Antonio Saverio De Luca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Antonio Saverio De Luca
cardinale di Santa Romana Chiesa
Antonino Saverio De Luca.jpg
Antonio Saverio De Luca in un ritratto del 1860
Template-Cardinal.svg
 
Incarichi ricoperti
 
Nato28 ottobre 1805, Bronte
Ordinato presbitero10 febbraio 1839 dal patriarca Antonio Luigi Piatti
Nominato vescovo24 novembre 1845 da papa Gregorio XVI
Consacrato vescovo8 dicembre 1845 dal cardinale Giacomo Filippo Fransoni
Elevato arcivescovo22 dicembre 1853 da papa Pio IX
Creato cardinale16 marzo 1863 da papa Pio IX
Deceduto28 dicembre 1883, Roma
 

Antonio Saverio De Luca (Bronte, 28 ottobre 1805Roma, 28 dicembre 1883) è stato un cardinale e arcivescovo cattolico italiano. Era figlio di Vincenzo De Luca e di Francesca Saitta.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Studiò nei seminari di Monreale e di Napoli e greco e latino a Palermo. Frequentò quindi l'Università di Lovanio in Belgio, ove si laureò in teologia nel 1839.

Trasferitosi a Roma, fu ordinato sacerdote il 10 febbraio 1839.

Ricoprì numerose cariche nelle istituzioni della Curia Romana e nel 1845 fu consacrato vescovo e nominato alla guida della sede episcopale di Aversa.

Nel 1853 lasciò la diocesi di Aversa, venne nominato arcivescovo titolare di Tarso ed inviato in Baviera come nunzio apostolico fino al 1856, quando divenne nunzio apostolico per l'Austria, carica che lasciò allorché papa Pio IX lo elevò al rango di cardinale nel concistoro del 16 marzo 1863, con il titolo dei cardinale presbitero dei Santi Quattro Coronati.

Durante il periodo della sua nunziatura in Baviera ebbe anche l'incarico di amministrare il vicariato apostolico di Anhalt.

Il 1º ottobre 1863 fu decorato cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale di Santo Stefano d'Ungheria.

Partecipò al Concilio Vaticano I ed al conclave del 1878 che elesse papa Leone XIII.

Il 15 luglio 1878 optò per il titolo di cardinale vescovo di Palestrina e ricevette in commendam anche San Lorenzo in Damaso. Il 13 agosto fu nominato prefetto della Sacra Congregazione degli Studi, carica che tenne fino alla morte.

Morì all'età di 78 anni e venne sepolto nel Cimitero del Verano in Roma.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale di Santo Stefano d'Ungheria (Impero austriaco) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale di Santo Stefano d'Ungheria (Impero austriaco)
— 1º ottobre 1863
Commednatore dell'Ordine al Merito della Corona Bavarese (Regno di Baviera) - nastrino per uniforme ordinaria Commednatore dell'Ordine al Merito della Corona Bavarese (Regno di Baviera)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN14782334 · ISNI (EN0000 0000 8093 4786 · LCCN (ENn84114914 · GND (DE130405337 · BNF (FRcb12019959z (data)