Killing in the Name

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Killing in the Name
KillingInTheName.jpg
Screenshot tratto dal video del brano
ArtistaRage Against the Machine
Tipo albumSingolo
Pubblicazione2 novembre 1992
Durata5:14
Album di provenienzaRage Against the Machine
GenereAlternative metal[1]
Rap metal[2]
EtichettaEpic Records
ProduttoreRage Against the Machine, GGGarth
Registrazione1992
FormatiCD, 7", 12"
Certificazioni
Dischi di platinoAustralia Australia[3]
(vendite: 70 000+)
Regno Unito Regno Unito[4]
(vendite: 600 000+)
Rage Against the Machine - cronologia
Singolo precedente
Singolo successivo
(1994)

Killing in the Name è un singolo del gruppo musicale statunitense Rage Against the Machine, pubblicato il 2 novembre 1992 come primo estratto dal primo album in studio Rage Against the Machine

Il 31 agosto 1993 è stato ristampato in Europa e Australia con l'aggiunta degli inediti Darkness of Greed e Clear the Lane.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Seconda traccia dell'album, nel testo viene affermato che alcuni membri delle forze dell'ordine degli Stati Uniti d'America farebbero parte del Ku Klux Klan, il cui simbolo è appunto la croce che brucia, espresso nella strofa con «Some of those that work forces, are the same that burn crosses».[5][6][7]

Nel 2008 l'assolo del brano eseguito da Tom Morello è stato posto al numero 89 dalla rivista Guitar World.[8]

Nell'inverno 2009 fu la prima in classifica nel Regno Unito, grazie ad una campagna online, sconfiggendo il brano vincitore del talent show The X-Factor che tipicamente vince ogni anno.[9]

Utilizzo nei media[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2004 Killing in the Name è stata inserita nella colonna sonora del videogioco Grand Theft Auto: San Andreas,[10] mentre due anni più tardi è apparso in quella di Guitar Hero II, dove può anche essere suonata in una versione rivisitata.[11]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Testi di Zack de la Rocha, musiche dei Rage Against the Machine.

CD promozionale (Europa, Stati Uniti)
  1. Killing in the Name – 5:13
CD singolo (Australia, Europa), 12" (Europa)
  1. Killing in the Name – 5:13
  2. Darkness of Greed – 3:34
  3. Clear the Lane – 3:45
7" (Europa)
  • Lato A
  1. Killing in the Name – 5:13
  • Lato B
  1. Clear the Lane – 3:45

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche settimanali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1993) Posizione
massima
Australia[12] 7
Belgio (Fiandre)[12] 27
Francia[12] 109
Nuova Zelanda[12] 8
Paesi Bassi[12] 13
Regno Unito[13] 25
Classifica (2009) Posizione
massima
Irlanda[14] 2
Regno Unito[15] 1

Classifiche di fine anno[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1993) Posizione
Nuova Zelanda[16] 32

Classifiche di fine decennio[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2000-2009) Posizione
Regno Unito[17] 79

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) AJ Ramirez, The 10 Best Alternative Metal Singles of the 1990s, PopMatters, 3 agosto 2011. URL consultato il 4 agosto 2019.
  2. ^ (EN) Megan Williams, Rage Against the Machine's 'Killing In The Name' performed on toy instruments, The Independent, 13 aprile 2017. URL consultato il 4 agosto 2019.
  3. ^ (EN) ARIA Accreditations (1987-2010), su australianfuncountdowns.blogspot.it. URL consultato il 7 marzo 2014.
  4. ^ (EN) Rage Against The Machine, Killing In The Name, British Phonographic Industry. URL consultato il 4 giugno 2018.
  5. ^ (EN) Top 20 Political Songs: Killing in the Name - Rage Against the Machine - 1992, su newstatesman.com. URL consultato il 23 maggio 2019.
  6. ^ (EN) What's all the Rage against?, BBC, 12 dicembre 2009. URL consultato il 23 maggio 2019.
  7. ^ (EN) Rob Hughes, Story Behind the Song: Killing In The Name by Rage Against The Machine, Louder, 12 febbraio 2019. URL consultato il 23 maggio 2019.
  8. ^ (EN) 100 Greatest Guitar Solos: 51-100, Guitar World, 30 ottobre 2008. URL consultato il 4 agosto 2019.
  9. ^ RAGE AGAINST THE MACHINE: vittoria contro X-Factor, industria delle scommesse sbancata!!!, su metalitalia.com, 22 dicembre 2009. URL consultato il 9 ottobre 2019.
  10. ^ (EN) Tor Thorsen, Full San Andreas soundtrack details, GameSpot, 26 ottobre 2004. URL consultato il 4 agosto 2019 (archiviato dall'url originale il 30 settembre 2007).
  11. ^ (EN) Chris Roper, Guitar Hero II Final Tracklist Revealed. It's official: From Aerosmith to the Rolling Stones to RATM, all 40 licensed tracks unveiled, IGN, 9 ottobre 2006. URL consultato il 4 agosto 2019.
  12. ^ a b c d e (NL) Rage Against The Machine – Killing In The Name, Ultratop. URL consultato il 4 agosto 2019.
  13. ^ (EN) Official Singles Chart Top 75: 28 February 1993 - 06 March 1993, Official Singles Chart. URL consultato il 4 agosto 2019.
  14. ^ (EN) TOP 50 SINGLES, WEEK ENDING 17 December 2009, GFK Chart-Track. URL consultato il 4 agosto 2019 (archiviato dall'url originale il 12 giugno 2018).
  15. ^ (EN) Official Singles Chart Top 100: 20 December 2009 - 26 December 2009, Official Singles Chart. URL consultato il 4 agosto 2019.
  16. ^ (EN) End of Year Charts 1993, The Official NZ Music Charts. URL consultato il 4 agosto 2019.
  17. ^ (EN) Christmas and New Year on Radio 1, Chart of the Decade, BBC, 30 dicembre 2009. URL consultato il 4 agosto 2019 (archiviato dall'url originale il 3 gennaio 2010).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN1046148149508196930003 · WorldCat Identities (EN1046148149508196930003
Heavy metal Portale Heavy metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di heavy metal