Posti in piedi in paradiso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Posti in piedi in paradiso
Posti in piedi in paradiso.JPG
Uno screenshot dal film
Lingua originale Italiano
Paese di produzione Italia
Anno 2012
Durata 119 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Carlo Verdone
Soggetto Carlo Verdone, Pasquale Plastino, Maruska Albertazzi
Sceneggiatura Carlo Verdone, Pasquale Plastino, Maruska Albertazzi
Produttore Aurelio De Laurentiis, Luigi De Laurentiis
Distribuzione (Italia) Filmauro
Fotografia Danilo Desideri
Scenografia Luigi Marchione
Interpreti e personaggi

Posti in piedi in paradiso è un film del 2012 diretto, sceneggiato e interpretato da Carlo Verdone.

Il film ha ottenuto tre candidature ai David di Donatello 2012.[1]

Le riprese si sono svolte dal 13 giugno 2011 al 31 agosto dello stesso anno.[2]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Ulisse, Fulvio e Domenico sono tre stimati professionisti che, in seguito a sventurati eventi che pregiudicano drasticamente la loro vita professionale e personale, si ritrovano ad arrivare con difficoltà alla fine del mese. Ulisse vive nel retro del suo piccolo negozio di vintage musicale da quando la sua attività di produttore musicale è fallita e la sua giovane moglie Claire, ex cantante, si è trasferita a Parigi portando con sé la figlia Agnese.

Fulvio, ex critico cinematografico, è anche lui divorziato, dopo che la moglie Lorenza, afflitta da depressione post-partum, aveva scoperto la sua relazione sentimentale con la moglie del capo: perso il lavoro, comincia a lavorare per una rivista di cronaca rosa e trova domicilio presso un convitto di suore. Infine, Domenico, donnaiolo impenitente e giocatore compulsivo, agente immobiliare, risiede temporaneamente sulla barca di un amico mentre cerca di raccattare soldi come può per mantenere un numero imprecisato di famiglie.

I tre, dopo essersi incontrati per caso, decidono di avviare una convivenza e poter condividere così le spese di un appartamento. Quando, per uso smodato di Viagra, Domenico è colpito da un malore, nella loro vita fa irruzione anche Gloria, cardiologa ansiosa e ansiogena, dal passato complicato e con il cuore spezzato, che intreccia fin dall'inizio una tenera amicizia con Ulisse.

Citazioni[modifica | modifica wikitesto]

Nel film sono presenti molte citazioni dalla storia del cinema, eccone alcune:

Tra le numerose citazioni musicali compaiono quelle ai The Doors, ai Queen, a Festivalbar.

Viene fatta anche una citazione ad una nota serie televisiva:

  • quando Fulvio intervista la giovane attrice Gaia, interpretata da Nadir Caselli, dice chiaramente che lei è protagonista di una serie tv dal titolo "Ischia", chiaro riferimento alla fiction Capri.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Durante il film è possibile riconoscere, seppur diversamente arrangiato, il tema musicale di Perdiamoci di vista (1994), film dello stesso Verdone.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è uscito in sala il 2 marzo 2012, distribuito dalla Filmauro. Ha ottenuto un buon successo al botteghino, come dimostra l'incasso totale, che è stato di circa 9,3 milioni di euro.

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il trailer del film è stato diffuso online il 5 gennaio 2012.[3]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ CANDIDATURE PREMI DAVID 2011-2012, daviddidonatello.it. URL consultato il 13 aprile 2012.
  2. ^ Box office / incassi Posti in piedi in paradiso (2012), Internet Movie Database. URL consultato il 3 aprile 2013.
  3. ^ Ecco il trailer di Posti in piedi in Paradiso‏, il nuovo film di Carlo Verdone, ScreenWeek Blog.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema