Giuseppe II di Costantinopoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giuseppe II
Smn, transetto dx, monumento al patriarca giuseppe di costantinopoli, 1440 ca., con effige del 1590-92, 02.JPG
Patriarca di Costantinopoli
Elezione 21 maggio 1416
Predecessore Eutimio II
Successore Metrofane II
Nascita ca. 1360
Morte Firenze, 10 giugno 1439

Giuseppe II (in greco Ιωσήφ; 1360 circa – Firenze, 10 giugno 1439) è stato un arcivescovo ortodosso bizantino, patriarca di Costantinopoli dal 1416 al 1439.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Ivan Shishman di Bulgaria e di una principessa bizantina, dal 1393 al 1394 fu metropolita di Efeso.

Divenuto patriarca nel 1416, nel 1437 partì con l'imperatore Giovanni VIII Paleologo e altri 23 vescovi della Chiesa bizantina e un numero imprecisato di studiosi e teologi da Costantinopoli per l'Italia, dove prese parte prima al Concilio di Ferrara, che poi venne trasferito a Firenze nel 1439 su pressione di Cosimo il Vecchio dei Medici. Nel concilio si doveva ricomporre lo scisma d'Oriente del 1054, ma più che le questioni teologiche erano in ballo fondamentali questioni politiche, con l'impero bizantino, ormai ridotto a un piccolo stato con al centro la sua enorme capitale per via dell'avanzata dei turchi ottomani, che cercava disperatamente aiuto in Occidente anche a patto di riconoscere il primato religioso di Roma.

A Firenze Giuseppe risiedette a Palazzo Ferrantini. Morì dopo soli due mesi a Firenze, prendendo pochissimo parte ai lavori conciliari, che vennero condotti da Giovanni Bessarione e Isidoro di Kiev.

Giuseppe venne sepolto nella basilica di Santa Maria Novella, dove la sua tomba è ancora oggi conservata nel transetto destro, decorato da un affresco in uno stile ieratico semi-bizantino. Venne forse raffigurato nel ciclo di affreschi che celebrò l'evento del concilio, la Cappella dei Magi di Benozzo Gozzoli, dove è dipinto a cavallo di una mula bianca nelle vesti del Mago Melchiorre; la sua figura venne in parte tagliata da alcune modifiche seicentesche alla cappella. Inoltre venne ritratto a Ferrara da Pisanello, in una serie di disegni conservati al Cabinet des Dessins del museo del Louvre.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Metropolita di Efeso Successore Cruz ortodoxa.png
 ? 1393 - 1394  ?
Predecessore Patriarca di Costantinopoli Successore Cruz ortodoxa.png
Eutimio II 21 maggio 1416 - 10 giugno 1439 Metrofane II