzone Italiana - Jannacci Enzo, su discografia.dds.it. URL consultato il 06-12-2011.
  2. ^ Immagine copertina (JPG), su musicalstore.it. URL consultato il 06-12-2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica