Claudio Simonetti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Claudio Simonetti
Claudio Simonetti a San Nicandro Garganico.jpg
NazionalitàItalia Italia
GenereRock progressivo
Rock sinfonico
Periodo di attività musicale1968 – ?
Strumentotastiera
GruppiGoblin

Claudio Gonippo Luigi Simonetti (São Paulo, 19 febbraio 1952) è un compositore e musicista italiano, fondatore dello storico gruppo progressive rock Goblin.

È conosciuto per aver composto molte colonne sonore di pellicole italiane e americane, tra cui i film di Dario Argento Profondo Rosso, Suspiria, Phenomena,Opera, Non ho sonno, Il cartaio, La terza madre, Dracula 3D, nonché di Zombi e Wampyr di George A. Romero.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio del Maestro Enrico Simonetti, Claudio, nasce a San Paolo del Brasile il 19 febbraio 1952, tornato in Italia con la famiglia quando aveva 11 anni, studia composizione e pianoforte al Conservatorio di Santa Cecilia di Roma.

Inizia giovanissimo la sua carriera come tastierista nel gruppo beat Marco & gli Eremiti (con Renato Quircio alla voce solista e alla chitarra ritmica, Sandro Di Nardo alla chitarra solista, Marcello Novarini al basso e Costanzo Quircio alla batteria), con cui debutta nel 1968 incidendo il 45 giri Raccoglievo margherite/Ecco cosa sei per la Roman Record Company.

Con il batterista Walter Martino, figlio del cantante Bruno Martino, Simonetti fonda il gruppo Il Ritratto di Dorian Gray con Luciano Regoli (cantante), Roberto Gardin (chitarra), Fernando Fera (chitarra), con i quali partecipa al festival Pop di Caracalla nel 1971, mentre nel 1974, fonda il gruppo degli Oliver con Massimo Morante (chitarra), Fabio Pignatelli (basso) e Carlo Bordini (batteria) e registrano l'album Cherry Five con la casa discografica Cinevox. Il gruppo, dopo la registrazione della colonna sonora di Profondo Rosso, con Walter Martino (batteria) al posto di Carlo Bordini, cambia il nome in Goblin. Simonetti registra con i Goblin: Profondo Rosso del 1975 che vende oltre 3 milioni di copie, Roller, Suspiria, Zombi e Il fantastico viaggio del bagarozzo Mark e, dopo aver abbandonato il gruppo, con il produttore Giancarlo Meo, nel 1978 lancia il gruppo degli Easy Going che con il brano Baby I love you, seguito da Fear e Casanova, apre il periodo d'oro della Disco Music italiana. Segue la produzione della cantante Vivien Vee che con l'album Give Me a Break raggiunge il successo internazionale.

Nel 1981 compone la musica del fortunatissimo brano Gioca jouer di Claudio Cecchetto. Nello stesso anno pubblica il suo primo album da solista, che raccoglie tutti brani presentati nella trasmissione di Gianni Boncompagni Sotto le stelle.

Nel 1982 produce assieme a Giancarlo Meo per Kasso brani come Walking, Brazilian dancer e Running (alle percussioni partecipa Walter Martino)[1].

Nel 1984, dopo aver composto le musiche per il film Phenomena di Dario Argento, viene chiamato a comporre le musiche a dirigere una grande orchestra di oltre 50 giovani musicisti nella trasmissione Buon compleanno TV, presentata da Pippo Baudo, dove la Rai festeggiava i suoi trent'anni di attività.

Nel 1985 compone la colonna sonora del film Dèmoni di Lamberto Bava.

Nel 1987 partecipa al programma Pronto, è la Rai? come musicista e animatore con Giancarlo Magalli e Simona Marchini. Nello stesso anno, compone le musiche per il film Opera di Dario Argento.

Nel 1999, Claudio fonda i Daemonia, band con la quale si esibisce dal vivo, riproponendo i classici del suo repertorio insieme ad altri brani tratti da colonne sonore di film, prevalentemente horror; rispetto alle versioni originali, gran parte dei brani sono riarrangiati in chiave prog metal.

Nel 2000 i Goblin si riuniscono per comporre la colonna sonora del film Non ho sonno di Dario Argento.

Nel 2003 compone la colonna sonora del film Il Cartaio di Dario Argento.

Nel 2005 compone la colonna sonora del film Jenifer e nel 2006 Pelts di Dario Argento per la serie TV americana Masters of Horror.

Nel 2007 compone le musiche per il film La terza madre di Dario Argento e firma le musiche del musical Profondo rosso, per la direzione artistica di Dario Argento, con Michel Altieri e Silvia Specchio.

L'8 luglio 2009, insieme ai Daemonia, Simonetti inaugura il Traffic - Torino Free Festival, esibendosi in piazza C.L.N. a Torino, ovvero la stessa piazza in cui si svolgono alcune delle scene principali di Profondo rosso. Con la sua band, Simonetti ha eseguito dal vivo la colonna sonora del film, che nel frattempo veniva proiettato su un maxi schermo alle sue spalle davanti a 10.000 spettatori.

Nel 2010, insieme a Massimo Morante e Maurizio Guarini, Claudio forma i New Goblin, con l'aggiunta di due componenti dei Daemonia: Titta Tani alla batteria e Bruno Previtali al basso. Con la nuova formazione, Simonetti ha tenuto molti concerti in Italia e soprattutto all'estero (Australia, Germania, Inghilterra, Polonia, Giappone, ecc.). Con i New Goblin Simonetti registra l'album Live in Roma dove la band ha suonato il concerto di debutto all'Alpheus di Roma.

Musica da film-tributo a Pino Rucher (San Nicandro Garganico).
I Daemonia interpretano una composizione tratta dal film Phenomena.

Il 16 ottobre 2010 ha partecipato alla manifestazione Musica da film-tributo a Pino Rucher. La manifestazione è stata patrocinata dai comuni di San Nicandro Garganico e di Manfredonia.[2]

Nel 2012 Simonetti compone la colonna sonora per il film Dracula 3D di Dario Argento. Oltre alla colonna sonora ha composto anche il brano Kiss Me Dracula, che esegue con il suo gruppo Simonetti Project che vede Claudio Simonetti alle tastiere, Bruno Previtali chitarra, Silvio Assaiante al basso, Titta Tani alla batteria e la cantante Silvia Specchio, che ne ha anche scritto il testo.

Nel 2013 Simonetti compone la musica per il film Multiplex, un thriller di Stefano Calvagna, la colonna sonora del film Darkside Witches del regista francese Gerard Diefenthal, un film sulla stregoneria con molti effetti speciali e la musica per il film drammatico Prigioniero della mia libertà di Rosario Errico con Giancarlo Giannini, Lina Sastri e Martina Stella.

Nell'estate 2013 Claudio ha inoltre registrato synths e piano nella traccia strumentale Aggregat 4 nel disco Simulakrum Lab progetto di musica elettronica vintage ideato da Paolo Prevosto.

Il 1º ottobre 2013 Simonetti parte per la tournée USA dei New Goblin con 21 concerti nelle più grandi città americane, molte delle quali "sold out".

Dopo la tournée americana il gruppo si separa e Claudio forma la band Claudio Simonetti's Goblin con due ex componenti dei New Goblin, Bruno Previtali alla chitarra e Titta Tani alla batteria con l'aggiunta di Federico Amorosi al basso con il quale, dopo aver pubblicato un album dei grandi successi, The Murder Collection, inizia, nel 2014, una fortunata serie di concerti europei dove vengono anche eseguite dal vivo, durante la proiezione di film, le colonne sonore di Suspiria, Profondo Rosso e Zombi/Dawn of the dead.

Partirà, nel 2015, una tournée per il 40º anniversario di Profondo rosso, uscito nel 1975.

Il 29 maggio 2015 esce il cd, vinile e un Metal Box Limitato della Colonna sonora di Dèmoni (Demons) per la Rustblade Records nel Box limitato è contenuto un bonus cd di remix di artisti internazionali quali Ohgr (Skinny Puppy), Bahntier, Leather strip, Cervello Elettronico, Simulakrum Lab e molti altri.

Il 31 ottobre 2015 Claudio Simonetti's Goblin pubblica per la Rustblade Records il Cd, il Vinile e il Deluxe Box della colonna sonora di Profondo Rosso completamente riarrangiata in occasione del 40º anniversario del film.

Il 20 dicembre 2015 la Rustblade Records realizza il CD Bloody Anthology che raccoglie il meglio di Claudio Simonetti (con pezzi quali Demoni, Crows, Jenifer, Mater Lacrimarum, Dracula Suite) e dei Goblin (versioni riarrangiate dagli stessi Claudio Simonetti's Goblin).

Nel 2016, con la Rustblade, esce il vinile della colonna sonora di Conquest, un film di Lucio Fulci e, sempre con la Rustblade, nel 2017 la nuova ristampa della colonna sonora di Opera di Dario Argento con uno speciale box contenente, oltre alle nuove e vecchie versioni dei brani originali, anche un quadro con in rilievo l'occhio della protagonista con gli spilloni.

Nel 2017 Simonetti compone la colonna sonora del nuovo film di Ruggero Deodato Ballad in Blood.

Esce, sempre nel 2017, la sua nuova biografia scritta in collaborazione con il giornalista Giovanni Rossi, Claudio Simonetti - Il ragazzo d'argento, edito dalla Tsunami Edizioni, dove Simonetti racconta, in prima persona, tutta la sua vita, sia artistica che personale, dalla sua adolescenza in Brasile, alla formazione e separazione del leggendario gruppo dei Goblin, al periodo del prog degli anni ‘70 e della musica dance degli anni ‘80, dove Simonetti è stato un pioniere, attraversando cinque decenni di musica, di vita, di cinema, di televisione, di successi e anche delle delusioni che, inevitabilmente, formano la vita di ogni artista.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Goblin[modifica | modifica wikitesto]

  • Profondo Rosso (1975)
  • Roller (1976)
  • Suspiria (1977)
  • La via della Droga (1977)
  • Il fantastico viaggio del 'bagarozzo' Mark (1978)
  • Squadra Antimafia (1978)
  • Zombi (1978)
  • Squadra Antigangsters (1979)
  • Amo Non Amo (1979)
  • Tenebre (1982) - (Simonetti-Pignatelli-Morante)
  • Non ho sonno (2000)

New Goblin[modifica | modifica wikitesto]

  • Live In Roma (2012)

Claudio Simonetti[modifica | modifica wikitesto]

  • Claudio Simonetti (1981)
  • Sanremo dance (1983)
  • College (1983)
  • College (1983) EP
  • Phenomena (1984)
  • Skywalker (1985) EP
  • Demons (1985)
  • Ritratto d'autore (1985)
  • Opera (1987)
  • Del mio meglio (1988)
  • Evergreens (1988)
  • Evil tracks (1990)
  • Simonetti horror project (1991)
  • Days of confusion (1992)
  • Mystery, magic & madness (1994)
  • The x-terror files (1996)
  • Classics in rock (1997)
  • The end of millennium (1997)
  • The Versace murder (1998)
  • Conquest/Morirai a mezzanotte (1998)
  • I Nuovi Barbari (2000)
  • Il Cartaio (2003)
  • La Terza Madre (2007)
  • Jenifer/Pelts (2008)
  • Profondo Rosso il Musical - feat. Michel Altieri - Silvia Specchio (2008)
  • Dracula 3D (2012)
  • MultipleX (2013)
  • Bloody Anthology (2015)
  • Profondo Rosso - 40° Anniversary (2016)
  • Dèmons (2016)
  • Conquest (2016)
  • Opera (2017)
  • The Antithesis (2017)

Daemonia[modifica | modifica wikitesto]

  • Dario Argento Tribute
  • Live or dead
  • Zombi - Dawn of the dead (reinterpretata e con inediti - Disponibile con il boxset del film edito dalla romana Alan Young pictures e nel cofanetto DVD + CD "Dario Argento Tribute -Live in Los Angeles" edito da Deep Red in edizione limitata)
  • Zombi/Dawn of the dead (2013 - CD Black Widow)

Claudio Simonetti's Goblin

  • 2014: The Murder Collection CD/LP (Deep Red)
  • 2015: The Horror Box 3 LP (contiene un 10' in vinile rosso suonato dai Claudio Simonetti's Goblin con riproposizione di 4 brani estratti da Profondo Rosso + le ristampe con inediti - già apparsi su cd ma mai in vinile - di Opera e Demoni, colonne sonore composte dal Simonetti solista) (Deep Red)
  • 2015: Profondo Rosso / Deep Red 40th Anniversario CD / LP / Limited Box (Rustblade)
  • 2015: Bloody Anthology The Best of Claudio Simonetti & Goblin (Rustblade)
  • 2016: Profondo Rosso - 40° Anniversary

45 giri[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Autori Vari (a cura di Gino Castaldo), Il dizionario della canzone italiana, edizioni Curcio, 1990; alla voce Simonetti Claudio, di Fabrizio Stramacci, pagg. 1592-1593
  • Gabrielle Lucantonio, Profondo rock. Claudio Simonetti tra cinema e musica, Coniglio editore, 2007 - Il libro è stato aggiornato, tradotto in spagnolo e pubblicato in Spagna nel 2009, con il titolo "Profondo Rock - Claudio Simonetti entre el cine y la mùsica de Profondo rosso a La Terza madre", Saimel Ediciones.
  • Claudio Simonetti - Giovanni Rossi, “CLAUDIO SIMONETTI - IL RAGAZZO D’ARGENTO”, autobiografia edita dalla Tsunami Edizioni - 2017.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Billboard - 20 marzo 1982 - Pagina 59
  2. ^ Anna Lucia Sticozzi, L'omaggio alla chitarra dei «western», in La Gazzetta di Capitanata - La Gazzetta del Mezzogiorno, 11 ottobre 2010, p. 11.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN37115313 · ISNI (EN0000 0000 5517 3698 · BNF (FRcb140247768 (data)
Rock progressivo Portale Rock progressivo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock progressivo