Metropolitana di Washington

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Metropolitana di Washington
WMATA Metro Center crossvault 2009.jpg
Stazione Metro Center
Inaugurazione 1976
Gestore WMATA
Lunghezza 171 km
Tipo metropolitana pesante
Numero linee 5
Numero stazioni 86
Passeggeri
al giorno
all'anno

800.000
292.000.000
Mappa del tracciato

La metropolitana di Washington (in inglese Washington Metrorail, ma più comunemente chiamata Metro) è il sistema di trasporto pubblico principale del territorio di Washington D.C. e delle aree suburbane.

La rete è gestita dalla Washington Metropolitan Area Transit Authority (WMATA). La metropolitana connette la città di Washington D.C. con le contee di Montgomery e Prince George, nel Maryland, mentre in Virginia si estende sul territorio delle Contee di Fairfax e Arlington, oltre a toccare la città di Alexandria. Dalla sua apertura, nel 1976, la rete Metrorail è cresciuta fino a comprendere 5 linee con 86 stazioni per una lunghezza complessiva di 171,1 km (106,3 miglia). Negli USA, la metropolitana di Washington è al secondo posto come numero di passeggeri trasportati, dopo la metropolitana di New York. Nel 2008 ci sono stati 215.300.000 passeggeri con una media di 727.684 passeggeri al giorno. Le tariffe dei biglietti variano a seconda della distanza coperta e dell’orario della corsa.

La metropolitana fu progettata dall’architetto Harry Weese di Chicago con l’uso di cemento a vista che forma motivi decorativi geometrici. La metro è considerata un esempio di design brutalista, tipico del tardo XX Secolo. Il design delle volte delle stazioni è stato classificato al 106esimo posto della lista America’s Favorite Architecture, compilata dall’American Institute of Architects; il sistema segnaletico venne progettato da Massimo Vignelli e Peter Van Delft dello studio Unimark International[1].

Storia[modifica | modifica sorgente]

Negli anni ’60 si prevedeva la costruzione di un articolato sistema di autostrade urbane a Washington, ma una parte dell’opinione pubblica era di opinione contraria. L’opposizione al questo progetto crebbe, anche se Harland Bartholomew, che presiedeva la commissione di pianificazione territoriale per il District of Columbia giudicava che una rete di metropolitana sarebbe stata inutile per un territorio a bassa densità abitativa come quello di Washington. Alla fine si trovò un accordo per il quale la città sarebbe stata circondata da un anello di tangenziali, mentre furono previste delle linee di trasporto su ferro radiali. Nel 1966 fu creata la WMATA alla quale furono conferiti pieni poteri di pianificazione. Nel 1968, la WMATA approvò un piano di costruzione per un sistema regionale di 158 km (98 miglia). La costruzione della metropolitana cominciò il 9 dicembre 1969, finanziata con denaro stanziato dal Congresso tramite il National Capital Transportation Act. Il sistema fu ufficialmente inaugurato il 27 marzo 1976. In quel momento erano stati costruiti sette chilometri della Linea Rossa con cinque stazioni, tutte all’interno del District of Columbia. Arlington County, in Virginia, fu raggiunta il 1 luglio 1976; Montgomery County, nel Maryland, fu raggiunta il 6 febbraio 1978. La Linea Rossa (Red Line) giunse alla sua massima estensione il 17 dicembre 1983, raggiungendo Fairfax County e la città di Alexandria, in Virginia. Il sistema arrivò a 166 km (103 miglia) con 83 stazioni quando fu completata l’apertura della Linea Verde (Green Line), il 13 gennaio 2001. Questo però non ha significato la fine dell’espansione della rete. Un’estensione di 5,18 km (3,22 miglia) è stata completata sulla Linea Blu (Blue Line) il 18 dicembre 2004, mentre si progetta l’estensione della Linea Rossa fino all’aeroporto Dulles.

La rete Metrorail[modifica | modifica sorgente]

Dalla sua inaugurazione nel 1976, la metropolitana di Washington è arrivata a disporre di cinque linee con 86 stazioni per una lunghezza totale di 171,1 km (106,3 miglia). La rete è progettata secondo un modello hub and spoke, con linee che connettono il centro di Washington con i sobborghi periferici. Le linee sono identificate da colori. In ordine di inaugurazione sono: Red Line (Linea Rossa, aperta nel 1976), Blue Line (Linea Blu, aperta nel 1977), Orange Line (Linea Arancio, aperta nel 1978), Yellow Line (Linea Gialla, aperta nel 1983), