Giacomo Filippo Fransoni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giacomo Filippo Fransoni
cardinale di Santa Romana Chiesa
CardinalCoA PioM.svg
Nato 10 dicembre 1775, Genova
Creato cardinale 2 ottobre 1826 da papa Leone XII
Deceduto 20 aprile 1856, Roma

Giacomo Filippo Fransoni (Genova, 10 dicembre 1775Roma, 20 aprile 1856) è stato un cardinale italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Di origini aristocratiche nonché fratello del futuro arcivescovo di Torino Luigi Fransoni, si allontanò dalla sua città natale assieme alla famiglia nel 1797 in seguito all'invasione delle truppe francesi, per trasferirsi a Roma. Laureatosi nel 1806, fu ordinato sacerdote nell'anno successivo.

Nel 1809 divenne delegato apostolico a Firenze, dove dovette trasferirsi quando da Roma fu cacciato il governo papale. Durante la Restaurazione svolse parecchi incarichi nella gerarchia pontificia, fino alla nomina a vescovo di Nazianzo in partibus infidelium (1822) e a nunzio apostolico a Lisbona (1823).

Papa Leone XII lo elevò al rango di cardinale nel concistoro del 2 ottobre 1826, col titolo di Santa Maria in Ara Coeli. Membro di numerose congregazioni, fu a capo di quella de Propaganda Fide.

Morì il 20 aprile 1856 all'età di 80 anni. È sepolto nella basilica di San Lorenzo in Lucina.

Genealogia episcopale[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Genealogia episcopale.

Fonti[modifica | modifica sorgente]

  • Dati riportati su www.catholic-hierarchy.org alla pagina [1]
  • La porpora romana. Ritrattistica cardinalizia a Roma dal Rinascimento al Novecento, a cura di Francesco Petrucci, Roma, Gangemi Editore, 2006, pp. 154–155.
Predecessore Cardinale Protopresbitero Successore CardinalCoA PioM.svg
Carlo Oppizzoni 1855-1856 Benedetto Colonna Barberini di Sciarra

Controllo di autorità VIAF: 29524930