Angelo da Vallombrosa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Omelia in laude di Maria, circa 1500

Angelo da Vallombrosa (14551530) è stato un abate italiano.

Fu uditore della Sacra Rota e fu ordinato il 15 gennaio 1488 nel monastero di S. Prassede (Roma), dal generale dell'Ordine vallombrosano, Biagio Milanesi. Ottenne poi la vicaria perpetua della pieve di Montemignaio, in Toscana, e l'abbazia di santa Cecilia della Corvara presso Bologna, e infine, dopo il 1496, si stabilì a Vallombrosa (Firenze).

Scrisse numerose invettive, molte delle quali si opponevano al frate Girolamo Savonarola.

Alla sua morte, il generale dei vallombrosani Ilario Alcei compose un epigramma in distici latini che fu inciso sulla sua tomba[1].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Angelo da Vallombrosa, Epistola ai Fiorentini, Firenze, Johann Petri, Lorenzo Morgiani, 1496. URL consultato il 10 aprile 2015.
  • Angelo da Vallombrosa, Omelia in laude di Maria, Firenze, Lorenzo Morgiani, Johann Petri, 1500. URL consultato il 10 aprile 2015.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità CERL: cnp01230577