Nicola Contieri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nicola Contieri, O.S.B.I.
arcivescovo della Chiesa cattolica
Stemma dell'arcivescovo Nicola Contieri.png
 
Incarichi ricoperti
 
Nato13 giugno 1827 a Bari
Ordinato presbitero21 settembre 1850
Nominato abate ordinario20 dicembre 1869 da papa Pio IX
Nominato vescovo3 aprile 1876 da papa Pio IX
Consacrato vescovo7 maggio 1876 dal cardinale Antonio Saverio De Luca
Elevato arcivescovo14 dicembre 1891 da papa Leone XIII
Deceduto26 aprile 1899 (71 anni) a Grottaferrata
 

Nicola Contieri (Bari, 13 giugno 1827Grottaferrata, 26 aprile 1899) è stato un abate e arcivescovo cattolico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque il 13 giugno 1827 a Bari. Entrò da giovanissimo nell'Ordine basiliano.

Fu ordinato presbitero il 21 settembre 1850 a soli 23 anni.

Nel 1865 fu eletto priore dell'abbazia di Grottaferrata; nel 1868 fu confermato nella carica per un altro triennio. Il 20 dicembre 1869 Pio IX pose fine al regime commendatario dell'abbazia e lo creò abate.

Nel corso del suo mandato, Contieri agì come superiore generale del piccolo Ordine basiliano italiano, compiendo anche una visita canonica tra il 3 marzo e il 2 maggio del 1870. Nello stesso anno un regio decreto intimò la soppressione del monastero, che i monaci riuscirono a raggirare facendolo dichiarare monumento nazionale e proponendosi come custodi.

Come gran parte dei monaci, il Contieri era contrario alla restaurazione del rito greco puro, essendo in vigore ormai da secoli un rito misto greco-latino. Di diverso avviso era il Papa, che desiderava rendere l'abbazia di Grottaferrata un punto di riferimento per tutti i cattolici d'oriente. Nel 1875 rimosse dunque Contieri dall'incarico, nominando al suo posto il più favorevole alla riforma Giuseppe Cozza-Luzi.[1]

Il 3 aprile dell'anno successivo fu nominato arcivescovo di Gaeta, incarico che mantenne fino alla sua rinuncia – accettata il 14 dicembre 1891.

Ritiratosi a vivere presso il monastero di Grottaferrata, vi morì il 26 aprile 1899 a 71 anni.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

La genealogia episcopale è:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cozza Luzi, Giuseppe, su www.treccani.it.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Paolo Capobianco, I vescovi della Chiesa Gaetana, vol. II, Fondi, Arti Grafiche Kolbe, 2000.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Abate ordinario di Grottaferrata Successore TerritorialAbbotCoA PioM.svg
titolo creato 20 dicembre 1869 - 1875 Giuseppe Cozza-Luzi, O.S.B.I.
Predecessore Arcivescovo di Gaeta Successore Archbishop CoA PioM.svg
Filippo Cammarota 3 aprile 1876 – 14 dicembre 1891 Francesco Niola
Predecessore Vescovo titolare di Farsalo
(titolo personale di arcivescovo)
Successore BishopCoA PioM.svg
Luigi Rotelli 14 dicembre 1891 – 26 aprile1899 Alessandro Bavona