Easy Going

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonima discoteca di Roma, vedi Easy Going (discoteca).
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'album eponimo, vedi Easy Going (album).
Easy Going
Paese d'origineItalia Italia
GenereDisco
Italo disco
Periodo di attività musicale1978 – 1983
EtichettaBanana Records, Emergency Records
Album pubblicati3

Gli Easy Going sono stati un gruppo musicale italiano di disco music, prodotto da Claudio Simonetti e Giancarlo Meo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il gruppo prese il nome dall'omonimo locale gay romano, che aprì nel 1978 a due passi da Piazza Barberini, nascosto nella salita di via della Purificazione al numero 9, al tempo frequentato dalla scena alternativa e dello spettacolo romano, ma anche da musicisti e attori internazionali che erano nella capitale per i loro film.[1].

Il primo album, Easy Going, uscì nel 1978 per volere di Claudio Simonetti. Conteneva solo quattro brani e come apripista fu scelta la canzone Baby I Love You, che entrò nelle classifiche di vari paesi di lingua inglese e veniva abitualmente suonata da Dave Mancuso al "The Loft" di New York.

L'anno dopo uscì Fear, che riuscì a ripetere il grande successo del primo album. Risale al 1980 l'ultima incisione, Casanova.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Inizialmente il gruppo Easy Going era composto da Paolo Micioni e due ballerini: Francesco Bonanno, DJ del "Mais" e Ottavio Siniscalchi, tecnico luci e DJ del citato locale, anch'esso a Roma; nel terzo album a Micioni subentrò Russell Russell, come ballerino e cantante ufficiale. Nei primi due album per il canto si usavano anche alcuni turnisti, fra i quali Ivana Spagna, Tiziana Rivale e lo stesso Claudio Simonetti, del quale fra l'altro è la voce camuffata elettronicamente della prima hit Baby I Love You.[2][3]

Scioglimento[modifica | modifica wikitesto]

In un'intervista video Russell ha affermato che la fine degli "Easy Going" fu dovuta all'autore televisivo Gianni Boncompagni, che lo invitò come protagonista del programma Sotto le stelle, per il quale dovette abbandonare la sua immagine a suo dire "trasgressiva" non adatta per un pubblico medio televisivo.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ [1].
  2. ^ David Guarnieri, SOTTO LE STELLE '81, su hitparadeitalia.it. URL consultato il 16 dicembre 2011.
  3. ^ Easy Going su Discogs.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]