Blaž Kavčič

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Blaž Kavčič
Kavcic RG15 (8) (18686974243).jpg
Kavčič nel 2015
Nazionalità Slovenia Slovenia
Altezza 188 cm
Peso 79 kg
Tennis Tennis pictogram.svg
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 55-79 (41,04%)
Titoli vinti 0
Miglior ranking 68º (6 agosto 2012)
Ranking attuale 88º (28 agosto 2017)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 3T (2013)
Francia Roland Garros 2T (2010, 2011, 2012, 2013)
Regno Unito Wimbledon 2T (2015)
Stati Uniti US Open 3T (2014)
Altri tornei
Olympic flag.svg Giochi olimpici 2T (2012)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 13-15 (46,43%)
Titoli vinti 0
Miglior ranking 178º (14 maggio 2012)
Ranking attuale 303º (28 agosto 2017)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open
Francia Roland Garros
Regno Unito Wimbledon
Stati Uniti US Open 1T (2011, 2012)
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al 28 agosto 2017

Blaž Kavčič (Lubiana, 5 marzo 1987) è un tennista sloveno.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Carriera agonistica[modifica | modifica wikitesto]

Inizi[modifica | modifica wikitesto]

Proveniente da una famiglia di sportivi, dediti soprattutto allo sci alpino, comincia a praticare tennis a quattro anni, incoraggiato dal nonno Ludvik. A 14 anni vince l'European Masters Tournament a Prato. Nel 2005 passa al professionismo e l'anno successivo arrivano i primi successi a livello futures ai Croatia F3 ed F6, a cui si aggiunge la finale al Tunisia F7.

2007-2008[modifica | modifica wikitesto]

Ormai nei primi 400 del ranking ATP, nell'estate 2007 comincia a frequentare abitualmente il circuito challenger, raggiungendo nel dicembre successivo la semifinale a Burnie in Tasmania. Al turno decisivo delle qualificazioni del PBZ Zagreb Indoors del febbraio 2008 sconfigge in tre set l'ucraino Serhij Stachovs'kyj accedendo per la prima volta al tabellone principale di un torneo dell'ATP Tour, ma viene subito eliminato dal croato Roko Karanušić. In aprile debutta in Coppa Davis al primo turno della Zona Euro-Africana contro Cipro, perdendo in due set contro Marcos Baghdatis e vincendo per 6-1 6-1 su Photos Kallias. A maggio si qualifica al tabellone principale dell'International Series Hypo Group Tennis International di Pörtschach. Qui elimina al primo turno il russo Tejmuraz Gabašvili, prima di venire eliminato per mano dell'altro russo Igor' Kunicyn.

2009-2010[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2009 a Sanremo raggiunge la prima semifinale di un challenger, cedendo il passo al sudafricano Kevin Anderson, la settimana successiva perde nuovamente in finale a Busan. Il primo successo in questa categoria arriverà due settimane successive al Trofeo Cassa di Risparmio Alessandria, a cui si aggiungono la vittoria del Mamaia Challenger di Costanza e la finale persa contro Paolo Lorenzi al Rijeka Open, risultati che lo proiettano alla 135ª posizione del ranking. A luglio si qualifica per il tabellone principale del Croatia Open Umag, ma viene subito eliminato dall'esperto cileno Nicolás Massú. Nel gennaio 2010, agli Australian Open, si qualifica per la prima volta ad un torneo del grande slam, uscendo contro lo statunitense Wayne Odesnik. La prima vittoria in un torneo dello slam arriverà al successivo Roland Garros contro l'argentino Eduardo Schwank. Ad agosto si aggiudica il Karshi Challenger e in settembre il Rijeka Open e il BMW Ljubljana Open, chiudendo l'anno a ridosso dei primi 100.

2011[modifica | modifica wikitesto]

Comincia la stagione disputando l'Aircel Chennai Open, torneo indiano di categoria 250. Al primo turno elimina in due set il numero 45 del mondo Jérémy Chardy, batte poi sempre in due set Robert Kendrick prima di arrendersi al top 10 Tomáš Berdych. In settembre si aggiudica il Challenger di Banja Luka, battendo agevolmente in finale il numero uno del tabellone, lo spagnolo Pere Riba, per 6-4 6-1.

2012[modifica | modifica wikitesto]

I primi risultati di rilievo dell'anno arrivano a Florianopolis, in Brasile, dove raggiunge la finale sia in singolare, dove viene sconfitto da Simone Bolelli, che nel doppio, dove invece vince il trofeo in coppia con il croato Antonio Veic.

In seguito si impone, sempre in Brasile, nel Challenger di San Paolo, vincendo in finale contro il brasiliano Julio Silva per 6-3 7-5 e in giugno a Fürth superando in finale in tre set l'ucraino Serhij Stachovs'kyj. Prende poi parte alle Olimpiadi di Londra dove supera al primo turno l'indiano Vishnu Vardhan per poi perdere contro lo spagnolo David Ferrer. In questo periodo segna il suo best ranking, raggiungendo il 68º posto nella classifica ATP.

2013[modifica | modifica wikitesto]

Ad inizio stagione ottiene la sua prima qualificazione al terzo turno di uno Slam agli Australian Open superando prima il brasiliano Thomaz Bellucci e poi l'australiano James Duckworth; viene estromesso dal torneo dal numero otto del tabellone, il francese Jo-Wilfried Tsonga.

L'unico titolo dell'anno arriva in Thailandia, dove il tennista sloveno si impone al Challenger di Bangkok da numero uno del tabellone.

2014[modifica | modifica wikitesto]

Nella prima parte dell'anno, supera un turno agli Australian Open, partecipa ai 250 di Sydney, Marsiglia e Zagabria ma coglie i primi successi stagionali di nuovo nel circuito Challenger, aggiudicandosi in sequenza prima il titolo a Fergana, in Uzbekistan e subito dopo a Tianjin, in Cina. A inizio luglio si aggiudica anche il titolo a Portorose, in Slovenia.

Grazie a questi successi torna tra i primi cento nel ranking ATP, avvicinandosi al suo best ranking a metà luglio, quando tocca la posizione 75.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Tornei minori[modifica | modifica wikitesto]

Singolare[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (1)[modifica | modifica wikitesto]
Legenda Tornei minori
Challenger (1)
Futures (0)
Numero Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 31 maggio 2009 Italia Alessandria Challenger, Alessandria Terra Battuta Stati Uniti Jesse Levine 7-5, 6-3
2. 28 giugno 2009 Romania Constanta Challenger, Constanta Terra Battuta Germania Julian Reister 3-6, 6-3, 6-4
3. 21 agosto 2010 Uzbekistan Karshi Challenger, Karshi Terra Battuta Nuova Zelanda Michael Venus 7-66, 7-65
4. 22 marzo 2015 Cina Gemdale ATP Challenger, Shenzhen Cemento Brasile Andre Ghem 7-5, 6-4
5. 4 agosto 2016 Thailandia Bangkok Challenger, Bangkok Cemento Giappone Gō Soeda 6-0, 1-0 RIT

Finali perse (1)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda Tornei minori
Challenger (1)
Futures (0)
Numero Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 12 aprile 2015 Turchia Batman Cup, Batman Cemento Israele Dudi Sela 7-65, 3-6, 3-6

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]