Busted (gruppo musicale)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

I Busted sono un gruppo musicale pop rock britannico originario di Southend-on-sea (Essex), composto dal trio James Bourne, Matt Willis e Charlie Simpson.

Busted
Busted PCF Tour.jpg
Paese d'origine Regno Unito Regno Unito
Genere Pop rock
Pop punk
Periodo di attività musicale 2001 – 2005
2015 – in attività
Etichetta Island, Sony
Gruppi e artisti correlati Fightstar, Son of Dork, McFly, McBusted
Sito ufficiale

La band fu attiva tra il 2001 e il 2005, quando Simpson abbandonò la band per concentrarsi su altri progetti. Nel 2013 Bourne e Willis ripresero l'attività insieme alla band britannica McFly con il nome di McBusted, e in seguito, nel 2015, Simpson tornò a far parte della band, riportandola alla formazione originale.

Hanno registrato tre album in studio: Busted (2002), A Present for Everyone (2003) e Night Driver (2016); una compilation e un cd+dvd live. Tra i numerosi premi vinti dalla band ci sono due Brit Awards e Record of the Year nel 2004 con il singolo "Thunderbirds Are Go". In tutto il mondo, la band ha venduto oltre 5 milioni di copie.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

2000–02: Formazione e Busted[modifica | modifica wikitesto]

James Bourne e Matt Willis si conobbero ad un concerto, e trovando affinità sul piano musicale decisero di formare una band. Dopo aver scritto diverso materiale insieme (Willis dichiarò che la loro ispirazione era derivata principalmente da gruppi musicali come Green Day e Blink-182), i Busted furono formati all'inizio del 2000, inizialmente composti dai già citati Bourne e Willis, insieme a Ki Fitzgerald e Owen Doyle. In seguito, alla fine dell'anno, Fitzgerald e Doyle lasciarono la band, lasciando Bourne e Willis alla ricerca di membri mancanti per completare il gruppo. Nel giugno del 2001, Bourne e Willis incontrarono quello che sarebbe poi diventato il loro manager, Richard Rashman, insieme a cui organizzarono delle audizioni nell'ottobre dello stesso anno sperando di trovare candidati meritevoli a far parte del gruppo.

I Busted misero così un annuncio su un periodico che si occupava di musica, dando notizia delle audizioni. Tra i molti candidati si presentarono Charlie Simpson (all'epoca appena sedicenne) e Tom Fletcher. Dopo diversi ripensamenti, sia Simpson, che aveva partecipato all'audizione cantando Runaway Train dei Soul Asylum (canzone che sarà poi inserita negli album dei Busted), sia Fletcher. Fletcher però, nonostante avesse sviluppato rapidamente un legame con gli altri membri, in particolare con Bourne, fu escluso dalla band dopo solamente due giorni e continuò a seguire i Busted, aiutandoli a scrivere la maggior parte dei pezzi per il loro primo album. Una volta completo, il trio firmò un contratto con la casa discografica Island Records.

La band debuttò nell'agosto del 2002 sulla copertina della rivista musicale Smash Hits, con il titolo: "Meet Busted: They're Going to Be Bigger than Rik Waller!" (che può essere tradotto in "Conosci i Busted: diventeranno più famosi di Rik Waller!"), diventando la prima band a comparire su quella rivista senza aver mai rilasciato una canzone. Il loro primo singolo, debuttato nel settembre 2002 e salito subito al terzo posto della Official Singles Chart, fu What I Go to School For, che racconta la vicenda di uno studente innamorato della sua insegnante.

Due settimane più tardi fu pubblicato il loro primo album, Busted, registrato ai Brick Lane Studios di Londra. Le canzoni dell'album furono scritte quasi esclusivamente da Bourne, spesso con la collaborazione di Fletcher, ed inizialmente ricevettero critiche contrastanti che risultarono nel piazzamento dell'album al trentesimo posto delle classifiche. Nel gennaio 2003 fu pubblicato il singolo Year 3000, il cui testo fu influenzato dalla passione di Bourne per il film Ritorno al Futuro, che arrivò secondo in classifica ed è attualmente il brano più famoso del gruppo. Il terzo singolo, You Said No, fu pubblicato nell'aprile del 2003 ed è il primo della band a raggiungere la posizione più alta della classifica, rendendo i Busted la prima band ad avere i primi tre singoli debuttati alle posizioni 3, 2 e 1.

Mentre Busted veniva rilanciato sul mercato con l'aggiunta di nuove canzoni, la band aveva già iniziato a registrare il secondo album. Alla fine dell'anno Busted raggiunse 1.2 milioni di copie vendute. L'ultimo singolo estratto, Sleeping With The Light On, fu pubblicato nell'agosto del 2003.

2003–2005: A Present For Everyone e scioglimento[modifica | modifica wikitesto]

All'inizio del 2003 la band pubblicò il primo libro, in cui i membri raccontarono la loro vita prima di formare la band, le loro situazioni familiari, i loro sogni e le loro aspettative per il futuro. Nell'estate dello stesso anno vinsero il premio "Favourite Newcomer" ai National Music Awards, e in seguito "Best Band" ai Disney Channel Kids Awards.

In seguito iniziarono a promuovere il loro secondo album, A Present for Everyone, lanciando il singolo Crashed The Wedding, che raggiunse subito la vetta delle classifiche inglesi. L'album, molto diverso dal precedente a livello musicale, fu descritto da Simpson come caratterizzato da un tipo di musicalità che poteva ricordare quella dei Good Charlotte. L'album vendette oltre un milione di copie.

Nel frattempo, Simpson conobbe ad una festa il chitarrista Alex Westaway ed il batterista Omar Abidi, con cui scoprì di avere gusti musicali comuni. Provando una forte frustrazione a causa della musica dei Busted che, secondo il suo parere, non gli permetteva di esprimere al massimo la sua creatività, Simpson decise di improvvisare un'esibizione insieme a Westaway e Abidi, suonando la canzone Killing in the Name dei Rage Against the Machine. Pochi giorni dopo i tre si incontrarono nuovamente ed iniziarono a suonare insieme, scrivendo una canzone chiamata Too Much Punch. In seguito, Westaway contattò l'amico bassista Dan Haigh, e questo risultò nella formazione della band alternative-rock Fightstar, in seguito definito il progetto alternativo di Simpson ai Busted. Presto iniziò a diffondersi la notizia che Simpson volesse lasciare i Busted, ma tutto fu sedato da una sua dichiarazione, che sosteneva di non avere nessuna intenzione di abbandonare il gruppo per l'altro. Alla fine del 2003, i Busted furono protagonisti del film natalizio per la tv A Christmas for Everyone.

A seguito del successo di A Present for Everyone, all'inizio del 2004 fu lanciato un tour dei Busted nelle arene, seguito dai singoli Who's David? ed Air Hostess, i quali raggiunsero ottime posizioni nelle classifiche. Del tour fu anche registrata la data di Manchester del 19 marzo, che risultò nel CD/DVD live A Ticket for Everyone. Più tardi, nel febbraio dello stesso anno, la band vinse i premi Best British Breakthrough Act e Best Pop Act ai BRIT Awards.

Alla fine del tour, i Busted volarono in America per promuovere un album omonimo (chiamato Busted US per distinguerlo dall'album di debutto britannico) che conteneva tracce del primo e del secondo album, e tutto il loro viaggio fu trasmesso su MTV UK grazie al documentario America or Busted. Il documentario aveva lo scopo di raccontare i tentativi della band di ottenere successo negli Stati Uniti (tentativi che infine risultarono in un fallimento). Gli episodi furono trasmessi in televisione nel novembre del 2004, ottenendo uno scarso successo.

