Ian McNeice

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ian McNeice al Hilton Birmingham Metropole Hotel nel 2009

Ian McNeice (Basingstoke, 2 ottobre 1950) è un attore britannico.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ian McNeice nasce a Basingstoke nel Hampshire. Studia recitazione presso la Taunton School di Somerset e per due anni alla Salisbury Playhouse. Finiti gli studi intraprende subito la carriera di attore teatrale, durante la quale fa anche parte per quattro anni della Royal Shakespeare Company e recita a Broadway in una produzione dell'opera The Life and Adventures of Nicholas Nickleby.

La carriera televisiva dell'attore inizia nel 1977 in un episodio della serie televisiva Warship. Nel 1983 fa la sua prima apparizione cinematografica nel film Voice Over di Christopher Monger. La svolta nella sua carriera giunge nel 1985, anno in cui recita in cinque episodi della serie televisiva Edge of Darkness, nel ruolo di Harcourt. Da quel momento in poi inizia a comparire in numerose altre serie e in film quali 84 Charing Cross Road (1987), Fuga da Absolom (1994), L'inglese che salì la collina e scese da una montagna (1995), L'amore è un trucco (1997), Joseph and the Amazing Technicolor Dreamcoat (1999), La vera storia di Jack lo squartatore - From Hell (2001), Il giro del mondo in 80 giorni (2004), White Noise - Non ascoltate (2005) e Day of the Dead (2008).

Nel 1995 fa il suo debutto nel cinema statunitense partecipando al film Ace Ventura - Missione Africa con Jim Carrey. Nel 2005 presta la sua voce a Kwaltz nel film Guida galattica per autostoppisti e nel 2008 fa un cameo nel ruolo di Joachim von Kortzfleisch, generale tedesco che rifiutò di mettere le sue truppe sotto il comando di ufficiali che complottarono per rovesciare il governo di Hitler nel film Operazione Valchiria.

In televisione partecipa a molte serie televisive anche in ruoli importanti, come quello di Vladimir Harkonnen nella miniserie Dune - Il destino dell'universo (2000) e nel sequel I figli di Dune (2003). Tra il 2004 e il 2011 partecipa nel ruolo di Bert Large a tutte e cinque le stagioni di Doc Martin, e tra il 2005 e il 2007 recita nel ruolo ricorrente del lettore di notizie nella serie televisiva della HBO/BBC Roma.

Era stato annunciato che sarebbe apparso nel ruolo di Illyrio Mopatis nell'episodio pilota della serie televisiva Il Trono di Spade, basata sui romanzi della saga Cronache del ghiaccio e del fuoco di George R. R. Martin, ma successivamente il ruolo fu assegnato a Roger Allam, a causa di conflitti di programmazione[1]. Tra il 2010 e il 2011 appare in quattro episodi della serie televisiva Doctor Who nel ruolo di Winston Churchill[2], accanto all'undicesimo Dottore interpretato da Matt Smith[3]. Oltre a quelle già citate è apparso come guest star anche in altre serie importanti come Chef!, Relic Hunter, Lewis e Jonathan Creek.

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatore[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Illyrio recast Archiviato il 17 marzo 2011 in Internet Archive.. Controllato il 1º aprile 2011.
  2. ^ First Smith Doctor Who titles confirmed. Controllato il 1º aprile 2011.
  3. ^ The Doctor Who News Page: Episode Titles Revealed. Controllato il 1º aprile 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN46960669 · ISNI (EN0000 0001 1949 474X · LCCN (ENno2004019508 · GND (DE1035802325 · BNF (FRcb140322560 (data) · BNE (ESXX1260714 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2004019508