Accademia di belle arti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Accademia di Belle Arti)

In Italia, l'accademia di belle arti è una tipologia di istituzione di alta cultura (istituto universitario), parte del comparto universitario dell'alta formazione artistica, musicale e coreutica (AFAM), dedicato all'arte visiva, all'arte applicata e alla storia dell'arte. Le accademie possono rilasciare diplomi accademici di primo livello (laurea) e di secondo livello (laurea magistrale), mentre il previgente ordinamento, ai fini dei pubblici concorsi e dell'insegnamento è equiparato sia ai diplomi accademici di 2 livello e sia alle attuali lauree magistrali universitarie.[1]

La prima accademia d'arte del mondo fu quella istituita a Firenze da Lorenzo il Magnifico, nel suo giardino di San Marco.

Dipartimenti[modifica | modifica wikitesto]

I corsi attivabili dalle accademie sono:[2]

  • Arti visive:
    • scuola di pittura (1° livello L3 - 2° livello LM89)
    • scuola di scultura (1° livello L3 - 2° livello LM89)
    • scuola di decorazione (1° livello L3 - 2° livello LM89)
    • scuola di grafica (1° livello L3 - 2° livello LM89)
  • Comunicazione e didattica dell'arte:
    • scuola di comunicazione e valorizzazione del patrimonio artistico contemporaneo (1° livello L3 - 2° livello LM89)
    • scuola di didattica dell'arte (1° livello L3 - 2° livello LM89)
    • Corsi biennali di secondo livello abilitanti all'insegnamento (concorsi pubblici avulsi all'insegnamento = LM89)

Accademie di belle arti in Italia[modifica | modifica wikitesto]

Diploma accademia delle belle arti di Bologna fine XX secolo

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Legge 22 novembre 2002, n. 268 (Conversione in legge del decreto-legge 25 settembre 2002, n. 212 URL consultato il 24/04/2010; decreto 3 novembre 1999, n.509 (Regolamento recante norme concernenti l'autonomia didattica degli atenei) URL consultato il 24/04/2010
  2. ^ Definizione dei nuovi ordinamenti didattici delle Accademie di Belle Arti, attiministeriali.miur.it. URL consultato il 06-03-2011.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità GND: (DE4033655-4