Anche se è amore non si vede

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Anche se è amore non si vede
Anche se è amore non si vede.JPG
Logo del film
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia
Anno2011
Durata96 min
Generecommedia, sentimentale
RegiaSalvatore Ficarra, Valentino Picone
SoggettoSalvatore Ficarra, Valentino Picone
SceneggiaturaSalvatore Ficarra, Valentino Picone, Francesco Bruni, Fabrizio Testini
ProduttoreAttilio De Razza
Casa di produzioneMedusa Film, Tramp Ltd. in collaborazione con Mediaset Premium, Film Commission Torino Piemonte, RDS, Film Investimenti Piemonte, Sky e Technicolor SA
Distribuzione (Italia)Medusa Film
FotografiaCesare Accetta
MontaggioClaudio Di Mauro
MusichePaolo Buonvino
ScenografiaPaola Bizzarri
Interpreti e personaggi

Anche se è amore non si vede è un film del 2011 diretto e interpretato da Salvatore Ficarra e Valentino Picone.

È il loro primo film da registi, e il primo di ambientazione non siciliana.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Salvo e Valentino sono amici fin dai tempi della scuola e gestiscono insieme un'attività nel campo del turismo a Torino, che fanno conoscere ai clienti compiendo giri turistici con un vecchio pullman a due piani.

Salvo è solo ed in perenne ricerca dell'anima gemella, che spera di trovare assumendo hostess con gli unici requisiti di essere avvenenti e libere da legami sentimentali, tra cui l'attuale Natasha, giovane e bella guida turistica che però non conosce nessuna lingua straniera e che, si scopre solo dopo l'assunzione, è fidanzata.

Valentino, più introverso e riservato (infatti è lui a guidare il pullman mentre Salvo spiega), è l'appiccicoso fidanzato di Gisella, hostess dell'Alitalia, con cui convive. Gisella non ne può più delle attenzioni eccessive di Valentino e, partendo per un viaggio di lavoro, chiede a Salvo di scaricare Valentino. Salvo, dopo alcuni tentativi, riesce nel compito, ma non riesce a dire a Gisella di averlo svolto.

Nel frattempo arriva a Torino Sonia, una vecchia amica dei tre, con il fidanzato americano Peter. Sonia, confidandosi con Valentino, gli dice di non sopportare più Peter e di essersi innamorata di Salvo. Natasha, nel frattempo, lasciata dal fidanzato Arturo, si dichiara attratta da Valentino, mentre Gisella, tornata dal viaggio di lavoro e non sapendo che lui sa, si rode dalla gelosia nel vedere Valentino divertirsi e ballare scatenato con Natasha durante la festa di addio al celibato di Orazio/Arturo.

In un crescendo di equivoci alimentati da falsi pettegolezzi che dicono addirittura che Salvo sia l'amante di Gisella, si arriva al matrimonio di Orazio/Arturo, il quale si scopre che sotto le mentite spoglie di Arturo era il fidanzato di Natasha, e che durante il rinfresco si è imboscato in bagno con una sua ulteriore amante, e così la neo-moglie di Orazio, Angela e l'ex fidanzata Natasha lo riempiono di botte.

L'infedeltà di Orazio/Arturo alimenta anche una scazzottata tra i parenti della sposa e i parenti dello sposo, e una rissa con sedie e piatti che volano tra gli amici dello sposo e Peter spalleggiato da un gruppo di turisti americani nel frattempo dimenticati da Salvo sul City Bus parcheggiato fuori dal rinfresco.

Nel caos generale tutto si risolve e l'amore trionfa tra la ravveduta Gisella e Valentino e tra Salvo e Sonia.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato distribuito al cinema il 23 novembre 2011.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha realizzato in Italia un incasso al botteghino di 6.002.000 €.[2]

Slogan promozionali[modifica | modifica wikitesto]

« Perché, l'amicizia non si può trasformare in amore? »

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Anche se è amore non si vede, Rivista del Cinematografo. URL consultato il 28 novembre 2013.
  2. ^ Anche se è amore non si vede, MYmovies. URL consultato il 2 dicembre 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema