Slang (album)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Slang
Artista Def Leppard
Tipo album Studio
Pubblicazione 14 maggio 1996
Durata 46 min : 02 s
Dischi 1
Tracce 11
Genere Rock
Hard rock
Alternative rock
Etichetta Mercury Records
Produttore Pete Woodroffe e Def Leppard
Registrazione 1994/1995 - a Marbella, Spagna
1996 - Bow Lane Studios,
Dublino, Irlanda
Certificazioni
Dischi d'oro Regno Unito Regno Unito[2]
(Vendite: 100.000+)
Stati Uniti Stati Uniti[3]
(Vendite: 500.000+)
Dischi di platino Canada Canada[1]
(Vendite: 100.000+)
Def Leppard - cronologia
Album successivo
(1999)
Singoli
  1. Slang
    Pubblicato: Maggio 1996
  2. Work It Out
    Pubblicato: Luglio 1996
  3. All I Want Is Everything
    Pubblicato: Settembre 1996
  4. Breathe a Sigh
    Pubblicato: Novembre 1996
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
Allmusic link 3/5 stelle
Chicago Sun-Times[4] 1.5/4 stelle
Entertainment Weekly link (B+)
Sputnikmusic link 3.5/5 stelle
Rolling Stone link (misto)

Slang è il sesto album in studio del gruppo hard & heavy britannico Def Leppard, pubblicato il 14 maggio 1996 dalla Mercury Records. L'album segna una svolta radicale musicale dal loro sound abituale, ed è stato prodotto dalla band con Pete Woodroffe. Raggiunse la posizione #14 della Billboard 200 negli Stati Uniti[5] e la #5 della UK Albums Chart nel Regno Unito[6].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel lasso di tempo percorso tra l'uscita di Retro Active e Slang, i Def Leppard subirono diversi disagi tra cui il divorzio di Phil Collen, la morte del padre di Rick Savage e la battaglia di quest'ultimo con la paralisi di Bell, e gli arresti sia di Rick Allen che di Joe Elliott per violenze coniugali e aggressioni, rispettivamente. Nonostante la band sostenga che l'album Adrenalize sia stato registrato in un periodo più tetro, la completa assenza di Robert John "Mutt" Lange alla lavorazione di Slang (per la prima volta su un disco dei Def Leppard dal 1981) rese loro possibile di tirar fuori quello che provavano dentro per davvero[7]. Joe Elliott ha detto:

« C'è stato un periodo in cui sono nate alcune divergenze con Mutt, roba da "fottetevi!" e andarsene. »

Phil Collen ha aggiunto:

« Tutti abbiamo avuto cose personali che sono successe durante le registrazioni di Slang, e avevamo appena arato su alcune di esse quando è uscito il disco. »

Senza la collaborazione di Mutt Lange, la band cambiò un'altra abitudine, registrando per la prima volta tutti insieme e contemporaneamente (e non per ogni membro separatamente). Le registrazioni dell'album avvennero in una villa a Marbella, in Spagna. Slang avrebbe rinunciato a una produzione particolarmente curata in favore di un suono più organico, catalizzato dal ritorno del batterista Rick Allen a un kit semi-acustico. Rick Savage ha spiegato:

« Eravamo così stanchi di registrare alla vecchia maniera. Non avevamo più voglia di farlo. Volevamo che la musica fosse più personalizzata e lasciasse lo spazio di uscire al carattere degli individui[7]. »

Canzoni come Turn to Dust introdussero per la prima volta sarangi e altri strumenti atipici per la band. I testi vennero caratterizzati da tematiche più scure e introspettive, ben lontane da quelle degli album precedenti.

Slang fu il primo album dei Def Leppard a non riuscire a raggiungere la certificazione di disco di platino negli Stati Uniti. Altrove, ottenne risultati leggermente migliori: collocò quattro singoli nella classifica del Regno Unito, e venne certificato disco di platino in Canada. Durante la tournée di supporto all'album, il gruppo ebbe modo di esibirsi per la prima volta nel Sud-est asiatico, in Sudafrica e in Sudamerica

Un'edizione limitata dell'album incluse un disco bonus di 6 tracce, Acoustic in Singapore, registrato dal vivo nel mese di ottobre nel 1995.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Truth? – 3:01 (Phil Collen, Joe Elliott, Rick Savage, Vivian Campbell)
  2. Turn to Dust – 4:22 (Collen)
  3. Slang – 2:38 (Collen, Elliott)
  4. All I Want Is Everything – 5:20 (Elliott)
  5. Work It Out – 4:50 (Campbell)
  6. Breathe a Sigh – 4:07 (Collen)
  7. Deliver Me – 3:04 (Collen, Elliott)
  8. Gift of Flesh – 3:48 (Collen)
  9. Blood Runs Cold – 4:27 (Collen, Elliott)
  10. Where Does Love Go When It Dies – 4:05 (Elliott, Collen)
  11. Pearl of Euphoria – 6:20 (Elliott, Collen, Savage)
Acoustic in Singapore (disco bonus edizione limitata)
  1. Armageddon it
  2. Two Steps Behind
  3. From the Inside
  4. Animal
  5. When Love & Hate Collide
  6. Pour Some Sugar on Me

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Altri musicisti
  • Gloria Flores – voce spagnola in Slang
  • Ram Naravan – intro sarangi in Turn to Dust
  • Craig Pruess– archi in Turn to Dust
  • Shyam Vatish – finale sarangi in Turn to Dust
  • Pete Woodroffe – piano in Blood Runs Cold, tastiere in Where Does Love Go When It Dies
  • Gavyn Wright – conduzione strumenti Turn to Dust
Produttori
  • Pete Woodroffe - produttore, ingegnere del suono, missaggio
  • Def Leppard - produttori
  • Ger McDonnell - ingegnere, programmatore in Truth?
  • Matt Pakucko – assistente misaggio
  • Bob Ludwigmastering
  • Brad Buxer, Bobby Brooks – programmatori in Slang e Breathe a Sigh
  • Hugh Drumm – programmatore in Truth?
  • Jeff Murray – direzione artistica
  • Jager di Paola – disegno
  • Cynthia Levine, Jeff Rooney – fotografia

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica Posizione
Australia (ARIA Charts)[8][9] 11
Canada[10] 12
Finlandia[11] 13
Germania[12] 34
Norvegia[13] 25
Nuova Zelanda[14] 14
Regno Unito (UK Albums Chart)[15] 5
Stati Uniti (Billboard 200)[16] 14
Svezia[17] 5
Svizzera[18] 19

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ CRIA Certifications, Canadian Recording Industry Association. URL consultato il 24 giugno 2008.
  2. ^ BPI > Certified Awards Search, British Phonographic Industry. URL consultato il 7 marzo 2008.
  3. ^ RIAA Certifications, Recording Industry Association of America. URL consultato il 24 giugno 2008.
  4. ^ John Barron, Spin Control in Chicago Sun-Times, 2 giugno 1996, pp. 13.
  5. ^ Allmusic (Def Leppard charts and awards) Billboard albums.
  6. ^ Def Leppard chart stats.
  7. ^ a b Jerry Ewing, Def Leppard in Metal Hammer, giugno 1996, pp. 58–60.
  8. ^ Australian Album Chart, australian-charts.com. URL consultato il 24 giugno 2008.
  9. ^ ARIA Chart Report Archive, ARIA via Pandora Archive. URL consultato l'11 febbraio 2010.
  10. ^ Canadian Album Chart, RPM. URL consultato il 25 agosto 2008.
  11. ^ Finnish Album Chart, finnishcharts.com. URL consultato il 24 giugno 2008.
  12. ^ Chartverfolgung / Def Leppard / Longplay, musicline.de. URL consultato il 24 giugno 2008.
  13. ^ Norwegian Album Chart, norwegiancharts. URL consultato il 24 giugno 2008.
  14. ^ New Zealand Chart, charts.org.nz. URL consultato il 24 giugno 2008.
  15. ^ British Album/Single Chart, Chart Stats. URL consultato il 24 giugno 2008.
  16. ^ Artist Chart History - Def Leppard, Billboard. URL consultato il 19 febbraio 2008.
  17. ^ Swedish Album Chart, swedishcharts.com. URL consultato il 24 giugno 2008.
  18. ^ Swiss Album Chart, Die Offizielle Schweizer Hitparade. URL consultato il 24 giugno 2008.
Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock