McFly

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
McFly
McFly T4Beach.jpg
Tom Fletcher al T4 on the Beach, 2006
Paese d'origineRegno Unito Regno Unito
GenerePop punk[1]
Rock alternativo[1]
Periodo di attività musicale2003 – in attività
Album pubblicati10
Studio6
Live2
Raccolte2
Sito ufficiale

I McFly sono un gruppo musicale pop rock/pop punk[1] britannico formato nel 2003, che debuttò con il singolo "5 Colours in Her Hair", raggiungendo la vetta delle classifiche inglesi nel 2004. La band, che prende il nome dal protagonista del film Ritorno al Futuro, fu fondata da Tom Fletcher (nato il 17 luglio 1985)[2] e tra i suoi membri conta anche Danny Jones (nato il 12 marzo 1986)[3], Dougie Poynter (nato il 30 novembre 1987)[4] e Harry Judd (nato il 23 dicembre 1985)[5].

La band ottenne un contratto con l'etichetta discografica Island Records ed è diretta dalla Prestige Management[6]. Nel 2007, i McFly hanno creato la loro etichetta discografica personale, Super Records.

Fino al dicembre del 2008 i McFly, oltre a 7 singoli e due album in vetta alle classifiche britanniche, hanno ottenuto 16 consecutivi singoli entrati nella top 20, e 15 singoli consecutivi nella top 10.

I McFly sono anche conosciuti per aver partecipato nel ruolo di loro stessi al film del 2006 Baciati dalla Sfortuna, con Lindsay Lohan e Chris Pine, per il loro impegno nella filantropia e per un Guinness World Record come band più giovane ad avere un album di debutto in prima posizione in classifica.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

2001–2002: Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2001, il diciottenne Tom Fletcher rispose ad un annuncio per un'audizione. Il gruppo in questione si chiamava Busted, per cui erano stati scelti quattro membri: Fletcher, insieme a James Bourne, Matt Willis e Charlie Simpson. All'ultimo turno di audizioni, però, Fletcher fu scartato dall'etichetta Island Records, che decise invece di promuovere la band come un trio.

Le doti di Fletcher come autore di canzoni, però, non passarono inosservate, così gli fu proposto di aiutare James Bourne nello scrivere le canzoni per il primo ed in seguito per il secondo album dei Busted, mentre contemporaneamente aiutava la casa discografica a filmare le audizioni per un nuovo gruppo pop, i "V".

Fu ad uno di questi provini che Fletcher conobbe Danny Jones, che al provino era fuori posto perché credeva che si trattasse di una band strumentale come i Busted, mentre i V erano più simili ad una boyband, e non conoscendo canzoni pop e non sapendo ballare, fu scartato.

Fletcher e Jones diventarono amici, e poco tempo dopo quest'ultimo si trasferì a casa di Fletcher, dove i due continuarono a scrivere canzoni con James Bourne per i Busted, per poi focalizzarsi sulle proprie canzoni. Fu in questo periodo che i due si trasferirono per due mesi in una stanza al terzo piano dell'InterContinental Hotel di Londra, dove scrissero alcuni brani per la band ancora senza nome, ricevendo ancora consigli da parte di Bourne.

Per completare la band, Fletcher e Jones annunciarono su NME delle audizioni al Covent Garden di Londra per un bassista ed un batterista. Tra i pretendenti, si presentò anche Steven Parker, futuro bassista degli Elements of Refusal. Per coincidenza, Dougie Poynter e Harry Judd fecero il provino lo stesso giorno, scambiandosi per la prima volta qualche parola mentre aspettavano il proprio turno e, dopo vari giorni di riflessione, vennero presi.

Il nome del gruppo, scelto dal fondatore Tom Fletcher, è ispirato a Marty McFly, protagonista della trilogia cinematografica Ritorno al Futuro.

2003–2004: Room on the 3rd Floor[modifica | modifica wikitesto]

Lo stile musicale dei primi anni di vita dei McFly era un incrocio tra pop e punk, con qualche ispirazione anche dai Beach Boys. Il loro singolo di debutto, "5 Colours in Her Hair", pubblicato il 29 marzo 2004, raggiunse la prima posizione delle classifiche britanniche ad aprile, e rimase al primo posto per due settimane. Nel luglio 2004 il loro secondo singolo, "Obviously", raggiunse come il precedente la cima delle classifiche e fu seguito dall'album Room on the 3rd Floor che debuttò anch'esso alla numero uno della classifica degli album britannici. L'album è attualmente premiato doppio platino dalla British Phonographic Industry. L'album procurò ai McFly un Guinness World Record come più giovane band con l'album di debutto in prima posizione in classifica, premio che in precedenza apparteneva ai Beatles.

Il nome dell'album derivava dal luogo in cui le canzoni erano state scritte, la stanza 363 all'InterContinental Hotel.

Il terzo singolo "That Girl, fu pubblicato il 6 settembre 2004 e perse la battaglia nella top ten contro "Real To Me" di Brian McFadden, piazzandosi terzo in classifica malgrado l'eccellere nelle vendite infrasettimanali. Il quarto singolo "Room on the 3rd floor"(il pezzo che diede il nome all'album), fu pubblicato il 15 novembre 2004, raggiungendo la quinta posizione della classifica.

Nel febbraio del 2004, i McFly parteciparono al tour delle arene dei Busted, nel ruolo di band di supporto insieme ai V. A settembre dello stesso anno, i McFly intrapresero il loro primo tour personale.

2005–2007: Wonderland, Baciati dalla Sfortuna e Motion in the Ocean[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2005, i McFly parteciparono alle riprese del film Baciati dalla Sfortuna negli Stati Uniti, pubblicandone anche la colonna sonora, che raccoglie i maggiori successi dei primi due album della band ed una nuova traccia, "Just My Luck", scritta apposta per il film, ed una nuova versione di "5 Colours in Her Hair".

Nel marzo 2005, uscì "All About You/You've Got a Friend", un doppio A-side del sesto e settimo singolo dei McFly. Il primo, estratto dal loro secondo album, Wonderland, vede la partecipazione di un'orchestra di 60 elementi, e raggiunse la vetta delle classifiche il 13 marzo. Il video per "You've Got A Friend" fu girato in Uganda, Africa, insieme a Comic Relief. Il ricavato dalla vendita delle due canzoni fu interamente donato in beneficenza a Comic Relief.

Il 2 luglio 2005, ii McFly parteciparono a Live 8 Japan, insieme a Björk ed i Good Charlotte, ed in seguito presero parte al concerto di Hyde Park a Londra.

Il secondo singolo da Wonderland, "I'll Be OK", uscì il 15 agosto, 2005 e fu subito primo in classifica. L'album effettivo fu distribuito il 29 agosto 2005, debuttando primo in classifica. Il terzo singolo da Wonderland, "I Wanna Hold You", uscì il 17 ottobre, diventando il sesto singolo della band a raggiungere la top 3, superato dagli Arctic Monkeys. Il quarto singolo, "Ultraviolet/The Ballad of Paul K" è stato pubblicato il 12 dicembre, 2005 e li portò al nono posto.

Il 15 settembre 2005, i McFly intrapresero il Wonderland Arena Tour, con Tyler James e Famous Last Words come supporti. Per il tour fu registrato un DVD durante la data di Manchester, pubblicato il 18 novembre. Nel 2005, la band si esibì anche al Royal Variety Performance.

Il parco a tema Alton Towers decise di cambiare nome all'attrazione Nemesis per un mese, rinominandola Wonderland, per un mese, in celebrazione dell'album. Il programma musicale CD:UK realizzò un concorso, permettendo ad alcuni fans di essere filmati sulla giostra insieme ai McFly.

Il 12 maggio del 2006, con la pubblicazione del film Baciati dalla Sfortuna, i McFly tornarono in america per partecipare alla première del film ad Hollywood, esibendosi anche a Los Angeles e New York,[7] come promozione per il film.

Il primo singolo del 2006 fu "Please, Please", pubblicato il 17 luglio come doppio A-side insieme alla cover di "Don't Stop Me Now" dei Queen, che diventò canzone ufficiale per l'evento benefico Sport Relief del 2006. Il singolo diventò il quinto numero 1 della band, il 23 luglio 2006.

Il 14 settembre 2006 fu annunciato sul sito ufficiale dei McFly che il nome del nuovo album sarebbe stato Motion in the Ocean. L'album fu pubblicato il 6 novembre, diventando sesto in classifica. Il secondo singolo estratto, "Star Girl" fu pubblicato il 23 ottobre e raggiunse la prima posizione. Il terzo singolo, uscito il 18 dicembre, fu "Sorry's Not Good Enough/Friday Night", che raggiunse il terzo posto in classifica. "Friday Night" fa anche parte della colonna sonora del film Una Notte al Museo.

Il 17 settembre 2006 iniziò il Motion in the Ocean tour, con The Click Five e Nylon come supporti, di oltre 34 date. Il 20 marzo 2007, cominciò il McFly Up Close and Personal Tour, con il supporto di Lil' Chris, che consisteva in venti date in località che non erano state coperte dal tour precedente.

Il singolo seguente, "Baby's Coming Back/Transylvania", fu pubblicato il 7 maggio 2007, diventando il settimo singolo della band a raggiungere la prima posizione. Il singolo doveva inizialmente essere pubblicato il 26 febbraio, ma la band decise di tornare in Uganda in quel periodo, a Kamwokya. Fino al 1 gennaio 2016, "Baby's Coming Back/Transylvania" si guadagnò il record come caduta più veloce dalla prima posizione per un singolo. Passò dalla prima alla ventesima posizione nel giro di una settimana, ma il record fu infranto dal singolo natalizio del 2015 "A Bridge Over You" di NHScharity.

Il 14 maggio 2007, fu pubblicata una nuova edizione di Motion in the Ocean a doppio disco, contenente "Baby's Coming Back" ed il DVD dello show registrato a Wembley. L'album raggiunse la posizione 14.

2005–2007: All the Greatest Hits, Baciati dalla Sfortuna e Motion in the Ocean[modifica | modifica wikitesto]

Il 5 novembre 2007 i McFly pubblicarono la compilation All the Greatest Hits, in versione normale e in versione Special Fan Edition, raggiungendo la quarta posizione in classifica. Questa compilation raccoglie tutti i singoli dei McFly pubblicati fino ad allora, oltre che il nuovo singolo The Heart Never Lies, che raggiunse la terza posizione e fu suonato in anteprima al V Festival in agosto. L'album contiene anche i brani "The Way You Make Me Feel" e "Don't Wake Me Up". Per un mese, i McFly intrapresero un tour di 26 date, iniziato a novembre 2007, con il supporto di Elliot Minor e Saving Aimee.

All'inizio del 2008, i McFly si esibirono a Sydney, in Australia, dove si erano recati per registrare il nuovo album Radio:Active. Fu in questa occasione che registrarono la folla gridare "we don't care", poi inserito nel singolo "One for the Radio".[citazione necessaria]

Il 3 dicembre 2007 fu pubblicata una compilation di B-sides: The Greatest Bits: B-Sides & Rarities, che contiene 12 B-sides dei loro singoli.

Il 20 maggio 2008 fu annunciato che il titolo del nuovo album sarebbe stato Radio:Active (scritto Radio:ACTIVE). L'album fu registrato in Australia e distribuito gratuitamente come allegato a The Mail on Sunday il 20 luglio 2008. Fu distribuito nei negozi il 22 settembre 2008 con quattro nuove tracce, un DVD ed un booklet di 32 pagine. In quel periodo, fu annunciato che i McFly avevano abbandonato la Island Records perché non concordavano con alcune decisioni prese dalla casa discografica.

Lies (Radio:ACTIVE Deluxe) è il secondo singolo estratto e infine, Do Ya il terzo e ultimo singolo estratto dall'album.

Above The Noise[modifica | modifica wikitesto]

L'ultimo album dei Mcfly lanciato il 12 novembre 2010, il cui singolo più conosciuto è Party Girl, ha richiesto un cambiamento nel genere musicale suonato dai ragazzi finora. Abbandonato il pop-rock, i McFly si sono dedicati all'electropop, che ha suscitato diverse critiche positive e negative.

Stile musicale[modifica | modifica wikitesto]

Lo stile musicale dei McFly è stato definito dagli stessi ragazzi e dal mondo musicale in generale come "Nu-Pop" (tratto dalla definizione Nu-Metal di James Bourne) ma è più comunemente considerato come musica pop o pop rock.

Malgrado l'immagine e la reputazione che la band si è guadagnata, ci sono alcune diversità musicali che differenziano i McFly dalle altre Boy band. L'influenza viene apparentemente da bands come The Raspberries (in particolare Eric Carmen), The Beach Boys, e The Beatles (in particolare Paul McCartney).

Dal punto di vista dei testi, tuttavia, il loro stile è originale anche se riconducibile a quello di bands come i Busted. I McFly infatti sono spesso considerati simili per stile ai Busted, con i quali hanno condiviso la casa discografica e una grande amicizia. Infatti, James Bourne dei Busted e dei Son of Dork, ha molte volte dato una mano nella scrittura di alcune delle più famose hits dei McFly, come Tom Fletcher ha in parte scritto canzoni per le band di cui James ha fatto parte. Comunque sebbene simili, I Busted evidenziano maggiormente l'influenza di bands pop punk come i blink-182, i Sum 41 o musica rock degli anni sessanta, in aggiunta alle loro chiare melodie pop.

Tuttavia, il loro stile musicale ha subito un cambiamento nell'ultimo album Above The Noise, nel quale i ragazzi hanno deciso di fare una svolta nel mondo della musica suonando electropop.

Cover[modifica | modifica wikitesto]

I McFly hanno registrato ed eseguito molte cover (ufficialmente e non) di canzoni conosciute.

2004[modifica | modifica wikitesto]

I McFly hanno collaborato con i Busted per una cover della canzone dei Kinks "Lola", la quale era una B-side della versione Giapponese del singolo "5 Colours In Her Hair". La loro cover di"Help!", dei Beatles, era inserita nel singolo di "Obviously" mentre "She Loves You", sempre dei Beatles, era inserita nel singolo di That Girl. "Crazy Little Thing Called Love", canzone dei Queen si trova invece nel singolo di Room on the Third Floor.

2005[modifica | modifica wikitesto]

I McFly pubblicarono "You've Got a Friend", originariamente da Carole King, che hanno registrato come parte ufficiale della canzone Comic Relief, con "All About You", dove il video vede la band visitare dei bambini in Uganda malati di AIDS[8]. I McFly hanno anche registrato nel 2004 la hit "Mr Brightside", originariamente dei The Killers, che poi darà importanza al singolo "I Wanna Hold You", e "I Predict a Riot", originariamente dei Kaiser Chiefs, che hanno esibito a Radio 1's Live Lounge session ed ha anche dato importanza al singolo "Ultraviolet". I McFly hanno anche fatto squadra con Roger Daltrey dei The Who nel settembre 2005 per ri-registrare la hit 1965, "My Generation" per raccogliere soldi per Teenage Cancer Trust e per lanciare HMV un nuovo sistema di download digitale[9]. Hanno anche rilanciato cove di singoli come The Who's "Pinball Wizard", che hanno esibito ai Movie Music Mania il 12 novembre, 2005[10].

I McFly hanno anche fatto una versione di The Used's "On My Own" il 15 dicembre 2005 al Harrods Winter Signing[11].

2006[modifica | modifica wikitesto]

I McFly hanno anche fatto una versione di Thin Lizzy's The Boys Are Back in Town al The Prince's Trust il 20 maggio, 2006[12]. Hanno pubblicato una cover di Don't Stop Me Now, originale dei Queen, che hanno registrato per raccogliere fondi per lo Sport Relief 2006 come canzone ufficiale con Please, Please[13]. Quando stavano eseguendo questa canzone nel tour Motion in the Ocean, sono stati raggiunti dal chitarrista dei Queen Brian May alla Wembley Arena, che si è anche esibito all'apertura del 5 Colours in Her Hair. Matt Willis suonò Don't Stop Me Now con la band alla Wembley Arena e alla Manchester Evening News Arena. Hanno anche rifatto Fight for Your Right dei Beastie Boys e il tema di Ghostbusters, originariamente di Ray Parker Jr.. Hanno inoltre aperto il Children in Need 2006 con I Wanna Hold Your Hand dei Beatles. La canzone di Natale Rockin' Robin di Bobby Day è stata tratta dal singolo Sorry's Not Good Enough/Friday Night.

Film e televisione[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2005, la band fu ospite speciale di un episodio della serie Casualty[14].

Nel 2006, fu pubblicata la commedia Baciati dalla sfortuna con Lindsay Lohan e Chris Pine, in cui i McFly interpretano loro stessi. Il film uscì nelle sale americane il 12 maggio 2006, nel Regno Unito il 30 giugno 2006 ed in Italia il 7 luglio 2006. Per il film, aspramente stroncato dalla critica, pubblicarono anche la colonna sonora, che fu inizialmente pubblicata solo negli Stati Uniti. Nel film, per la scena del concerto finale, fu usata un'esibizione dei McFly al London Hammersmith Apollo del 19 maggio 2005.

Il 16 marzo 2007, furono i protagonisti dello show Top Gear of the Pops per Comic Relief, durante il quale dovettero scrivere una canzone partendo dalle parole "amore", "baby" e "cuore", a cui dovevano aggiungere le parole "divano", "amministrazione" e "Hyundai". La band scrisse quindi una canzone che chiamarono "The Top Gear Blues", poi rinominata "Sofa, Hyundai, Administration", pubblicata come B-side per "The Heart Never Lies".

Il 23 giugno 2007, i McFly fecero un cameo nell'episodio "The Sound of Drums" di Doctor Who. L'episodio vedeva la band comparire brevemente in una trasmissione politica, che vedeva come testimonial celebrità britanniche come gli stessi McFly e Sharon Osbourne, che incoraggiavano a "Votare Saxon" in supporto all'elezione di Harold Saxon (Il Maestro, interpretato da John Simm) come Primo Ministro britannico.

Il 22 ottobre 2007, i McFly presentarono i primi Nickelodeon UK Kids Choice Awards.

Il 27 maggio 2008, parteciparono al programma di Gordon Ramsay The F Word, cucinando un pasto di tre portate per 50 clienti, ottenendo un punteggio di 115 su 150.

La loro performance a KOKO del 24 luglio 2008 per l'iTunes Live Festival '08 fu trasmessa nei cinema Vue nel Regno Unito lo stesso giorno.

Il 25 agosto, i McFly si esibirono al Visa Party per i Giochi Olimpici di Londra 2012. Il 14 dicembre, le loro canzoni "5 Colours in Her Hair" e "Lies" furono usate per Miss Mondo in Sud Africa.

L'8 maggio 2009 comparvero nella serie tv Hollyoaks su Channel 4. Il 31 maggio 2009 si esibirono al programma brasiliano Domingão do Faustão per oltre 30 milioni di spettatori, mentre ad ottobre si esibirono per i 50 anni del programma Blue Peter, fuori dagli studi della BBC.

I McFly comparvero anche nell'Enigma Tour di Derren Brown tra il 2009 e il 2010.

I membri della band fecero anche partecipazioni separate a vari programmi britannici. Fletcher partecipò ad un episodio del programma The Cube, vincendo 100,000 sterline. Judd vinse la nona edizione di Strictly Come Dancing in coppia con la ballerina Aliona Vilani. Poynter vinse l'undicesima edizione di I'm a Celebrity...Get Me Out of Here!. Jones partecipò invece al programma Popstar to Operastar nel 2010, classificandosi quinto.

I McFly hanno all'attivo anche un documentario personale, trasmesso nel 2011, McFly on the Wall. Il documentario segue la band durante l'ultimo tour del Regno Unito, e comprende 6 episodi.

L'8 dicembre 2012, il canale ITV mandò in onda un programma di un solo episodio, in cui i McFly presentavano e suonavano, chiamato The McFly Show. Lo show fu filmato in studio davanti al pubblico e prevedeva la partecipazione di ospiti speciali e sketch comici.

Il 21 settembre parteciparono a When Miranda Met Bruce con Miranda Hart e Bruce Forsyth su BBC One.

Dal 2017, Danny Jones è giudice di The Voice Kids UK, per il canale britannico ITV.

Tours[modifica | modifica wikitesto]

I McFly hanno fatto cinque tour maggiori:

  • 2004 - Tour dei Busted, come band di supporto insieme ai V
  • 2004 - UK Theatre Tour, anche conosciuto come "McFly The Tour"
  • 2005 - Wonderland Arena Tour
  • 2006 - Motion in the Ocean Arena Tour
  • 2007 - McFly Up Close and Personal
  • 2011/12 - Keep Calm and Louder Tour
  • 2013 - Memory Lane Tour

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

Raccolte[modifica | modifica wikitesto]

Live[modifica | modifica wikitesto]

  • 2008 - McFly: iTunes Live from London Festival '08
  • 2009 - Radio:Active Live at Wembley

Colonne sonore[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

DVD[modifica | modifica wikitesto]

  • 2006 - The Wonderland Tour 2005
  • 2007 - All the Greatest Hits (The DVD)
  • 2008 - Radio:Active Documentary
  • 2009 - Radio:Active – Live at Wembley
  • 2010 - Behind the Noise
  • 2010 - Nowhere Left to Run

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2004 i McFly vinsero un Walt Disney Award come "Best Newcomer" e 5 Smash Hits Awards tra cui "Stars of the Year", "Best UK Band", "Best album" (Room on the 3rd Floor), "Best video" (That Girl), e Danny Jones vinse nella categoria "Most Fanciable Male"[15]".

I McFly superarono il loro numero di awards nel 2005 vincendo gli award "Stars of the Year", "Best UK Band", "Best Single" (All About You), "Best Album" (Wonderland), Danny Jones vinse il "Most Snoggable Male" e Dougie Poynter "Top Mop"[16]. Sempre nel 2005 vinsero il "Best Pop Act" al Brit Awards[17].

La band nel 2006 vinse come "God Group" e "Most Fanciable Male" (Dougie Poynter) ai Virgin.net Music Awards[18], e "Best Official Music Site" ai BT Digital Music Award for People's Choice.

Nel 2007 presentarono e vinsero ai Nickelodeon UK Kids Choice Awards il titolo di "Best Band", premio che vinsero anche l'anno seguente. Per la partecipazione al V Festival vinsero il premio "Best Pop Act", e ai Virgin.net Music Awards vinsero come "Best Live Act".

Nel 2008, agli Star Smash Awards 2008, vinsero i premi "Best Album" (Radio:ACTIVE), "Artist of the Year" e "Best Band".

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN126295108 · GND (DE10337720-7