Durante la permanenza in America, ai Busted fu chiesto di registrare una canzone per la colonna sonora del film Thunderbirds, che era pronto per essere rilasciato quell'estate. Nell'agosto del 2004 fu rilasciato il doppio singolo Thunderbirds Are Go!/ 3AM, che fu il quarto singolo dei Busted a classificarsi in prima posizione e rimase in vetta alle classifiche per ben due settimane. Il quinto singolo estratto dall'album fu She Wants To Be Me, che fu un fallimento a causa dei formati in cui venne rilasciato (download digitale, poco diffuso all'epoca, e CD formato "carta di credito" in edizione limitata, che non erano formati considerati tra le vendite valide per essere registrate in classifica). Nel novembre di quell'anno fu rilasciato l'album live A Ticket For Everyone, registrato durante il tour di marzo. Nello stesso periodo, i Busted iniziarono un nuovo tour, vincendo un record per essere la band ad avere il maggior numero di sold out consecutivi alla Wembley Arena: undici serate.

Alla fine del 2004 parteciparono al singolo di beneficenza natalizio Do They Know It's Christmas? per Band Aid, un progetto di raccolta fondi per combattere HIV e AIDS in Africa, la carestia in Sudan e per permettere aiuto sanitario in diversi paesi bisognosi. Fu poi pubblicato il primo DVD della band, che accompagnava il CD A Ticket For Everyone ed ha lo stesso nome. Il DVD contiene il loro concerto di Manchester, tre video musicali, fra cui quello della colonna sonora di Thunderbirds (ultimo video girato dai Busted), e molti contenuti extra come interviste, la preparazione del concerto e l'incontro con i fan.

In questo periodo, Simpson frequentò i Fightstar sempre più assiduamente, e questo causò tensioni all'interno della band, che arrivarono a livelli critici quando i Fightstar annunciarono di avere in programma un tour del Regno Unito. Il 24 dicembre 2004 Simpson telefonò al manager della band, dicendo di voler lasciare i Busted per potersi concentrare esclusivamente come frontman dei Fightstar. Secondo alcune dichiarazioni, Willis fu avvertito immediatamente, mentre Bourne ricevette una telefonata al riguardo mentre era in vacanza a fare snowboard.

Il 13 gennaio 2005 fu annunciata una conferenza stampa che si sarebbe tenuta il giorno dopo per discutere di questo tema. Il 14 gennaio 2005, al Soho Hotel di Londra, i Busted annunciarono pubblicamente la loro separazione, dichiarando che erano sempre stati d'accordo sul fatto che se uno qualunque di loro avesse deciso di lasciare la band, allora l'intera band si sarebbe sciolta.

Riguardo alla sua decisione di lasciare i Busted, nel 2009 Simpson rilasciò un'intervista alla rivista musicale Kerrang! in cui dichiarava che i Busted erano un'esperienza divertente e che era sempre andato d'accordo con gli altri membri, ma che la musica che producevano non lo soddisfaceva, secondo la visione che lui stesso aveva della musica che voleva creare.

2005–12: Progetti solisti e voci di reunion[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la separazione dei Busted, i membri si divisero tra vari progetti. Simpson, restando fedele alle proprie dichiarazioni, prese il posto a tempo pieno di leader dei Fightstar, producendo musica post-hardcore molto diversa rispetto a quella che aveva suonato con i Busted. Con i Fightstar rilasciò un EP, They Liked You Better When You Were Dead, e ben quattro album. Il primo album, Grand Unification, fu pubblicato il 13 marzo 2006 e i Fightstar furono nominati ai Kerrang! Awards come “Best British Newcomer” e “Best British Band”. Il secondo album, One Day Son, This Will All Be Yours, fu pubblicato nel 2007, seguito nel 2008 da una compilation di b-sides, Alternate Endings. Nel 2009 la band pubblicò il terzo album Be Human. Nel 2010 i Fightstar decisero di prendere una pausa, e Simpson fu in grado di concentrarsi sulla propria carriera solista. Il giorno di Natale del 2010 pubblicò il suo primo EP, When We Were Lions, mentre il suo primo album Young Pilgrim fu pubblicato il 15 agosto 2011, raggiungendo la sesta posizione in classifica. Parallelamente ai progetti con i Fightstar, Simpson pubblicò la compilation The Suffolk Explosion, prodotta dalla casa discografica di sua proprietà, Sandwich Leg Records, che conteneva esibizioni di varie band senza contratto.

