Kirby's Adventure

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Kirby's Adventure
videogioco
Kirby's Adventure.png
Titolo originale星のカービィ夢の泉の物語
PiattaformaNintendo Entertainment System
Data di pubblicazioneNES:
Giappone 23 marzo 1993
Flags of Canada and the United States.svg 1º maggio 1993
Zona PAL 12 settembre 1993
Wii (Virtual Console):
Giappone 27 febbraio 2007
Flags of Canada and the United States.svg 12 febbraio 2007
Zona PAL 16 febbraio 2007
Flag of Australasian team for Olympic games.svg 16 febbraio 2007
Nintendo 3DS:
Giappone 25 aprile 2012
Flag of Europe.svgFlags of Canada and the United States.svg 17 novembre 2011
Wii U (Virtual Console):
Giappone 17 aprile 2013
Flags of Canada and the United States.svg 26 aprile 2013
Zona PAL 18 aprile 2013
Flag of Australasian team for Olympic games.svg 18 aprile 2013
NES Classic Edition:
Giappone 10 novembre 2016
Flags of Canada and the United States.svg 11 novembre 2016
Zona PAL 11 novembre 2016
Flag of Australasian team for Olympic games.svg 10 novembre 2016
Nintendo Switch Online:
Flag of Europe.svgFlags of Canada and the United States.svg 11 novembre 2016
GenereAvventura
TemaAnime
OrigineGiappone
SviluppoHAL Laboratory
PubblicazioneNintendo
DirezioneMasahiro Sakurai
ProduzioneSatoru Iwata, Shigeru Miyamoto, Takao Shimizu
DesignMasahiro Sakurai
ProgrammazioneHiroaki Suga
MusicheHirokazu Ando, Jun Ishikawa
SerieKirby
Modalità di giocoGiocatore singolo
Supporto1 cartuccia
Distribuzione digitaleVirtual Console
Fascia di etàACBG · CEROA · ESRBE · PEGI: 3 · USK: 0[1]
Preceduto daKirby's Dream Land
Seguito daKirby's Dream Land 2

Kirby's Adventure, conosciuto in Giappone come Hoshi no Kirby: Yume no izumi no monogatari (星のカービィ夢の泉の物語 Hoshi no Kābī yume no izumi no monogatari?, lett. "Kirby tra le stelle: la storia della fontana dei sogni"), è un videogioco platform sviluppato da HAL Laboratory e pubblicato da Nintendo per la console NES. È stato messo in commercio dapprima in Giappone, il 30 novembre 1992, e poi in USA, il 1º maggio 1993, e successivamente in Europa, il 1º dicembre 1993.

Kirby's Adventure è il primo gioco della serie Kirby a debuttare per console casalinga e secondo episodio della serie, dopo il suo debutto con Kirby's Dream Land su Game Boy. È il capitolo nel quale vengono per la prima volta introdotte le abilità Copia, che sarebbero diventate caratteristiche del personaggio. È anche il primo gioco di Kirby a colori e segna il debutto di Meta Knight.

È stato ripubblicato nel 2007 per la Virtual Console di Wii. Un secondo remake intitolato 3D Classics: Kirby's Adventure è stato rilasciato per Nintendo 3DS da Arika. Il gioco è stato anche per la Virtual Console di Wii U ed è uno dei 30 giochi della console NES Classic Edition. È stato anche aggiunto come uno dei giochi NES giocabili utilizzando il servizio Nintendo Entertainment System - Nintendo Switch Online.

Nel 2002 è stato realizzato un remake del gioco, Kirby: Incubo nella Terra dei Sogni per Game Boy Advance.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Kirby, le creatura rosa tondeggiante protagonista del gioco, non riesce ad avere sogni. Decide pertanto di visitare la Fontana dei Sogni. Al suo arrivo, apprende che King Dedede, sovrano della Terra dei Sogni, si è impossessato dello Scettro di Stella, la fonte di energia della fontana, e lo ha frammentato in sette pezzi, donandone sei ai suoi sgherri e tenendone uno lui stesso.[2] Kirby decide di rintracciare i frammenti per ripristinare l'equilibrio.[3][4]

Una volta radunati i sei pezzi e avendo affrontato e sconfitto King Dedede alla Fontana dei Sogni, Kirby viene supplicato dal sovrano di non ricollocare lo Scettro in cima alla Fontana dei Sogni. L'eroe decide tuttavia di non obbedirgli, rilasciando accidentalmente il malvagio Mago Incubo. Questi assorbe i poteri della Fontana e fugge nello spazio. Kirby, con l'aiuto di King Dedede, riesce però a raggiungere e sconfiggere il mago, recuperando così facendo lo Scettro di Stella e ripristinando la normalità. Le azioni precedenti del re si rivelano quindi parte di un piano finalizzato a proteggere la Fontana dal Mago Incubo, e Kirby e Dedede si riconciliano.

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Il mondo di gioco è costituito da sette mondi, in ognuno dei quali si trovano da cinque a sette livelli, l'ultimo dei quali prevede una battaglia contro un boss, che, se vinta, permette di recuperare un pezzo dello Scettro di Stella e di passare al mondo successivo.

Ogni livello è un platform a scorrimento laterale,[5][6] popolato da vari nemici disseminati nel livello. Kirby dispone di sei punti vita, che calano di un'unità qualora subisca danno. Esaurire completamente i punti vita o toccare l'estremità inferiore dello schermo comporta la perdita di una vita. Se tutte le vite a disposizione del giocatore finiscono, il punteggio ottenuto si azzera e il giocatore è costretto a ricominciare daccapo il mondo in cui si trovava.

Quando un livello viene completato, si apre la porta del livello successivo nel mondo di riferimento. Oltre ai livelli, nei mondi è anche possibile accedere ad alcuni minigiochi, che permettono di ottenere abilità, vite extra o punti bonus.

La maggior parte delle capacità di Kirby sono mutuate da Kirby's Dream Land:[5] può infatti camminare a destra e a sinistra, accovacciarsi e saltare. Può anche galleggiare, ma fintantoché è in volo non può usare le altre sue abilità. A differenza del capitolo precedente, il protagonista può correre ed effettuare calci in scivolata.

L'aspetto più significativo del gioco sono le abilità Copia di Kirby.[6] Aspirando e ingoiando alcuni nemici, Kirby può ottenere una capacità variabile a seconda dell'abilità speciale posseduta dal nemico. Le abilità Copia sono 25 e vengono perse ogniqualvolta Kirby subisce danno, ma possono anche essere scartate in qualsiasi momento.

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Schermata di gioco. Kirby ha l'abilità di Copia Laser, che gli permette di colpire oggetti e nemici con raggi in linea retta.

Kirby's Adventure è stato sviluppato da HAL Laboratory di Kōfu per essere il successore per Nintendo Entertainment System (NES) di Kirby's Dream Land, gioco per Game Boy del 1992.[7] Masahiro Sakurai fu regista e designer,[8] mentre Takashi Saitou assistette alla progettazione. Hiroaki Suga divenne capo programmatore, mentre Satoru Iwata, Shigeru Miyamoto e Takao Shimizu assunsero il ruolo di produttori; Iwata fornì inoltre assistenza alla programmazione.[7] Secondo Sakurai, lo sviluppo è iniziato dopo che gli venne chiesto di portare Kirby's Dream Land sul NES. Poiché il titolo per Game Boy era rivolto ai principianti e la base di giocatori NES era più esperta, Sakurai scelse di creare invece un gioco differente. Di conseguenza, una piccola parte di Kirby's Adventure è basata su Kirby's Dream Land.[9]

HAL Laboratory desiderava espandere il repertorio di mosse a disposizione di Kirby, in quanto il suo predecessore aveva ricevuto critiche dai giocatori più navigati in cerca di una sfida. Con Kirby's Adventure, Sakurai desiderava infatti mantenere un gameplay semplice, ma renderlo più efficace in modo da far divertire i più esperti. Ciò ha portato alla concezione della capacità di assorbire le capacità nemiche, che il team sperava avrebbero consentito ai giocatori di mettersi alla prova e migliorare la rigiocabilità.[7][10] HAL Laboratory realizzò quindi oltre 40 abilità, dopo di che selezionarono quelle da includere nel gioco finale.[7] Aggiunsero inoltre alcuni minigiochi, progettati per essere più semplici del gioco principale, in quanto temevano che il set ampliato di mosse di Kirby avrebbe dato ai giocatori l'impressione che Kirby's Adventure fosse un gioco difficile. Kirby ottenne anche la possibilità di correre più velocemente ed eseguire un attacco in scivolata per aumentare il ritmo del gioco.[10]

L'"attacco sputo" di Kirby era più potente se più nemici o oggetti venivano inalati in una volta sola, cosa che avrebbero voluto implementare anche in Kirby's Dream Land.[10] Kirby's Adventure fu il primo gioco a rappresentare Kirby a colori.[10] Sakurai aveva sempre immaginato Kirby di colore rosa, ma la grafica monocromatica del Game Boy lo rendeva bianco in Kirby's Dream Land. Gli altri membri del personale rimasero scioccati quando scoprirono che Kirby era rosa. Lo sprite di Kirby venne inoltre ingrandito per venire incontro alle lamentele dei giocatori riguardo al titolo precedente. HAL Laboratory commissionò a un artista le immagini degli sfondi, che vennero poi consegnate al mappatore per lavorare nel gioco. Secondo Saitou, essi avrebbero dovuto essere "abbastanza carini anche per conto proprio".[7] Kirby's Adventure segna inoltre la prima apparizione di Meta Knight, che appare come un boss senza nome in uno dei livelli del gioco.[8][10]

Il gioco venne pubblicato da Nintendo in Giappone il 23 marzo 1993,[11] in Nord America nel maggio 1993 e in Europa il 12 settembre 1993.[12] È stato reso disponibile alla fine del ciclo di vita del NES, dieci anni dopo il lancio della console in Giappone.[12]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Valutazioni professionali
Testata Giudizio
GameRankings (media al 18-12-2020) 84%[13]
Computer and Video Games 89%[14]
Electronic Gaming Monthly 8,25/10[4]
Famitsu 33/40[15]
GamePro 20/20[5]
Joypad 90%
78%[16]
Player One 92%[17]

La maggior parte degli aspetti di Kirby's Adventure sono stati ben accolti dai critici, che hanno convenuto che si trattasse di un miglioramento rispetto a Kirby's Dream Land.[4][16][5] Tra gli aspetti più apprezzati dai revisori erano l'originalità del gioco con la sua nuova capacità di copiare le abilità nemiche, il design unico dei mostri,[16][5][17] la dimensione e la varietà dei livelli,[4][16][5][14] i controlli limitati e la qualità e della grafica e dell'animazione.[4][16][5][14][18] Nintendo Power ha affermato che il gioco fosse più difficile di quanto il suo aspetto carino potesse far credere ai giocatori.[18] Joypad ha ritenuto che il gioco fosse rivolto ai bambini più piccoli e ha pertanto fornito due punteggi separati per i giocatori di età superiore e inferiore a 12 anni. Alcuni revisori hanno tuttavia criticato il fatto che gli sprite dei personaggi, specialmente quelli di Kirby, fossero troppo piccoli.[5][14][18]

Anche le recensioni retrospettive per il rilascio del gioco sulla Virtual Console di Wii sono state positive.[19][6][20][2] IGN lo ha definito uno dei migliori giochi per NES e uno dei suoi più grandi successi tecnici visivi e uditivi. Eurogamer ha affermato che fosse uno dei migliori giochi di Kirby.[20] Nintendo Life e GameSpot hanno concordato che il gioco avesse spinto al limite le capacità tecniche del NES.[6][2] Gli altri elementi del gioco sono stati elogiati come nel 1993, inclusa l'originalità, la tenerezza e la varietà degli ambienti di gioco.[19][6][20][2] GameSpot ha scritto che Kirby's Adventure aveva superato bene la prova del tempo, benché il gioco fosse piuttosto facile e poco longevo.[6] Altri hanno anche criticato il gioco per la sua lunghezza e la mancanza di sfida.[19][20][2] Per il rilascio di 3D Classics, l'effetto 3D aggiunto al gioco è stato visto come deludente rispetto a giochi come Excitebike e TwinBee che hanno sfruttato maggiormente gli effetti di parallasse e profondità.[21][22]

Influenza[modifica | modifica wikitesto]

Kirby's Adventure è considerato uno dei migliori giochi per NES dai giornalisti. GamesRadar+ lo ha elencato come l'undicesimo miglior gioco,[23] IGN il 27°[24] e Paste, il 15°.[25] La rivista Nintendo ufficiale lo ha elencato come il 69° miglior gioco su una console Nintendo nel 2009,[26] e IGN lo ha classificato all'84º posto in un elenco simile dei migliori "giochi Nintendo".[27]

La capacità di Kirby di copiare le abilità nemiche introdotta in Kirby's Adventure sarebbe diventata una meccanica di base caratteristica di Kirby. Il gioco è stato anche il primo della serie a introdurre elementi sbloccabili che rendevano possibile trovare determinati oggetti nascosti nei livelli, che sarebbero diventati anch'essi un tema ricorrente dei giochi successivi. Meta Knight è inoltre divenuto un personaggio giocabile ricorrente nella serie Super Smash Bros. a partire da Super Smash Bros. Brawl nel 2008.

Il gioco è presente anche in Super Smash Bros. Brawl e Super Smash Bros. per Wii U, dove i giocatori possono giocare una breve demo per un tempo limitato, rispettivamente due minuti e tre minuti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (DE) USK - Kirby's Adventure, su Unterhaltungssoftware Selbstkontrolle. URL consultato il 9 febbraio 2021.
  2. ^ a b c d e (EN) Darren Calvert, Review: Kirby's Adventure (Wii Virtual Console / NES), in Nintendo Life, 13 febbraio 2007. URL consultato il 15 luglio 2018 (archiviato dall'url originale il 15 luglio 2018).
  3. ^ Video game 'bad guys' who aren't really bad at all, su GamesRadar+, 25 febbraio 2017. URL consultato il 16 luglio 2018 (archiviato dall'url originale il 4 gennaio 2018).
  4. ^ a b c d e Template:Cite magazine
  5. ^ a b c d e f g h Template:Cite magazine
  6. ^ a b c d e f (EN) Frank Provo, Kirby's Adventure Review, su GameSpot, 16 febbraio 2007. URL consultato il 15 luglio 2018 (archiviato dall'url originale il 15 luglio 2018).
  7. ^ a b c d e (JA) Creatures e Nintendo, カービィは簡単だから、むずかしい?, in 星のカービィ―夢の泉の物語 任天堂公式ガイドブック, Shogakukan, 1º marzo 1993, ISBN 978-4-09-102425-1. (Traduzione di Shmuplations.)
  8. ^ a b Glen Fox, Feature: A Kirby Retrospective: From Game Boy To Nintendo Switch, su Nintendo Life, 11 marzo 2018. URL consultato il 16 luglio 2018 (archiviato dall'url originale il 17 luglio 2018).
  9. ^ Template:Cite interview
  10. ^ a b c d e Kirby's 20th Anniversary Celebration Book, Nintendo, 19 luglio 2012.
  11. ^ Kirby's Adventure flyer Nintendo. 1993.
  12. ^ a b (FR) Kirby's Adventure sur Nes, su Jeuxvideo.com. URL consultato il 15 luglio 2018 (archiviato dall'url originale il 16 luglio 2018).
  13. ^ Kirby's Adventure for NES, su GameRankings, CBS Interactive. URL consultato il 18 dicembre 2020 (archiviato dall'url originale il 9 dicembre 2019).
  14. ^ a b c d Template:Cite magazine
  15. ^ Template:Cite magazine
  16. ^ a b c d e Template:Cite magazine
  17. ^ a b Template:Cite magazine
  18. ^ a b c Template:Cite magazine
  19. ^ a b c (EN) Lucas M. Thomas, Kirby's Adventure VC Review, su IGN, 20 febbraio 2007. URL consultato il 15 luglio 2018 (archiviato dall'url originale l'11 gennaio 2013).
  20. ^ a b c d (EN) Dan Whitehead, Virtual Console Roundup, in Eurogamer, 18 maggio 2007. URL consultato il 15 luglio 2018 (archiviato dall'url originale il 16 luglio 2018).
  21. ^ (EN) Philip J Reed, Review: 3D Classics: Kirby's Adventure (3DSWare), in Nintendo Life, 18 novembre 2011. URL consultato il 15 luglio 2018 (archiviato dall'url originale il 16 luglio 2018).
  22. ^ Lucas M. Thomas, 3D Classics: Kirby's Adventure Review, su IGN, 17 novembre 2011. URL consultato il 15 luglio 2018 (archiviato dall'url originale il 20 novembre 2011).
  23. ^ GamesRadar staff, Best NES Games of all time, su GamesRadar, 28 luglio 2016. URL consultato l'11 ottobre 2016 (archiviato dall'url originale il 30 giugno 2015).
  24. ^ (EN) Top 100 NES Games, in IGN. URL consultato il 15 luglio 2018 (archiviato dall'url originale il 16 luglio 2018).
  25. ^ (EN) Garrett Martin, The 100 Best NES Games, in Paste, 13 luglio 2017. URL consultato il 15 luglio 2018 (archiviato dall'url originale il 15 luglio 2018).
  26. ^ CVG staff, Feature: 100 Best Nintendo Games Ever, in Computer and Video Games, 6 marzo 2009. URL consultato l'11 ottobre 2016 (archiviato dall'url originale il 15 maggio 2013).
  27. ^ (EN) The Top 125 Nintendo Games of All Time, su IGN, 24 settembre 2014, p. 3. URL consultato il 15 luglio 2018 (archiviato dall'url originale il 29 dicembre 2016).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi