...ib-Seth

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
...ib-Seth
Re dell'Alto e Basso Egitto
Incoronazione tra il 1790 a.C. e il 1630 a.C.[1]
Predecessore Sehetepkara
Successore Sobekhotep III
Morte tra il 1790 a.C. e il 1630 a.C.[1]
Dinastia XIII dinastia egizia

... ib-Seth (... – ...) è stato un sovrano egizio, inquadrabile nella XIII dinastia, di cui si conosce solo tale parte del suo nome.

Secondo il Canone Reale dovrebbe trattarsi del diciottesimo sovrano di tale dinastia.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Questo sovrano è citato solamente nel Canone Reale.

Potrebbe riferirsi a lui l'[[..]] ib-ra Seth che si trova sul basamento di statua attribuito a Sehetepkara dopo il prenomem ed il nomen di questi.

Secondo Jürgen von Beckerath questo sovrano sarebbe da mettere in relazione con il nome Aaqeni che è riportato su una lista di sacerdoti di Menfi.

Hiero Ca1.svg
O29
D52
F27N29
n
Hiero Ca2.svg

ˁ3 ḳni (w) - Aaqeni(u) - Il coraggioso animale
A detta dello studioso la lettura originaria del nome sarebbe stata Seth è coraggioso alterata in seguito a causa della caratterizzazione malvagia assunta dalla divinità.

Elemento d'interesse è la comparsa, nel nome, del dio Seth, divinità venerata principalmente nel Basso Egitto, che assurgerà a grande importanza durante il periodo della dominazione Hyksos.

Liste Reali[modifica | modifica wikitesto]

Nome Horo Canone Reale Anni di regno
sconosciuto 6.23
Hiero Ca1.png
HASHibZ1G7C7G7
Hiero Ca2.svg

... ib sth - ib Seth
... cuore di Seth

persi

Datazioni alternative[modifica | modifica wikitesto]

Autore Anni di regno
Ryholt 1749 a.C.[2]
Franke 1740 a.C. (Aaqeni)[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Cimmino Franco, Dizionario delle dinastie faraoniche, p. 470
  2. ^ K.S.B. Ryholt, The Political Situation in Egypt during the Second Intermediate Period, c.1800–1550 BC, Carsten Niebuhr Institute Publications, vol. 20. Copenaghen: Museum Tusculanum Press, 1997
  3. ^ Personendaten aus dem Mittleren Reich, Éd. Otto Harrassowitz, Wiesbaden, 1984, (ISBN 3447024844)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Cimmino, Franco - Dizionario delle dinastie faraoniche - Bompiani, Milano 2003 - ISBN 88-452-5531-X
  • Gardiner, Martin - La civiltà egizia - Oxford University Press 1961 (Einaudi, Torino 1997) - ISBN 88-06-13913-4
  • Hayes, W.C. - L'Egitto dalla morte di Ammenemes III a Seqenenre II - Il Medio Oriente e l'Area Egea 1800 - 1380 a.C. circa II,1 - Cambridge University 1973 (Il Saggiatore, Milano 1975)
  • Wilson, John A. - Egitto - I Propilei volume I -Monaco di Baviera 1961 (Arnoldo Mondadori, Milano 1967)
  • NIcolas Grimal, Storia dell'antico Egitto, Laterza, 1990 (1988), ISBN 88-420-3601-3.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]