Bourne decise di formare una band pop rock/pop punk nel 2005, che prese il nome di Son of Dork. Il nome del gruppo derivò da una citazione del film Problem Child (Piccola Peste) in cui in lingua originale viene urlato lo slogan "Son of Dork". La band registrò un album, Welcome to Loserville, nel 2005 e partecipò ad un tour sold out insieme ad altre famose band, tra cui Wheatus. I Son of Dork rilasciarono due singoli, Ticket Outta Loserville ed Eddie's Song, che ebbero un discreto successo. Annunciarono un secondo album, Lights Out, previsto per il 2007, ma a causa di problemi non specificati l'uscita dell'album fu posticipata ed in seguito annullata.

Quando poco dopo la band si sciolse, Bourne si concentrò sulla propria carriera solista, scrivendo canzoni sotto il nome d'arte Future Boy. Nel giugno del 2009 annunciò di aver cominciato a lavorare al suo primo album di musica elettronica, Volume 1, la cui prima parte fu pubblicata il 3 maggio 2010 e la seconda il 3 giugno 2010. Nel 2011 annunciò il secondo album Volume 2, che doveva essere pubblicato insieme al videogioco Space Travellers, ma la cui produzione fu interrotta a causa di problemi tecnici. Nel 2009 scrisse il suo primo musical, Loserville: The Musical, insieme ad Elliot Davis, con cui nel 2011 scrisse anche il musical Out There. Nel 2012 fece un breve tour acustico di 5 date nel Regno Unito, in cui cantò canzoni dei Busted, dei Son of Dork e del suo album solista. Nel 2013 formò un duo chiamato Bourne Insanity con suo fratello minore Chris, anch'egli musicista, con cui pubblicò il singolo Mohawk il 16 aprile 2013. Alla fine del 2013 annunciò di avere pubblicato segretamente altre canzoni con un'altra band, chiamata 88, formata insieme all'amico Eric Bazilian. Sempre nel 2013, annunciò di stare lavorando ad un nuovo musical, Murder at the Gates. Nel frattempo continuò a scrivere canzoni per altri artisti, tra cui McFly, Melanie C, JC Chasez, The Saturdays, Leon Thomas III, Jonas Brothers, The Vamps e 5 Seconds of Summer. In particolare, nel 2007 Bourne permise ai Jonas Brothers di fare delle cover di alcune canzoni dei Busted, Year 3000 e What I Go To School For, in cui i Jonas cambiarono varie parti del testo per renderle adatte al pubblico di bambini di Disney Channel. Inoltre, Bourne creò una linea di abbigliamento chiamata SicPuppy e fondò una casa discografica, SicPuppy Records, che nel 2007 diede la possibilità di suonare a band che non avevano un contratto. Tra il 2007 ed il 2008 fu inoltre uno dei principali autori delle canzoni presenti nella serie televisiva Britannia High.

Dopo lo scioglimento della band, Willis passò un breve periodo in riabilitazione a seguito di problemi con l'alcol, per poi intraprendere una carriera solista con la casa discografica Mercury Records. Nel 2006 registrò l'album Don't Let It Go to Waste, da cui furono estratti i singoli Up All Night, Hey Kid (presente nella colonna sonora di 'Stormbreaker' e 'John Tucker must die' - in Italia conosciuto come 'Il mio ragazzo è un bastardo' - per cui esiste anche una versione speciale del video) e 'Don't Let It Go to Waste'. Nel '2007' pubblicò il singolo 'Crash', cover della canzone di 'The Primitives', contenuto nella colonna sonora del film 'Mr.Bean's Holiday'. Nello stesso anno comparve a Celebrity MasterChef e partecipò al reality show I'm a Celebrity… Get Me Out of Here!, che vinse. Dopo essersi allontanato dalla sua casa discografica, si concentrò sulla carriera di presentatore televisivo. Nel 2007 e nel 2008 presentò vari eventi televisivi, tra cui due edizioni dei BRIT Awards e il red carpet dei BAFTA Awards 2008 insieme ad altre star, tra cui la moglie Emma Griffiths. Nel 2008 insieme alla moglie tornò a presentare I'm a Celebrity fino al 2009, quando nacque la sua prima figlia, Isabelle. Nello stesso periodo annunciò su Myspace di avere iniziato a scrivere canzoni con la sua band, che non aveva ancora un nome. Nell'ottobre del 2010 annunciò che avrebbe interpretato il ruolo di Nick in Flashdance: The Musical nel West End, e in seguito interpretò Chuck nel musical Footloose. Nel novembre del 2011 comparve in Big Brother's Bit on the Side con la moglie, e nello stesso mese nacque il suo secondo figlio, Ace. Tra il 2011 e il 2012 interpretò Fiyero nel musical Wicked nel West End e nel 2013 prese parte a West End Men insieme all'amico Lee Mead. Nel gennaio del 2014 interpretò Garth Stubbs nel telefilm Birds of a Feather, mentre a febbraio partecipò alla soap opera EastEnders nel ruolo di Luke.

Tra il 2009 ed il 2010 si diffusero varie voci su una possibile riunione dei Busted. Nell'ottobre del 2009, Willis annunciò su Twitter di avere iniziato a lavorare con Bourne e Simpson su alcuni progetti non specificati, per poi ritrattare pochi giorni dopo dichiarando che il progetto non avrebbe incluso Simpson a causa del comportamento tenuto in passato da quest'ultimo. Bourne smentì le voci di riunione dei Busted dicendo che avrebbe lavorato con Willis, ma per un'altra band. Nel 2010, varie fonti dichiararono che a seguito di un'offerta di un milione di sterline, i Busted si sarebbero riuniti per un tour ed un possibile nuovo album. Simpson smentì le voci del suo ritorno, dichiarando "I wish Matt and James all the best with their future projects but I want to make it unequivocally clear that I have no interest what-so-ever in re-joining Busted and I never will" (tradotto "Auguro a Matt e James tutto il meglio per i loro futuri progetti, ma voglio che sia chiaro in maniera inequivocabile che non sono assolutamente interessato a tornare nei Busted e non lo sarò mai").

2013–15: McBusted e Long Road Home[modifica | modifica wikitesto]

Tra il 19 ed il 22 settembre del 2013, all'incirca nel periodo durante il quale Simpson partecipò al Vans Warped Tour negli Stati Uniti, la band britannica McFly decise di celebrare il decimo anno di attività con una serie di concerti alla prestigiosa Royal Albert Hall di Londra. Durante questi concerti, Bourne e Willis fecero una breve apparizione a sorpresa, presentandosi come Busted, mentre Simpson aveva declinato l'invito a partecipare. Durante questa breve esibizione, i due, insieme ai quattro membri dei McFly, si presentarono al pubblico con il nome McBusted e suonarono tre pezzi: Year 3000, Air Hostess, e il singolo dei McFly Shine a Light. Fu allora che si diffusero voci su un possibile ritorno dei Busted. A seguito di queste esibizioni, che riscontrarono un grosso successo tra il pubblico, il 7 novembre 2013 fu annunciato che pochi giorni dopo ci sarebbe stata una conferenza stampa per parlare di progetti che riguardavano una possibile unione di Busted e McFly insieme.

Il 10 novembre 2013 Willis e Bourne, insieme ai quattro componenti dei McFly (Tom Fletcher, Danny Jones, Dougie Poynter ed Harry Judd) cambiarono le loro immagini del profilo su Twitter con altre che consistevano in un collage delle loro facce, facendo intendere che ci sarebbero stati progetti futuri che li coinvolgevano. Il giorno seguente fu annunciato che le due band sarebbero state in tour nelle arene per 11 date nel 2014 con il nome di McBusted. Dal gruppo rimase escluso Simpson, che tramite il suo profilo Twitter dichiarò che non avrebbe preso parte a questi progetti. Continuò, invece, con la sua carriera solista, scrivendo anche la colonna sonora del film Everyone Is Going To Die del 2013. In seguito alla sua dichiarazione di non voler partecipare, Simpson ricevette un pagamento da parte di Willis e Bourne, vendendo il suo terzo di proprietà sul nome dei Busted e permettendo quindi ai due di usarlo. Fu dichiarato al Daily Mirror che la decisione di Simpson era stata presa in condizioni pacifiche con gli altri membri, dopo una discussione tra i tre che aveva portato ad una soluzione che soddisfaceva tutti.

Il 14 novembre 2013 furono messi in vendita i biglietti per il tour dei McBusted, che furono esauriti in pochi minuti, e questo portò l'organizzazione ad aggiungere altre sei date a causa dell'alta richiesta, e altre date furono aggiunte in seguito. Infine, il tour risultò essersi ampliato fino a raggiungere ben 34 date, tra aprile e giugno del 2014. Il 15 novembre i McBusted fecero la loro prima apparizione televisiva a Children in Need 2013, suonando quattro canzoni. Il 24 novembre fu rilasciata una versione del singolo dei McFly Love is on the Radio, cantata da Bourne e Willis. Il 9 dicembre 2013, i McBusted annunciarono che sarebbero stati la band principale al British Summer Time Festival di Hyde Park il 6 luglio successivo. Lo show comprendeva altre star di fama internazionale, tra cui i Backstreet Boys.

Il 16 giugno 2014 i McBusted fecero il loro debutto internazionale, aprendo alcuni concerti dei One Direction durante il Where We Are Tour al posto dei 5 Seconds of Summer.

Il 4 agosto 2014, Simpson pubblicò il suo secondo album solista, Long Road Home, a cui seguì un tour di 13 date nel 2015, periodo durante il quale ribadì più volte di non avere interesse a riprendere l'attività insieme ai Busted.

Il 10 settembre fu annunciato Tourplay, un film del concerto dei McBusted, proiettato al cinema il 28 ottobre. Il 1 aprile 2015, Judd rivelò che i McBusted stavano lavorando ad un album. L'8 ottobre seguente, fu rilasciato il primo singolo, Air Guitar. Il primo (e attualmente unico) album omonimo, McBusted, fu pubblicato il 1 dicembre 2014 e ottenne la certificazione disco d'oro. Nel frattempo fu annunciato un secondo tour per il 2015, McBusted's Most Excellent Adventure Tour (abbreviato in M.E.A.T. Tour), che si tenne tra il 12 marzo ed il 22 aprile. Nello stesso anno, i McBusted tornarono ad aprire i concerti dei One Direction in Europa ed Australia durante l'On the Road Again Tour. In seguito, Fletcher dichiarò che i McBusted si sarebbero sciolti nel 2016 per permettere ai McFly di continuare con la loro attività.

2015–attuale: Ricongiungimento, Pigs Can Fly Tour e Night Driver[modifica | modifica wikitesto]

Agli inizi di ottobre del 2015, cominciarono a diffondersi voci che sostenevano che Simpson sarebbe presto tornato a fare parte dei Busted. Poco dopo fu diffusa su internet una fotografia che raffigurava tre sagome, che ricordavano quelle di Bourne, Willis e Simpson, con la dicitura che il 10 novembre ci sarebbe stata una conferenza stampa. Il 10 novembre 2015, i tre membri annunciarono di avere appianato le divergenze e che Simpson aveva ufficialmente ripreso il suo posto nella band, dopo aver segretamente scritto quattro nuove canzoni per il terzo album insieme a Bourne e Willis. Durante la stessa conferenza fu anche annunciato un tour nel Regno Unito previsto per il maggio del 2016. Durante la stessa conferenza, fu confermato lo scioglimento dei McBusted. Il 18 dicembre 2015 i Busted rilasciarono a sorpresa un video live, registrato agli Abbey Road Studios di Londra, che vede una nuova versione della loro canzone Meet You There.

Riguardo alla decisione di tornare nel gruppo, Simpson dichiarò di essere sempre stato sincero quando diceva di non voler tornare nei Busted, ma che a causa del cambiamento di alcune circostanze aveva cambiato idea. In seguito fu dichiarato che la band aveva iniziato a registrare il terzo album a Los Angeles all'inizio del 2016, e a marzo Bourne dichiarò che la band si stava riunendo per decidere il giorno d'uscita dell'album, previsto per l'autunno. Il 4 aprile 2016 fu ufficialmente annunciato che il tour avrebbe preso il nome di Pigs Can Fly tour. Il nome del tour deriva da una frase ripetuta spesso da Bourne: "There are more chances of pigs flying than Charlie coming back" (tradotto "Ci sono più probabilità che i maiali volino che Charlie ritorni -nei Busted-"). Il 25 aprile 2016 fu annunciato che a suonare la batteria durante il tour sarebbe stato il batterista sudafricano Cobus Potgieter. Il 3 maggio 2016 i Busted rilasciarono Coming Home, il loro primo singolo dopo 12 anni, disponibile in download digitale gratuito sul loro sito ufficiale.

Il Pigs Can Fly tour comprendeva inizialmente tredici date, ma a causa della vendita di ben 10,000 biglietti in solamente un'ora, si decise di aggiungere altre date. Durante il tour la band ha suonato 15 dei maggiori successi, il nuovo singolo Coming Home e due canzoni, chiamate Easy e One Of A Kind (quest'ultima originariamente era una canzone registrata da Bourne per il suo EP solista). Nello stesso periodo fu rivelato che la band aveva firmato un contratto discografico con l'etichetta East West Records. Il tour si concluse all'inizio di giugno 2016, e fu seguito da altre cinque date nel Regno Unito, due a luglio e tre a settembre, che si conclusero con un'esibizione al Fusion Festival il 4 settembre 2016. Il 14 luglio fu annunciato che il terzo album era stato completato.

Il 18 agosto 2016 fu annunciato dalla BBC un musical basato sulla storia dei Busted, intitolato What I Go To School For, e scritto da Bourne e dall'amico Elliot Davis. Il musical fu poi messo in scena al Theatre Royal Brighton quello stesso mese.

Il 9 settembre 2016 i Busted rivelarono che il nome del loro terzo album sarebbe stato Night Driver. I singoli estratti, oltre a Coming Home pubblicato a maggio, furono On What You're On il 30 settembre 2016 ed Easy il 18 ottobre 2016. Il 20 ottobre 2016 fu annunciato che a causa di problemi nella produzione, l'album sarebbe stato pubblicato il 25 novembre 2016, e non più l'11 novembre come annunciato inizialmente. Sempre il 20 ottobre fu pubblicato il videoclip di Easy.

Il 23 ottobre 2016, i Busted si esibirono insieme in televisione per la prima volta dopo dodici anni ad X Factor UK, dove cantarono il loro più grande successo, Year 3000. Il 18 novembre 2016, durante una live su Facebook, i Busted annunciarono di avere in programma un tour europeo e con tappa in Giappone previsto per il 2017, il primo in assoluto per la band. Le date europee sono poi state annunciate il 14 dicembre 2016.

A novembre 2016 furono pubblicati altri due video musicali per anticipare l'uscita di Night Driver: One Of A Kind il 12 novembre e Those Days Are Gone il 23 novembre. Night Driver fu poi pubblicato il 25 novembre 2016.

Nel febbraio 2017 fu annunciata Thinking Of You come secondo singolo ufficiale dall'album Night Driver. Il 18 marzo 2017 si è tenuto il primo concerto della band in Italia, al TunnelClub di Milano.

Membri[modifica | modifica wikitesto]

Membri principali[modifica | modifica wikitesto]

  • James Elliot Bourne – voce, chitarra ritmica, pianoforte, sintetizzatore (2000–2005, 2013–in attività)
  • Matthew James Willis – voce, basso (2000–2005, 2013–in attività)
  • Charles Robert Simpson – voce, chitarra solista, batteria, armonica (2001–2005, 2015–in attività)

Ex membri[modifica | modifica wikitesto]

  • Tom Fletcher – voce, chitarra (2002)
  • Owen Doyle – voce, basso (2000–2002)
  • Ki Fitzgerald – voce, chitarra (2000–2002)

Membri aggiuntivi attualmente in tour[modifica | modifica wikitesto]

  • Nick Tsang – chitarra (2016–in attività)
  • Ross Harris – batteria (2016–in attività)

Ex membri tour[modifica | modifica wikitesto]

  • Damon Wilson – batteria (2003–2004)
  • Chris Banks – tastiera (2003–2004)
  • Chris Leonard – chitarra (2003–2004)
  • Cobus Potgieter – batteria (2016)

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

La discografia dei Busted comprende tre album studio, un album live, una compilation, dieci singoli e undici video musicali.

L'album di debutto, Busted, fu rilasciato nel settembre del 2002 da Island Records, raggiunse la seconda posizione della Official Albums Chart e fu certificato triplo disco di platino. Dall'album furono estratti quattro singoli, What I Go to School For, Year 3000, You Said No e Sleeping With the Light On, che raggiunsero tutti la Top 3.

Dal secondo album, A Present for Everyone del 2003, furono estratti quattro singoli, Crashed the Wedding, Who's David? e Thunderbirds are Go!/3AM. L'album raggiunse la seconda posizione in classifica e fu certificato triplo platino.

Nel 2004 fu rilasciato l'album Busted (US), che conteneva canzoni estratte dai primi due. Nel novembre del 2004 fu rilasciato un album live, A Ticket for Everyone, insieme ad un DVD che comprendeva l'esibizione alla data di Manchester del loro tour del 2004.

Album[modifica | modifica wikitesto]

Data di Rilascio Titolo Etichetta
30 settembre 2002 Busted Island Records
17 novembre 2003 A Present for Everyone Island Records
1 novembre 2004 A Ticket for Everyone: Busted Live Island Records
12 ottobre 2004 Busted US Island Records
25 novembre 2016 Night Driver East West Records

EP[modifica | modifica wikitesto]

Data di Rilascio Titolo Etichetta
Dicembre 2003 Red Room Session EP Island Records
22 giugno 2004 Air Hostess EP Island Records

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Data Singolo Posizione classifica Album/EP
2002 What I Go To School For 3 Busted
2003 Year 3000 2 Busted
2003 You Said No 1 Busted
2003 Sleeping With The Light On 3 Busted
2003 Crashed The Wedding 1 A Present For Everyone
2004 Who's David? 1 A Present For Everyone
2004 Air Hostess 2 A Present For Everyone
2004 Thunderbirds Are Go / 3AM 1 A Present For Everyone
2004 She Wants To Be Me - A Present For Everyone
2015 Coming Home - Night Driver
2016 On What You're On - Night Driver

Tour[modifica | modifica wikitesto]

Busted[modifica | modifica wikitesto]

  • Busted: Tour (2002)
  • Busted: A Ticket for Everyone (2004)
  • Busted: A Ticket for Everyone Else (2004)
  • Busted: Pigs Can Fly Tour (2016)
  • Busted: Night Driver Tour (2017)

McBusted[modifica | modifica wikitesto]

Principali[modifica | modifica wikitesto]

  • McBusted: Busted & McFly (2014)
  • McBusted's Most Excellent Adventure Tour (2015)

Supporto[modifica | modifica wikitesto]

Influenze[modifica | modifica wikitesto]

I Busted sono stati citati come ispirazione da The Vamps, 5 Seconds of Summer e, in particolare Charlie Simpson, da Alessio Bernabei.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • L'insegnante di Willis a cui è dedicata What I Go To School For raccontò che a scuola lui era esattamente come nel video della canzone: non studiava molto, rideva continuamente, era divertente ed affascinante. Raccontò inoltre di essere stata molto sorpresa scoprendo che la canzone era stata dedicata a lei.
  • Willis frequentò la Sylvia Young Theatre School di Londra, in cui conobbe future star della musica britannica come Lee Ryan, Tom Fletcher ed Amy Winehouse (che apparentemente dichiarò di avere avuto una cotta per lui ai tempi della scuola).
  • Simpson frequentò la stessa scuola di Harry Judd, batterista dei McFly.
  • Tom Fletcher, leader dei McFly, ha più volte indicato Bourne come suo punto di riferimento nella scrittura di canzoni, dichiarando che quest'ultimo gli ha dato molti consigli su come imparare a scrivere.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità GND: (DE10332341-7
Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica