Dougie Poynter

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Dougie Poynter
McFly-Poynter.jpg
NazionalitàInghilterra Inghilterra
GenereNu pop
Pop rock
Punk rock
Periodo di attività musicale2004 – in attività
Album pubblicati4
Studio4
Live0
Raccolte0
Sito ufficiale

Dougie Lee Poynter (Corringham, 30 novembre 1987) è un bassista, modello, stilista attore, scrittore e filantropo britannico, maggiormente conosciuto per la sua partecipazione alle band McFly e INK.

Infanzia[modifica | modifica wikitesto]

Poynter nacque ad Orset Hospital ed è cresciuto a Corringham, nell'Essex. Ha una sorella.

A scuola faceva parte di una band punk chiamata Ataiz e sognava di diventare uno skater professionista. La sua decisione di trasferirsi a Londra fu presa tra la sorpresa degli amici di Poynter. Dal vecchio sito degli Ataiz: "Tutto stava cominciando a migliorare per la band e stavamo per inviare i nostri demo e seriamente provare a metterci sotto contratto proprio dopo il concerto dell'East Thurrock quando improvvisamente Doug ha annunciato che stava partendo per andare in un'altra band chiamata McFly, i quali erano più ben sistemati e prodotti da una grande e costosa casa discografica chiamata Universal Island Records. Fu uno shock per la band, e una vergogna, perché gli Ataiz erano sempre partiti dal presupposto che "Se l'avessero fatto... l'avrebbero fatto insieme."

In un'intervista con il Weekend Daily Mail, Poynter ha rivelato che non aveva ancora parlato dei McFly al padre Gary fino a due settimane prima, quando era "sparito dalla faccia della terra".

McFly[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2003, all'età di 15 anni, Poynter rispose ad un annuncio per un provino apparso su NME. Dovette mentire sulla sua età per poter partecipare, poiché l'annuncio specificava che le audizioni erano aperte ai ragazzi dai sedici anni in su.

Dopo alcune prove, fu scelto per partecipare alla nuova band insieme a Tom Fletcher (leader, chitarra e voce), Danny Jones (chitarra e voce), e Harry Judd (batteria), come bassista e cantante d'appoggio.

I McFly ottennero successo con il loro primo singolo, "5 Colours in Her Hair", che debuttò alla prima posizione della classifica britannica nell'aprile del 2004. Il primo album, Room on the 3rd Floor, raggiunse la vetta della classifica, e fece guadagnare ai McFly il Guinness World Record come band più giovane ad avere un album di debutto in prima posizione in classifica, record precedentemente appartenente ai Beatles. Nel 2004, i McFly furono il gruppo di supporto al tour dei Busted, per poi intraprendere un tour personale a settembre dello stesso anno.

Fin da subito, Poynter fu considerato il membro più timido e taciturno della band, malgrado la brusca trasformazione di personalità nel 2005 quando si "spogliò" in un video.

Il secondo album, Wonderland, fu pubblicato nel 2005, seguito da Motion in the Ocean nel 2006, che contiene come traccia nascosta la prima canzone scritta da Poynter, "Silence Is A Scary Sound". Nel 2007 fu pubblicato un album Greatest Hits, e poi altri due album: Radio: Active (2008) e Above the Noise (2010).

Negli album, raramente si sente Poynter cantare. La sua voce può essere apprezzata nei brani "Too Close For Comfort", "Nothing" ed in alcune cover, tra cui "Mr Brightside" dei The Killers e la canzone natalizia "Deck the Halls".

Nel 2012 fu pubblicato un secondo Greatest Hits, Memory Lane: The Best of McFly, insieme all'autobiografia della band, McFly: Unsaid Things... Our Story.

Nel 2016, i McFly annunciarono l'Anthology Tour, tre serate di fila durante le quali avrebbero interpretato tutte le canzoni contenute nei loro album. Il tour si tenne a Glasgow, Birmingham, Manchester e Londra, ed è attualmente l'ultimo tour a cui la band partecipò sotto il nome di McFly.

McBusted[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2013 Poynter, insieme agli altri membri dei McFly, si unì agli amici James Bourne e Matt Willis nel gruppo McBusted. Nel gruppo, Poynter tornò come bassista, insieme al bassista dei Busted, Matt Willis. La band intraprese il più grande tour britannico del 2014, il McBusted Tour, di 34 date, concluso a Hyde Park durante il British Summer Time. I McBusted pubblicarono un album omonimo, prima di intraprendere un secondo tour nel 2015, McBusted's Most Excellent Adventure Tour, di 21 date, per poi sciogliersi definitivamente.

Altre band[modifica | modifica wikitesto]

Dougie Poynter

Nel 2018, Poynter suonò il basso per la band rock "A" durante il tour con gli Hell Is For Heroes. Il tour fu della durata di 8 date, ma la band non ha attualmente scelto Poynter come rimpiazzo definitivo per il bassista Daniel P. Carter.

All'inizio del 2018 formò la band rock INK, insieme ai colleghi Todd Dorigo (chitarra e voce) e Corey Alexander (batteria).

Canzoni[modifica | modifica wikitesto]

Poynter risulta tra i principali autori di molti brani dei McFly, ed è l'autore del singolo del 2007 "Transylvania", settima canzone della band a raggiungere la vetta della classifica. Scrisse anche la canzone (mai registrata in studio) "Silence Is a Scary Sound". Riguardo queste canzoni, Tom Fletcher lodò la migliorata capacità di Poynter nello scrivere canzoni.

Durante la scrittura delle canzoni per l'album dei McBusted, collaborò con Mark Hoppus dei Blink 182 ed Alex Gaskarth degli All Time Low.

Ha anche collaborato con i 5 Seconds of Summer e scritto i brani "I Would" per l'album Take Me Home e "Don’t Forget Where You Belong" per Midnight Memories degli One Direction.

Moda[modifica | modifica wikitesto]

Poynter debuttò come modello nel 2016, sfilando per Joshua Kane e Lab Series per la collezione uomo autunno/inverno. Poynter partecipa regolarmente come spettatore a varie celebrazioni della settimana della moda, ricevendo inviti da parte di Topman, Burberry, Louis Vuitton, Moschino e Saint Laurent Paris. Nel Regno Unito, è molto apprezzato per il suo stile personale.

Nel giugno del 2016 scrisse un articolo di moda per Fault Magazine, fornendo la sua opinione critica sulle collezioni di Topman, Katy Eary e Christopher Raeburn. Uno dei suoi lavori più apprezzati è il video "At Full Tilt" per Vogue India del 2014, insieme ai suoi articoli per Notion Magazine (2015) e Adon Magazine (2016).

Poynter posò anche come modello per Glamour nel febbraio 2016, insieme all'ex fidanzata Ellie Goulding.

In passato, è stato stilista per Zukie, mentre attualmente disegna e gestisce Polonius Clothing.

Altro[modifica | modifica wikitesto]

Come scrittore, Poynter ha scritto insieme al collega Tom Fletcher il libro per bambini The Dinosaur that Pooped Christmas, considerato il libro per bambini più popolare del 2012. Il sequel, The Dinosaur That Pooped A Planet, fu pubblicato nel 2013.

Nel 2012, lanciò l'iniziativa World Wide Fund for Nature's per l'adozione dei gorilla, intraprendendo un viaggio al Volcanoes National Park in Rwanda e al Bwindi Impenetrable National Park in Uganda, per entrare in contatto con i gorilla in pericolo e sensibilizzare il pubblico. Poynter è anche molto attivo per The 5 Gyres Institute, per l'eliminazione dell'inquinamento di plastica negli oceani. Supporta l'eliminazione della microplastica in Europa, sensibilizzando anche attraverso i propri social e citando il grave impatto di queste sostanze sull'ambiente marino.

Con i McFly partecipò a molte iniziative benefiche, come Comic Relief, Children in Need, Live 8, Sport Relief e Earth Hour.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Poynter ebbe una relazione di due anni con la cantante britannica Frankie Sandford del gruppo The Saturdays, tra il 2008 ed il 2010. In un'intervista, fu confermato che quando Poynter era più giovane, aveva poster raffiguranti la ragazza appesi nella propria stanza, e che la rottura con lei lo devastò. Nel 2014 iniziò una relazione con la cantante inglese Ellie Goulding ma nel marzo del 2016 i due confermano la fine della loro relazione[1] a causa della distanza e dei troppi impegni di entrambi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ ELLIE GOULDING:DOUGIE POYNTER È UNA PERSONA SPECIALE, su 105.net, 2016 (archiviato dall'url originale il 10 giugno 2016).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN304545590 · ISNI (EN0000 0001 3242 9635
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie