Gianfranco Phino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gianfranco Phino 2016

Gianfranco Finocchi, in arte Gianfranco Phino (Roma, 2 novembre 1963), è un attore, comico e imitatore italiano. Noto come comico per le sue partecipazioni a Zelig[1] e nell'ambiente del musical dove si è fatto conoscere tramite la Compagnia della Rancia[2].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Inizia i suoi studi nel campo dell'arte frequentando dapprima il Liceo Artistico e in seguito l'Accademia di Belle Arti a Roma di Via Ripetta ove gli studi di scenografia aprono in lui nuovi orizzonti creativi[3].

Oltre alla passione per l'arte si avvicina da giovane alla conoscenza delle Arti Marziali, conseguendo un brevetto di Maestro d'Armi al seguito di Richard Buckingham Clarck, professionista educato presso la Academy of the Sword di San Francisco[3].

Appare sulle principali emittenti televisive come ospite comico e come comico fisso in trasmissioni quali Finalmente Venerdì (Rete 4, con Johnny Dorelli e Heather Parisi), Bellezze sulla neve (varietà di Rete 4, nel 1992) con Sabrina Salerno e Claudio Lippi e poi ancora Il pranzo è servito nel 1992 con Claudio Lippi e poi Davide Mengacci.

Nel 1998 debutta nel mondo del musical con la Compagnia della Rancia in Grease con Lorella Cuccarini e Giampiero Ingrassia.

Nel 2002 sempre per la Compagnia della Rancia interpreta il ruolo di Nathan Detroit in "Bulli e Pupe"[4][5] insieme a Marina Massironi, Serena Autieri e Giorgio Borghetti (nel cast principale), nel 2004 in "Cantando sotto la pioggia" è Cosmo Brown a fianco a Raffaele Paganini[6] e nel 2006 in "The Producers" interpreta Roger De Bris[7], con Enzo Iacchetti e Gianluca Guidi.

Nel 2016 si presenta alle audizioni di Italia's Got Talent, dove viene ammesso alla semifinale e quindi in finalissima trasmessa in diretta su Sky Uno HD e TV8 dove arriva 13º per rilanciare la propria carriera, in seguito alla contrazione e alla successiva guarigione dalla leucemia.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Fiction[modifica | modifica wikitesto]

Pubblicità[modifica | modifica wikitesto]

  • Grundig, (1993), protagonista
  • Max Mayer, (1994), protagonista
  • Panna chef, (1995), protagonista
  • Saiwa, (1995), protagonista
  • Perlana, (1996), protagonista
  • TIM (tariffa arancione), (1999), co-protagonista
  • Mozzarella Vallelata, (2004), protagonista
  • Saclà, (2004), protagonista

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • Corpo insegnante, (1992), regia di L. Poli
  • La bella e la bestia, (1994), regia di A. Fornari
  • Blood Brothers, musical, (1995)
  • E un altro volò sul nido del Cuculo, (1996), regia di R. Almagià
  • Grease, musical, (1998), regia di Saverio Marconi
  • Eppy, musical, (2000)
  • Bulli e pupe, musical, (2003), regia di Fabrizio Angelini
  • Cantando sotto la pioggia, musical, (2004) regia di S. Marconi
  • The J.Phino Show, Cabaret, Cabaret Show, All'ombra del Colosseo, (2005)
  • The producer, musical, (2006), regia di S. Marconi
  • Frankenstein Humor, (2007), Di Dado, regia di Marco Terenzi, Teatro dei Satiri, Roma.
  • Il Muro del sorriso, Kermesse Comica con scopo di solidarietà, (2008), di Nino Taranto e Paola Forgione
  • Di 28 ce n'è Uno, scritto da Gianfranco Phino, Teatro Salone Margherita, Regia di Manolo Casalino, (2010)
  • Phino a che ce n ho - Con Gianfranco Phino, consulenza artistica Antonello Costa, (2015)
  • Benvenuto Reverendo - Regia di Riccardo Trucchi e Gianfranco Phino, Teatro Tirso, Roma (2016)
  • All'Ombra di Campanile - Regia di Gianfranco Phino, Teatro L'aura, Roma (2016)
  • Phino a che ce n'ho - Revolution - Con Gianfranco Phino, (2016)

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]