Guido Carlesi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Guido Carlesi
Guido Carlesi.JPG
Nazionalità Italia Italia
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada
Ritirato 1966
Carriera
Squadre di club
1956 Nivea-Fuchs
1957 Bottecchia
Leo-Chlorodont
1958 Leo-Chlorodont
1959 Ghigi
Molteni
1960-1962 Philco
1963 Molteni
1964 Gazzola
1965 Springoil/Filotex
1966 Filotex
Nazionale
1960-1962 Italia Italia
 

Guido Carlesi (Collesalvetti, 7 novembre 1936) è un ex ciclista su strada italiano.

Professionista dal 1956 al 1966, conta sette vittorie di tappa al Giro d'Italia, due al Tour de France ed una alla Vuelta a España.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Corridore solido, passista veloce molto forte nelle volate di gruppo (si ricorda su tutti l'arrivo di Milano al Giro del 1962) e capace di difendersi in salita, Carlesi passò professionista nel 1956 e per dieci anni pedalò nell'elite del ciclismo mondiale. Benché non avesse raccolto grandi successi fra i dilettanti, s'impose come ottimo ciclista una volta passato fra i professionisti.

Carlesi si segnalò subito nell'annata di esordio fra i professionisti, vincendo una prova del Trofeo dell'U.V.I., il duro Giro delle Alpi Apuane, e chiudendo al secondo posto il Giro dei Paesi Bassi alle spalle di Rik Van Looy (miglior piazzamento di sempre di un italiano in questa corsa a tappe). Di qui in avanti scalò i vertici del ciclismo e raggiunse il suo apice nel 1961, quando fu quinto al Giro e secondo al Tour de France, dietro ad Anquetil ma davanti a Gaul.

Carlesi, fu soprannominato Il Coppino per la somiglianza a Fausto Coppi. Il non condurre una vita da atleta al 100% lo portò a bruschi cali di forma e a crisi repentine e inaspettate.

Carlesi concluse la carriera con un buon numero di vittorie e piazzamenti, che avrebbero potuto anche essere di più e più prestigiosi; ma come lui stesso ammise, nel suo modo di concepire la vita, non esisteva soltanto il ciclismo.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

  • 1956 (Nivea-Fuchs, una vittoria)
Giro delle Alpi Apuane
  • 1957 (Bottecchia, quattro vittorie)
Gran Premio di Pontremoli
1ª tappa Tour de Romandie
tappa Tour de Normandie
Classifica generale Tour de Normandie
  • 1958 (Leo, tre vittorie)
Gran Premio di Cotignola
13ª tappa Giro d'Italia (San Benedetto del Tronto > Cattolica)
13ª tappa, 1ª semitappa Vuelta a España (Bilbao > Castro Urdiales)
  • 1959 (Ghigi, una vittoria)
Coppa Collecchio
  • 1960 (Philco, tre vittorie)
Giro della Provincia di Reggio Calabria
Circuito di Modena
4ª tappa Quatre Jours de Dunkerque (Dunkerque > Dunkerque)
  • 1961 (Philco, otto vittorie)
Baasrode
Grand Prix de Bort-Les-Orgnes
Grand Prix de Menton
4ª tappa, 1ª semitappa Mentone-Genova-Roma (Bologna > Poggibonsi)
2ª tappa, 1ª semitappa Gran Premio Ciclomotoristico (Teramo)
Grand Prix de Saint-Raphael
11ª tappa Tour de France (Torino > Juan-les-Pins)
15ª tappa Tour de France (Perpignan > Tolosa)
  • 1962 (Philco, nove vittorie)
Giro di Toscana
Circuito di Firenze
Grand Prix de Jeumont
Sassari-Cagliari
1ª tappa Giro di Sardegna (Roma > Civitavecchia)
4ª tappa Parigi-Nizza (Montceau > Saint-Étienne)
13ª tappa Giro d'Italia (Lignano Sabbiadoro > Belluno)
21ª tappa Giro d'Italia (Saint-Vincent > Milano)
Gran Premio di Seregno (valida come decima prova del Trofeo Cougnet)
  • 1963 (Molteni, tre vittorie)
Grand Prix de Genève
Gran Premio Cemab - Mirandola (valida come terza prova del Trofeo Cougnet)
4ª tappa Giro d'Italia (Campobasso > Pescara)
20ª tappa Giro d'Italia (Moena > Lumezzane)
  • 1964 (Gazzoli, due vittorie)
Circuito di Imola
Gran Premio di San Sisto al Pino
  • 1965 (Filotex, quattro vittorie)
3ª tappa Tour de Suisse (Wohlen > Siebnen)
7ª tappa Tour de Suisse (Château-d'Oex > Berna)
2ª tappa Giro d'Italia (Perugia > L'Aquila)
11ª tappa Giro d'Italia (Palermo > Agrigento)

Altri successi[modifica | modifica wikitesto]

Trofeo Logines (con Alfredo Sabbadin, Ralf Graf, Emile Daems, Silvano Ciampi)

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Grandi Giri[modifica | modifica wikitesto]

1957: 23º
1958: 31º
1959: 8º
1960: 6º
1961: 5º
1962: 9º
1963: 8º
1964: 11º
1965: 36º
1961: 2º
1962: 19º
1963: ritirato (14ª tappa)
1966: ritirato (16ª tappa)
1958: ritirato (14ª tappa)

Classiche monumento[modifica | modifica wikitesto]

1957: 17º
1958: 10º
1959: 27º
1961: 37º
1962: 7º
1963: ritirato
1964: 92º
1966: 104º
1958: 27º
1959: 21º
1962: 25º

Competizioni mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Karl-Marx-Stadt 1960 - In linea: ritirato
Berna 1961 - In linea: ritirato
Salò 1962 - In linea: 32º

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]