James Bourne

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
James Elliot Bourne
James Bourne 2016 (3).jpg
James Bourne nel 2016
NazionalitàRegno Unito Regno Unito
GenerePop
Pop rock
Pop punk
Musica elettronica
Synth pop
StrumentoChitarra, voce, pianoforte, tastiera, keytar, basso
Gruppo attualeBusted
Gruppi precedentiSon of Dork, McBusted
Sito ufficiale

James Elliot Bourne (Rochford, 13 settembre 1983) è un cantautore, compositore e polistrumentista britannico.

È principalmente conosciuto per essere il co-fondatore e principale compositore dei brani, nonché cantante, chitarrista e pianista del gruppo pop rock britannico Busted, dei quali fa parte insieme al bassista Matt Willis ed al chitarrista Charlie Simpson. Uno dei maggiori successi scritti da Bourne per i Busted è il brano Year 3000, reso popolare anche grazie ad una cover da parte del gruppo statunitense Jonas Brothers.

Tra il 2005 ed il 2007 fu anche cantante e chitarrista del gruppo pop punk Son of Dork, da lui fondato, ed in seguito pubblicò musica elettronica come solista, sotto il nome del suo alter ego, Future Boy. Tra il 2013 ed il 2015 fu anche un componente del supergruppo McBusted, insieme a Matt Willis ed alla band britannica McFly.

Come compositore, è conosciuto per numerosi musical, tra i quali il candidato agli Olivier Awards Loserville, e per la colonna sonora della serie televisiva Britannia High, oltre ad avere scritto dei brani per musicisti molto popolari come McFly, The Vamps, Backstreet Boys, Jonas Brothers e 5 Seconds of Summer.

Da dicembre 2019, come progetto parallelo ai Busted, ha annunciato l'intenzione di pubblicare musica come solista.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Infanzia e adolescenza (1983-1999)[modifica | modifica wikitesto]

James Elliot Bourne, conosciuto più frequentemente solo come James Bourne, nacque il 13 settembre 1983 a Rochford, parte della contea dell'Essex[1], da Peter Bourne, un venditore[2], e Maria Bourne. Quando aveva solamente dieci mesi, la famiglia si trasferì nel distretto di Southend-On-Sea, dove Bourne crebbe insieme ai genitori ed ai tre fratelli minori Nicholas, Melissa e Christopher.

Ben presto sviluppò una grande passione per la sitcom I Simpson, che nacque quando, vedendo il disegno della faccia di Bart sulla maglia di un ragazzo, gli chiese di quale personaggio si trattasse. Cominciò così a seguire tutto ciò che riguardava i Simpson, inclusa la musica. All'età di sei anni, ascoltò per la prima volta il brano "Do the Bartman" dell'album The Simpsons Sing the Blues, dove viene brevemente citato Michael Jackson ("If you can do the Bart, you're bad like Michael Jackson"). Ciò incuriosì Bourne, che cominciò a fare delle ricerche sul Re del Pop e si innamorò immediatamente della sua musica, sognando di diventare come Jackson[2].

All'età di dieci anni, Bourne assistette ad un concerto del Dangerous Tour di Jackson[3], e fu in quel momento che decise di voler essere un musicista[4]. La sua volontà di fare musica fu anche ispirata dal personaggio di Marty McFly nel film Ritorno al Futuro[1], film preferito di Bourne, nel quale il protagonista faceva parte di un gruppo musicale e suonava spesso la chitarra. Fu così che quando a scuola - la scuola elementare privata Alleyn Court Prep di Southend - gli fu data la possibilità di imparare a suonare uno strumento, Bourne, ormai determinato a diventare un musicista, scelse la chitarra, e si appassionò al punto da esercitarsi con impegno tale da non smettere fino a quando le sue dita cominciavano a sanguinare[2]. In seguito si iscrisse alla scuola privata Thorpe Hall School[5][6].

All'età di dieci anni, fece un'audizione per ottenere un ruolo in una produzione locale del musical Oliver!, che superò, ottenendo il ruolo principale[2]. Ad undici anni, nel 1994, Bourne si presentò alle audizioni per lo stesso musical[1], ma questa volta del West End, il luogo più importante in cui vengono messi in scena musical in lingua inglese, insieme a Broadway. In questa occasione, riuscì ad ottenere il ruolo di Kipper[7][8], un bambino appartenente alla gang di Fagin. Siccome quello fu l'anno in cui fu istituito il cast originale del revival londinese, Bourne partecipò anche all'incisione della colonna sonora ufficiale del musical[9] ricoprendo il ruolo di Kipper. L'anno seguente, nel 1995, fu richiamato nel West End per partecipare al musical, questa volta ricoprendo il ruolo del protagonista Oliver Twist[1].

Tra il 1995 ed il 1996, Bourne fondò la sua prima band, per la quale scelse il nome Sic Puppy. La band, composta da Bourne e da due suoi amici, Nick e Jeremy, non aveva un bassista, e si esercitava nella camera da letto di uno dei tre componenti. Quando le cose iniziarono a farsi più serie, i tre trovarono un bassista, Stewart. Con il tempo, però, i quattro persero interesse, e la band si sciolse.

Determinato a diventare un musicista, a tredici anni Bourne si iscrisse alla scuola di arti dello spettacolo Morgan Academy of Performing Arts, in cui si studiavano musica, recitazione e danza[4]. Tra i suoi compagni di scuola, c'era la futura attrice britannica Kara Tointon[2]. Cominciò a studiare musica, imparando a suonare diversi strumenti[10], tra cui chitarra e pianoforte.

Durante l'infanzia e l'adolescenza, Bourne sostenne numerose audizioni, che gli permisero di lavorare a vari progetti al fianco del futuro amico e collega Tom Fletcher[11].

Termites, primi Busted (1999-2001)[modifica | modifica wikitesto]

Nell’inverno del 1999 Bourne, all’età di sedici anni, si presentò ad un’audizione per una nuova band a Londra, presieduta dal manager statunitense Richard Rashman, della Prestige Management. In quell'occasione, Bourne non riuscì a superare l’audizione, ma Rashman rimase molto colpito dal suo talento[2].

Nel corso di tutto l’anno seguente, Rashman rimase in contatto con Bourne, e lo incoraggiò a continuare a scrivere canzoni. Bourne si iscrisse così all’università, al South East Essex college, in Essex[12], per studiare Tecnologia Musicale, in modo da imparare a produrre da solo i suoi brani. Nel brano autobiografico "It Happens" dei Busted, Bourne racconta come all'università non trovò molti amici, poiché preferiva restare a casa ad esercitarsi a suonare piuttosto che uscire. In quel periodo, continuò a lavorare come attore[13], usando i soldi guadagnati per pagare la strumentazione necessaria a registrare la propria musica.

A gennaio del 2001, Rashman mise Bourne in contatto con altri due musicisti di nome Ki Fitzgerald e Owen Doyle, nella speranza che potessero lavorare insieme. Poco tempo dopo, Rashman chiese a Matt "Mattie" Jay Willis, un altro giovane musicista che era stato rifiutato all'audizione del 1999, di andare a casa di Bourne nel Southend per ascoltare le canzoni sulle quali aveva lavorato. Bourne e Willis si riconobbero da alcune audizioni e concerti, ed andarono subito d'accordo[4][2]. I quattro ragazzi, trovando affinità sul piano musicale, decisero di formare una band, che chiamarono Termites.

A marzo del 2001, i Termites firmarono un contratto con la Prestige Management, e durante le vacanze di Pasqua, Bourne decise di lasciare definitivamente l'università per potersi concentrare sulla propria carriera musicale, pur non avendo un contratto discografico.

Nel corso del 2001, la band cambiò nome in Buster, e durante una telefonata della sorella di Fitzgerald, che chiamò un programma in diretta condotto dalla Spice Girl Geri Halliwell, il nome venne citato erroneamente come Busted, e non fu più cambiato.

Dopo aver scritto musica insieme a Willis per buona parte dell'estate, Bourne si trasferì insieme al resto della band all’InterContinental Hotel di Londra, per registrare la prima demo del gruppo. Le registrazioni definitive, però, tardarono ad arrivare, e Bourne e Willis ebbero numerosi contrasti con Fitzgerald e Doyle riguardo il genere musicale che volevano dare alla nuova band. Le discussioni diventarono così frequenti che ad ottobre decisero tutti di interrompere il contratto con la Prestige Management[2].

Pochi giorni dopo, l’assistente di Rashman, Matthew “Fletch” Fletcher, telefonò a Bourne per convincerlo a tornare alla Prestige. Bourne scoprì che anche a Willis era stata fatta la stessa offerta, e decisero di continuare, ma senza Doyle e Fitzgerald. Il primo nucleo dei Busted si sciolse ufficialmente l’8 ottobre 2001.

Busted (2001-2005)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Busted (gruppo musicale).

Dopo lo scioglimento della band, Bourne e Willis, rifiutarono l'offerta di continuare come un duo e decisero di formare un trio, ispirandosi a gruppi musicali come i Blink-182. Prima della fine di ottobre del 2001, con l'aiuto della Prestige Management pubblicarono due annunci sulle riviste Stage e New Musical Express (NME) per fare pubblicità a delle audizioni[2].

Tramite le audizioni, la band fu completata con due nuovi componenti: Tom Fletcher, che rimase con la band per un breve periodo, e Charlie Simpson.

A febbraio del 2002, Bourne si trasferì definitivamente a Londra insieme a Willis e Simpson, in un appartamento nel complesso di Princess Park Manor. Un mese dopo, i Busted firmarono un contratto discografico con la Universal, che fu il secondo contratto più costoso di sempre per la casa discografica, dopo quello con gli U2[2].

Tra il 2002 e la fine del 2004, i Busted pubblicarono tre album che contenevano enormi successi, che portano tutti la firma di Bourne, e vinsero numerosi premi, tra i quali un Guinness World Record come prima band ad avere i primi tre singoli debuttati alle posizioni 3, 2 e 1, due BRIT Awards, ed un record per il maggior numero di concerti consecutivi a Wembley. Inoltre, parteciparono al singolo di beneficenza natalizio "Do They Know It's Christmas?" per Band Aid, girarono un documentario televisivo trasmesso su MTV, e recitarono in un film per la televisione, A Christmas for Everyone. Tra i loro più grandi successi, i Busted ottennero otto singoli nella top 10 nazionale, tra cui quattro in prima posizione in classifica – You Said No, Crashed the Wedding, Who's David? e Thunderbirds Are Go. Una delle canzoni considerate più rappresentative della band è "Year 3000"[10].

I Busted si sciolsero ufficialmente il 14 gennaio 2005, con una conferenza stampa al Soho Hotel di Londra, in quanto Charlie Simpson aveva scelto di interrompere il lavoro con i Busted per concentrarsi su un'altra band.

Son of Dork (2005-2007)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Son of Dork.

Quando i Busted si sciolsero nel 2005, Bourne, sotto shock, rimase nel proprio appartamento per oltre un mese, giocando solo ai videogiochi, vivendo di rendita grazie ai diritti delle canzoni dei Busted[14]. In seguito, decise di spostarsi tra il Regno Unito e gli Stati Uniti, in particolare le città di New York[10], Nashville e Los Angeles[15], dove ritrovò l'ispirazione e ricominciò a scrivere musica. In quel periodo, riuscì anche ad incontrare Michael Jackson[16]. Nel maggio del 2005, annunciò di avere cominciato ad organizzare delle audizioni per formare una nuova band[13], le quali vennero pubblicizzate sulle riviste di musica NME e Stage con l'aiuto dei manager. Ancora prima di trovare tutti i nuovi componenti, Bourne aveva già composto quattro nuove canzoni. Bourne stesso trovò anche un produttore per la sua nuova band, premio Grammy Gil Norton[2]. Nel settembre del 2005 fu annunciato che la band era finalmente al completo, e che si sarebbe chiamata Son of Dork, nome ispirato ad una battuta del film Piccola Peste[17][18]. Oltre a Bourne, i membri erano Chris Leonard - ex chitarrista di supporto ai Busted - Steve Rushton, David Williams e Danny Hall.

La band si esibì per la prima volta al Party In The Park di Oxford ed al Free At The Dee ad Aberdeen. A novembre del 2005 i Son of Dork pubblicarono il primo singolo "Ticket Outta Loserville", che raggiunse la terza posizione in classifica[10]. Durante una trasmissione televisiva fu rivelato che Bourne aveva scritto la canzone solamente due settimane dopo lo scioglimento dei Busted. Il primo album della band, Welcome To Loserville, fu pubblicato due settimane dopo il singolo. L'album fu registrato nello stesso studio in cui i Fightstar, band dell'ex collega e membro dei Busted Charlie Simpson, avevano registrato l'album Grand Unification[13].

A gennaio del 2006 fu pubblicato il secondo singolo, "Eddie's Song", che raggiunse la top ten. Il terzo singolo, "We're Not Alone", fu scritto per la colonna sonora del film Alien Autopsy di Ant & Dec. Durante le riprese del video, e nel mezzo della stesura del secondo album, i membri della band annunciarono di avere perso interesse nel progetto. I Son of Dork si esibirono per l'ultima volta a febbraio del 2007 come band di supporto ai Bowling For Soup, per poi cancellare il tour previsto per maggio del 2007. David Williams lasciò la band a luglio del 2007, seguito da Chris Leonard ad ottobre dello stesso anno. Poco a poco, Bourne e Hall rimasero gli unici componenti[10]. Non fu mai annunciato uno scioglimento ufficiale, ma i Son of Dork dichiararono una pausa a partire dal 2007, nonostante Welcome To Loserville avesse ottenuto un disco d'oro[19].

L'alter ego Future Boy, Call Me When I'm 18 e primi passi da solista (2008-2012)[modifica | modifica wikitesto]

Dopo i Son of Dork, nel 2008 Bourne si trasferì definitivamente in America[20], a Los Angeles[21] per concentrarsi sul futuro della propria carriera. Tra il 2008 ed il 2010 scrisse canzoni per diversi artisti americani[13], decidendo infine di intraprendere un progetto solista. Riguardo la musica, Bourne dichiarò che il panorama musicale americano gli fece bene, perché mentre in Inghilterra era visto come qualcuno che non aveva un futuro, negli Stati Uniti aveva molte possibilità[14].

Volendosi distaccare dalla propria immagine di musicista pop rock per una musica più elettronica, scelse un alter ego con il nome d'arte Future Boy ispirandosi al suo film preferito, Ritorno al Futuro. Nel giugno del 2009 annunciò di avere iniziato a lavorare al suo primo album, che dichiarava essere completamente elettronico. L'album solista di debutto, Volume 1, fu prodotto e mixato da Bourne insieme al musicista americano Tommy Henriksen.

Nel febbraio del 2009, Bourne annunciò sul suo profilo Myspace di avere formato la band Call Me When I'm 18 insieme ad Ollie Kinski[13]. La band aveva uno stile pop rock, e pubblicò tre brani completamente nuovi, "Dumbstruck", "Break It" e "Gone", oltre ad una cover di una canzone inedita del secondo album dei Son of Dork, "Go Home Monday". La band si sciolse nel 2011.

Nel frattempo, la prima parte dell'album di Future Boy, Side A, fu pubblicata il 3 maggio 2010, mentre la seconda, Side B, il 1 giugno 2010. In seguito, il 3 giugno 2010, l'album fu pubblicato integralmente per il download digitale sul sito web ufficiale di Future Boy. La copertina fu disegnata dall'artista Paul Karslake.

Volume 2 fu annunciato nel febbraio del 2011 in concomitanza con l'uscita del videogioco per Facebook Space Travellers, prevista per il 3 maggio successivo, ma a causa di alcuni problemi, l'album ed il videogioco, fortemente voluti da Bourne, non sono ancora stati pubblicati.

Nel 2012, Bourne annunciò durante un'intervista radiofonica di stare lavorando ad un EP solista che non aveva niente a che fare con il progetto Future Boy. Durante l'intervista, fece ascoltare alcune canzoni, tra cui "Beautiful Girls are the Loneliest", "Gone "e "One of a Kind", spiegando che progettava di pubblicare l'EP nell'estate dello stesso anno. Nello stesso anno organizzò un tour, andato sold-out, in 5 città del Regno Unito: Londra, Manchester, Glasgow, Islington e Birmingham, a cui aggiunse qualche data in Spagna. Durante i concerti suono pezzi dei Busted, Son of Dork ed anche alcune canzoni del progetto Future Boy, e fu supportato da amici e parenti, tra cui Matt Willis e la moglie Emma.

The Bourne Insanity, 88 e McBusted (2013-2016)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: McBusted.

All'inizio del 2013, Bourne formò un duo insieme al fratello minore Chris, che fu chiamato The Bourne Insanity. I due pubblicarono un unico brano, "Mohawk", il 16 aprile 2013, scritto da Chris e cantato da James. In seguito, Chris dichiarò più volte che esiste del materiale mai pubblicato che potrebbe prima o poi vedere la luce.

Nello stesso anno, Bourne dichiarò di avere pubblicato della musica "segreta" insieme all'amico Eric Bazilian. In seguito, si scoprì che i due avevano scelto per il gruppo il nome 88, ed avevano pubblicato alcuni brani, tra i quali i singoli "Angels Walk Beside You" e "Miss the Girl".

Sempre nel 2013, Bourne fu fatto salire sul palco durante la data di Manchester del Memory Lane tour dei McFly, dove si esibì con un'improvvisazione musicale[22], suonando diversi brani dei Busted in versione acustica. Il successo dell'esibizione fu incredibile, al punto che da quel momento si iniziò a parlare di unire McFly e Busted[23]. Oltre a Bourne, anche a Matt Willis e Charlie Simpson fu chiesto di unirsi al nuovo "supergruppo", ma Simpson rifiutò.

Il 1 dicembre 2014 i McBusted pubblicarono un album omonimo, che conteneva molte canzoni inedite scritte con il contributo di Bourne, insieme ad alcune tracce, come "What Happened To Your Band" e "Beautiful Girls are the Loneliest", che inizialmente erano state scritte per altri progetti, rispettivamente per i Son of Dork e per l'album solista di Bourne.

I McBusted pubblicarono un album e si esibirono in due tour, prima di sciogliersi definitivamente nel 2016.

Reunion dei Busted e seconda carriera solista (2015-presente)[modifica | modifica wikitesto]

Dopo i due tour ed il grande successo dei McBusted, Bourne e Willis contattarono Simpson e scrissero canzoni in segreto per diverso tempo. Il 10 novembre 2015, i tre tennero una conferenza stampa per annunciare il ritorno dei Busted, insieme ad un tour nel Regno Unito previsto per il maggio del 2016.

In questa seconda fase, i Busted rilasciarono una nuova versione live del loro popolare brano "Meet You There", che diventò una sorta di inno per celebrare il loro ricongiungimento, ed il 3 maggio 2016 pubblicarono "Coming Home", il loro primo singolo dopo 12 anni. Durante i concerti vennero svelate altre canzoni, scritte inizialmente per l'album solista di Bourne: "Easy" e "One Of A Kind". Il 25 novembre 2016 fu pubblicato il terzo album Night Driver.

All'inizio del 2017, i Busted intrapresero un tour europeo per promuovere Night Driver, denominato Night Driver Tour. Per la prima volta, la band si esibì anche in Italia, al TunnelClub di Milano, il 18 marzo 2017, con il musicista Luca Chikovani in apertura.

Il 9 novembre 2017, per celebrare la reunion dei Busted, Bourne pubblicò da solista il brano "Pigs Can Fly".

Il 1 febbraio 2019 fu pubblicato il quarto album sarebbe stato chiamato Half Way There (in riferimento al testo della canzone "Year 3000", che lascia intendere che nell'anno 3000 i Busted avranno rilasciato sette album, pertanto il quarto album sarebbe quello centrale, ovvero "a metà del percorso"), con i brani “Nineties”, “Race To Mars”, "Reunion", "All My Friends", "Radio" e "What Happened to Your Band". Quest'ultimo è un brano scritto da Bourne in seguito allo scioglimento dei Busted nel 2005, ispirato da una donna che viveva nel suo stesso quartiere che gli chiedeva spesso che fine avesse fatto la sua band, ovvero i Busted.

Il 31 dicembre del 2019, Bourne annunciò tramite il suo profilo twitter di stare lavorando ad un nuovo album come solista ma, a differenza del progetto Futureboy, disse di non essere intenzionato ad utilizzare uno pseudonimo[24]. Lo stesso giorno, cominciò a rivelare i titoli dei nuovi brani tramite una serie di post sul suo profilo Instagram[25]: "Unknown", "Time Kills Us All", "Somebody Else's Problem", "Batman's House", "Drive", "Safe Journey Home" ed "Everyone Is My Friend". Sempre tramite twitter, continuò a rilasciare informazioni sull'album nei mesi successivi, dichiarando di apprezzare in particolare il brano "Time Kills Us All"[26], e che i nuovi brani avrebbero avuto lo stesso stile del brano "It Happens" dall'album Half Way There dei Busted[27].

Dichiarò inoltre che i Busted si sarebbero presi una pausa per permettergli di concentrarsi sulla sua carriera solista[28]. La pubblicazione dell'album è prevista, secondo Bourne, per l'estate 2020[29].

Il 26 gennaio 2020 si esibì come solista al Sundance Film Festival, durante il quale suonò in anteprima tutte le nuove canzoni del nuovo album.

Il 24 febbraio 2020, Bourne annunciò su twitter che il suo primo singolo da solista sarebbe stato pubblicato ad aprile dello stesso anno, entro sette settimane, facendo intuire che la data di pubblicazione sarebbe stata intorno al 10 aprile 2020. Il 29 febbraio, annunciò tramite twitter che il suo album era in corso di masterizzazione[30].

Musical[modifica | modifica wikitesto]

Oltre alla carriera discografica, Bourne è anche il co-creatore di alcuni musical. Essendo promotore della Youth Musical Theatre (al fianco di nomi come Ed Sheeran, Peter Duncan e Zoe Wanamaker), ha scritto Loserville e Out There su loro commissione.

Loserville[modifica | modifica wikitesto]

Nel febbraio 2009, Bourne scrisse insieme all'amico Elliot Davis il musical in due atti Loserville, basato sulle canzoni dei Son of Dork. La storia si svolge in una cittadina di nome Loserville nel 1971 e racconta le vicende del "nerd" diciassettenne Michael Dork. Della produzione, Bourne dichiarò che la sua canzone preferita era Genius[31].

La prima rappresentazione fu al South Hill Park Arts Centre, a Bracknell, il 20 agosto. Nell'estate del 2012 il musical fu messo in scena al West Yorkshire Playhouse di Leeds, ed arrivò al Garrick Theatre nel West End il 1 ottobre, dopo ben tre anni dall'inizio del progetto. Loserville fu il primo ed unico musical prodotto da YMT a debuttare nel West End. Il musical ottenne un successo tale da consentire una nomination agli Olivier Awards[32], il riconoscimento britannico più prestigioso per le produzioni teatrali, paragonabile ai Tony Awards statunitensi.

La produzione originale, che vedeva la partecipazione dell'ex membro dei Son of Dork Danny Hall alla batteria e del cantante Lil' Chris, fu conclusa il 5 gennaio 2013. Attualmente, la produzione è concessa a livello amatoriale e professionale da Josef Weinberger Ltd.

Out There[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2011, a Bourne e Davis fu commissionato un secondo musical originale, Out There. Il musical, inizialmente ambientato nel 1969, racconta la scomparsa dell'astronauta Newman Carter in seguito alla morte della moglie Hope. Quarant'anni dopo, il nipote di Newman, il criminale Logan Carter, è in fuga verso la cittadina immaginaria di Hope, in Texas. Nella storia, Carter si ritrova in una cittadina i cui abitanti sono in crisi finanziaria, mentre il misterioso vecchio Ned Thomas sta costruendo qualcosa nel deserto a poche miglia di distanza[33].

La prima rappresentazione fu in un piccolo teatro di Londra, ed in seguito il musical fu rappresentato con il cast originale per vari giorni ai Riverside Studios di Hammersmith, a Londra, con nuove canzoni. Questi spettacoli furono possibili solamente grazie ad una campagna di raccolta fondi, e furono messi in scena nonostante non fosse stato raggiunto il limite minimo prefissato di 15,000 sterline.

Come per Loserville, anche questa produzione è concessa a livello amatoriale e professionale da Josef Weinberger Ltd.

What I Go To School For[modifica | modifica wikitesto]

Il 18 agosto 2016 fu annunciato dalla BBC un musical basato sulla storia dei Busted, intitolato What I Go To School For, e scritto da Bourne e dall'amico Elliot Davis. Il musical fu poi messo in scena al Theatre Royal Brighton quello stesso mese.

Murder at The Gates[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2013, Bourne annunciò di aver iniziato a lavorare ad un nuovo musical al fianco del drammaturgo Steven Sater, già famoso per aver vinto un Tony Award per il musical Spring Awakening. In questo caso, Bourne si è occupato solamente della parte musicale, principalmente in stile rock[34], mentre Sater ha avuto il ruolo di paroliere per le canzoni ed ha scritto la storia.

Il musical racconta di una ragazza, Cameron, che vive in una comunità di persone ricche ed influenti. Per farle una sorpresa di compleanno, il padre di Cameron organizza nella propria villa una festa in maschera con delitto, prima di partire per una vacanza e lasciare la figlia sola a casa. Tutte le ex amiche della ragazza vengono invitate nella grande villa isolata dal resto del mondo, e quando il delitto accade, questo si rivela essere vero, ma nessuno può lasciare la casa a causa di una tempesta. Tutti gli invitati restano così intrappolati nella villa insieme ad un misterioso assassino.

Nel settembre del 2013 il musical fu rappresentato per la prima volta a New York dagli studenti della NYU, per testare l'efficacia dello spettacolo[35]. In seguito fu rappresentato da attori professionisti.

Lo spettacolo è stato rappresentato nei teatri britannici nell'aprile 2019[36].

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Busted[modifica | modifica wikitesto]

Son of Dork[modifica | modifica wikitesto]

Future Boy[modifica | modifica wikitesto]

  • 2010: Volume 1

McBusted[modifica | modifica wikitesto]

  • 2014: McBusted

Album live[modifica | modifica wikitesto]

Busted[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

  • London's Burning – serie TV, episodio 13x14 (2001) – Paul[37]
  • Busted: A Christmas for Everyone – film TV (2003) – James

Documentari[modifica | modifica wikitesto]

  • 25 Years of Smash Hits – documentario TV (2003) – se stesso
  • America or Busted – serie TV (2004) – se stesso
  • UK Music Hall of Fame: Biggest Selling Artists of the 21st Century – documentario TV (2005) – se stesso
  • This Is David Gest – serie TV, episodio 01x05 (2007) – se stesso
  • Britannia High – serie TV, 2 episodi (2008) – se stesso
  • Fearne and McBusted – documentario TV, 2 episodi (2014) – se stesso
  • Wheatus, You Might Die – in produzione – se stesso

Concorrente[modifica | modifica wikitesto]

  • Innuendo Bingo – serie YouTube BBC Radio 1, episodio 07x08 (2017) – se stesso

Presentatore[modifica | modifica wikitesto]

  • Ant & Dec's Saturday Night Takeaway – programma TV, 1 episodio (2015) – se stesso

DVD live[modifica | modifica wikitesto]

  • Busted Live: A Ticket For Everyone (2004) – se stesso
  • McBusted Live at the O2 (2014) – se stesso
  • Mcbusted: Most Excellent Adventure Tour Live At The O2 (2015) – se stesso
  • Busted: Pigs can Fly (2017) – se stesso

Stile musicale[modifica | modifica wikitesto]

Bourne è un polistrumentista. Tra gli strumenti che è in grado di suonare, figurano chitarra acustica ed elettrica, pianoforte, basso, batteria e keytar. Tra tutti questi strumenti, secondo Bourne stesso, il suo strumento di forza è il pianoforte[4]. Nel corso della sua carriera solista, Bourne ha dimostrato di possedere doti anche nel creare musica elettronica. Ha spesso citato Michael Jackson come sua principale influenza.

Compositore[modifica | modifica wikitesto]

Oltre ad aver contribuito a scrivere la maggior parte delle canzoni di tutte le band di cui ha fatto parte, Bourne ha scritto anche musica per altri artisti.

Bourne, grande amico e mentore di Tom Fletcher, leader della band McFly, contribuì a scrivere a quattro mani con quest'ultimo diverse tracce dei primi quattro album dei McFly (Room on the Third Floor, Wonderland, Motion in the Ocean e Radio:Active). Scrisse anche per artisti del calibro di Melanie C (per cui ha scritto la canzone Immune), Jonas Brothers e JC Chasez[13], ed anche per le girlband The Saturdays e The Lunabelles.

Bourne figura anche come autore della colonna sonora della serie tv Britannia High, e scrisse per volti della televisione per ragazzi, tra cui Leon Thomas III (in Please Don't Change Your Mind) e Miranda Cosgrove (per cui ha scritto la canzone Brand New You).

Alcune tra le maggiori band che possono vantare il contributo di Bourne sono Jonas Brothers, The Vamps e 5 Seconds of Summer.

Nel 2012, Bourne ricevette numerose chiamate dalla Syco, e gli fu offerto di scrivere canzoni per i One Direction, ma Bourne decise di non accettare, poiché secondo lui è necessario essere grandi fans di un gruppo per poter scrivere per loro, altrimenti si tratta solamente di una questione di soldi, e lui non voleva che la sua musica fosse ridotta solo a questioni di soldi[38].

Segue una lista parziale di canzoni scritte interamente o con il contributo di Bourne per altri artisti.

2004

  • Five Colours in her Hair - McFly
  • Obviously - McFly
  • That Girl - McFly
  • She Left Me - McFly
  • Down by the Lake - McFly
  • Unsaid Things - McFly
  • Surfer Babe - McFly
  • Broccoli - McFly
  • The Guy Who Turned Her Down - McFly
  • Get Over You - McFly
  • Chills in the Evening - V

2005

2006

  • Lonely - McFly
  • We are the Young - McFly

2007

  • Yesterday Is Calling - William Tell
  • Great Escape - Pat Monahan
  • Miss Sweden - Swedish Amateurs
  • Immune - Melanie C

2008

2009

2010

2011

2013

  • My TVR - McFly
  • Love is on The Radio - McFly

2014

2015

  • Shadow of the Sun - Aranda

Altre canzoni scritte da Bourne (pubblicate e non, lista rilasciata dalla EMI)

  • All I Know - scritta da James Bourne
  • Nothing Like I Do - scritta da James Bourne
  • Road Trip - scritta da James Bourne
  • Smart Alecs (Main Title/Cues) - scritta da James Bourne
  • SmartAlecs - scritta da James Bourne
  • Space Ice Cream - scritta da James Bourne
  • Whirlwind At Your Feet - scritta da James Bourne
  • All Over The Town - scritta da James Bourne, Tom Fletcher
  • Count To One - scritta da James Bourne, Owen Doyle
  • Crying Awake - scritta da James Bourne, Tom Fletcher
  • Hands Tied - scritta da James Bourne, Charlie Simpson
  • Just Couldn't Win - scritta da James Bourne, Charlie Simpson & Matt Willis
  • Missing You - scritta da John McLaughlin, James Bourne, Steve Robson, Charlie Simpson, Matt, Lim Wen
  • She Knows - scritta da John McLaughlin, James Bourne, Steve Robson, Charlie Simpson, Matt Willis
  • Spacewalker - scritta da James Bourne, Owen Doyle, Kiley Fitzgerald, Matthew Sargent
  • Tears - scritta da James Bourne, The Matrix
  • Wannabe Celebrity - scritta da James Bourne, Charlie Simpson & Matt Willis
  • Already Gone - scritta da Jacob Schulze, James Bourne, Savan Kotecha
  • Baywatch Girl - scritta da James Bourne, Pete Woodroffe, Charlie Grant
  • Believe - scritta da James Bourne, Aaron Kamm Kamin
  • Breathing Room - scritta da Jacob Schulze, James Bourne, Savan Kotecha
  • Can't Get Over - scritta da James Bourne, Mark Hudson, Mark Hall
  • Complicated - scritta da Jacob Schulze, James Bourne
  • Girls Of Summer - scritta da Savan Kotecha, James Bourne, Andreas Carlsson
  • Give In - scritta da James Bourne, Aaron Kaman
  • Hoping For Disaster - scritta da James Bourne, Aaron Kamm Kamin
  • How To Succeed In The Music Industry - scritta da Amund Bjorklund, Espen Lind, James Bourne
  • Leave This World Behind - scritta da James Bourne, Paul Barry
  • Magnetic - scritta da James Bourne, Pete Woodroffe
  • No Casanova - scritta da Amund Bjorklund, Espen Lind, James Bourne
  • Obvious Tonight - scritta da Amund Bjorklund, Espen Lind, James Bourne
  • Perfect - scritta da James Bourne, Savan Kotecha, Pete Woodroffe, Charlie Grant
  • Rise Again - scritta da Jacob Schulze, James Bourne, Savan Kotecha
  • Sanity - scritta da Christopher Kenneth Braide, James Bourne
  • Seattle Rain - scritta da James Bourne, Pat Monahan
  • Somebody Save Me - scritta da James Bourne, PJ Smith, William Tell
  • The Way The Wind Blows - scritta da Jacob Schulze, James Bourne
  • This Guy Is Crazy - scritta da James Bourne, Jake Gosling, Chris Leonard, David Gest
  • Travel Back In Time - scritta da James Bourne, Pete Woodroffe, Charlie Grant
  • Unemotional - scritta da James Bourne, Savan Kotecha, Andreas Carlsson
  • When You Say You Love Me - scritta da Jacob Schulze, James Bourne
  • Window Seat - scritta da James Bourne, Savan Kotecha, Andreas Carlsson
  • Yesterday Is Calling - scritta da James Bourne, PJ Smith, William Tell (iTunes bonus track in William Tell - You Can Hold Me Down)
  • You - scritta da James Bourne, Aaron Kamm Kamin

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

I suoi genitori sono Peter e Maria Bourne. Ha 3 fratelli minori: Nick, nato nel 1985, Melissa, nata nel 1989, e Chris, nato nel 1992. Nick partecipò ai video dei Busted You Said No e Who's David, mentre Chris, anch'egli musicista, interpretò Peter, il bambino che guida la macchina del tempo, nel video musicale di Year 3000 dei Busted.

A tredici anni cominciò a frequentare la compagna di scuola e futura attrice Kara Tointon[39][2], ma la relazione finì nel 2001. I due ricominciarono a frequentarsi nuovamente per 18 mesi tra il 2002 ed il 2004[40]. La relazione finì in termini pacifici ad agosto del 2004[39], ma la notizia emerse solo pochi giorni dopo lo scioglimento dei Busted nel 2005[4], ed i giornali raccontarono che Tointon frequentava Bourne solo per diventare famosa. Al riguardo, ci fu una dichiarazione: "La rottura con Kara è amara dopo l'inferno delle ultime settimane. Lui pensava che lei ci sarebbe stata per lui quando le cose -con i Busted- sono finite, ma lei aveva altri piani. L'ha usato platealmente per diventare famosa"[41]. Invece, Bourne è ancora attualmente legato a Tointon, ed i due si contattano regolarmente e vivono ancora nello stesso quartiere di Southend-On-Sea[39].

Nel 2006, Bourne iniziò una lunga relazione con la musicista americana Gabriela Arciero, terminata nel 2014. Nello stesso anno cominciò a frequentare la cantante Portia Conn, mentre tra il 2016 e il 2017 ebbe una relazione con la modella Cristin "Kiki" McCleary.

Nel 2017 conobbe, tramite il fratello Chris, Emily Canham, vlogger inglese da oltre un milione di iscritti e brand ambassador per marchi come L’Oreal, Rimmel e Disney. Alcuni articoli hanno paragonato la fama di Bourne e Canham, considerandoli alla pari[42]. Nonostante Bourne riconoscesse già spesso Canham prima che si presentassero, poiché quest’ultima era sempre presente ai concerti dei McFly, ed in seguito dei McBusted[43][44], i due furono amici per oltre un anno prima di intraprendere una relazione, a causa della loro differenza di età di quattordici anni[43][45][12]. È stato riportato che la loro è una relazione a distanza, poiché Bourne passa la maggior parte del tempo nella sua casa a Los Angeles, mentre Canham vive a Londra[42]. Bourne ha anche partecipato ad alcuni video sul canale youtube di Canham, come la One Hour Song Challenge[46].

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Oltre alla musica, Bourne possiede anche una compagnia di abiti per skater, con base in America, chiamata SicPuppy, come la sua prima band.
  • Bourne possiede anche una etichetta discografica, Sicpuppy Records, per cui pagò oltre 16,000 sterline. Nel 2007, la casa discografica diede l'opportunità a band senza contratto di suonare su un palco, durante il Sic Tour 2007 a Shepherd's Bush Empire. Il concerto fu presentato da David Gest e Matt Willis.
  • Bourne è un appassionato di automobili particolari: possiede infatti una DeLorean DMC-12, modello di auto usato in Ritorno al Futuro, un van 1989 GMC G20 usato nella serie A-Team[47] ed un pick-up Tesla Cybertruck.
  • Ha dichiarato di essere un bravo giocatore di tennis, e che avrebbe voluto farne una carriera, se non fosse stato un musicista[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e (EN) 20 Questions with ... Loserville's James Bourne | WhatsOnStage, su www.whatsonstage.com. URL consultato il 2 marzo 2020.
  2. ^ a b c d e f g h i j k l Jennifer Parker, McBusted: The Story of the World's Biggest Super Band.
  3. ^ (EN) Busted stars chat Nirvana, snogging girls at discos and hugging Michael Jackson, su The Sun, 3 febbraio 2019. URL consultato il 2 marzo 2020.
  4. ^ a b c d e Jack Goldstein, Frankie Taylor, 101 Amazing Facts about Busted.
  5. ^ (EN) Thorpe Hall School | Independent Prep and Day School in Southend Essex, su Thorpe Hall School. URL consultato il 15 aprile 2019.
  6. ^ (EN) Southend: Busted's date at gay event, su Gazette. URL consultato il 2 marzo 2020.
  7. ^ Oliver! 1994 Cast - Pick-a-Pocket, Fine Life, I'd Do Anything. URL consultato il 31 ottobre 2019.
  8. ^ Oliver! Original West End Cast - 1994 West End, su www.broadwayworld.com. URL consultato il 31 ottobre 2019.
  9. ^ "1994 London Palladium Cast Of Oliver!" Gang, su Discogs. URL consultato il 31 ottobre 2019.
  10. ^ a b c d e (EN) Busted singer James Bourne is heading back on tour with Matt and Charlie, su The Sun, 1º febbraio 2019. URL consultato il 15 aprile 2019.
  11. ^ Dougie Poynter, Harry Judd, Tom Fletcher, Danny Jones, McFly - Unsaid Things...Our Story.
  12. ^ a b (EN) Learn about James Bourne, su Famous Birthdays. URL consultato il 15 aprile 2019.
  13. ^ a b c d e f James Bourne, su IMDb. URL consultato il 15 aprile 2019.
  14. ^ a b Busted's Matt Willis, Charlie Simpson and James Bourne talk drugs, that bitter rift and putting the past behind them, su www.thesun.co.uk. URL consultato il 15 aprile 2019.
  15. ^ James Bourne, su Spotify. URL consultato il 29 febbraio 2020.
  16. ^ Ticket Outta Loserville - Son of Dork [CHAT TV], su youtube.com.
  17. ^ Smash Hits (JPG), su bustedonline.org. URL consultato il 31 ottobre 2019 (archiviato dall'url originale il 12 ottobre 2006).
  18. ^ Smash Hits (JPG), su bustedonline.org. URL consultato il 31 ottobre 2019 (archiviato dall'url originale il 12 ottobre 2006).
  19. ^ James Bourne, su Spotify. URL consultato il 29 febbraio 2020.
  20. ^ (EN) Harriet Gibsone, Busted on reforming: ‘People don’t get why we are here again … they know how it ended’, in The Guardian, 24 novembre 2016. URL consultato il 15 aprile 2019.
  21. ^ (EN) Fanpop Inc, James Bourne Article: James Bourne Bio, su www.fanpop.com. URL consultato il 15 aprile 2019.
  22. ^ James Bourne, su Spotify. URL consultato il 1º marzo 2020.
  23. ^ (EN) Kasia Maynard, Interview: James Bourne from Busted, su Essential Surrey & SW London, 21 giugno 2016. URL consultato il 15 aprile 2019.
  24. ^ (EN) James Bourne, After twenty amazing years making music, I am stepping into 2020 on a brand new solo adventure. Busted will always be my band. But, I’ve dreamed for years about releasing my own album so here we go., su @JamesBourne, 2019T05:16. URL consultato il 16 febbraio 2020.
  25. ^ James Bourne su Instagram: "Going into 2020 like...", su Instagram. URL consultato il 16 febbraio 2020.
  26. ^ (EN) James Bourne, I promise you TKUA is a banger., su @JamesBourne, 2020T01:44. URL consultato il 16 febbraio 2020.
  27. ^ (EN) James Bourne, Lots of people asking me what my new music is like. If you heard It Happens on the half way there album, That song is the closest in style to my new stuff., su @JamesBourne, 2020T01:51. URL consultato il 16 febbraio 2020.
  28. ^ (EN) James Bourne, Taking some time to focus on my own music https://twitter.com/JenellaGSBusted/status/1217558053719068673 …, su @JamesBourne, 2020T13:27. URL consultato il 16 febbraio 2020.
  29. ^ (EN) James Bourne, So it’s looking like a summer release for my album., su @JamesBourne, 2020T15:57. URL consultato il 16 febbraio 2020.
  30. ^ (EN) James Bourne, So my album is being mastered can’t wait to release it, su @JamesBourne, 29 febbraio 2020. URL consultato il 29 febbraio 2020.
  31. ^ (EN) 20 Questions with ... Loserville's James Bourne | WhatsOnStage, su www.whatsonstage.com. URL consultato il 31 ottobre 2019.
  32. ^ James Bourne, su Spotify. URL consultato il 1º marzo 2020.
  33. ^ (EN) Review of Out There a New Musical by Elliot Davis and James Bourne, su LondonTheatre1.com, 24 settembre 2016. URL consultato il 31 ottobre 2019.
  34. ^ (EN) Carey Purcell, Murder at the Gates, By Steven Sater and James Bourne, Begins Sept. 3, su Playbill, Tue Sep 03 02:01:00 EDT 2013. URL consultato il 31 ottobre 2019.
  35. ^ (EN) Adam Hetrick, Steven Sater-James Bourne Musical Murder at the Gates Receives New York Workshop, su Playbill, Mon Mar 24 19:26:00 EDT 2014. URL consultato il 31 ottobre 2019.
  36. ^ (EN) Murder At The Gates | The Other Palace Tickets, su LW Theatres. URL consultato il 31 ottobre 2019.
  37. ^ James Bourne, su IMDb. URL consultato il 15 aprile 2019.
  38. ^ The Vault Meets James Bourne, su youtube.com.
  39. ^ a b c Mirror.co.uk, HOW ENDERS' DAWN FOUND LOVE, su mirror, 30 marzo 2007. URL consultato il 18 marzo 2020.
  40. ^ (EN) Daniel Saney, James of Busted dumped by girlfriend, su Digital Spy, 18 gennaio 2005. URL consultato l'8 ottobre 2019.
  41. ^ (EN) Tuesday, January 18, 2005-07:52 Pm, Busted star ditched [collegamento interrotto], su www.irishexaminer.com, 18 gennaio 2005. URL consultato l'8 ottobre 2019.
  42. ^ a b (EN) YouTuber Emily Canham able to turn down huge payment, su NewsComAu, 27 novembre 2019. URL consultato il 18 marzo 2020.
  43. ^ a b (EN) Comedy.com, su comedy.com. URL consultato il 18 marzo 2020.
  44. ^ (EN) Emily Canham, James Bourne, such a cute!pic.twitter.com/ed8qYXI08q, su @emilycanham, 26 marzo 2014. URL consultato il 18 marzo 2020.
  45. ^ (EN) YouTuber, 22, who quit school over bullies dating Busted star & so successful she turns down £7K for a minute’s work, su The Sun, 26 novembre 2019. URL consultato il 18 marzo 2020.
  46. ^ (EN) Emily Canham Nails The one Hour Song Challenge., su CelebMix, 24 aprile 2019. URL consultato il 18 marzo 2020.
  47. ^ (EN) James Bourne, Looking at potential new cars and I’ve got my eye on the A team van. I can’t wait to park it next to my Delorean, su @JamesBourne, 2020T13:11. URL consultato il 16 febbraio 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN36446995 · ISNI (EN0000 0003 7192 9434 · LCCN (ENnb2007022430 · WorldCat Identities (ENlccn-nb2007022430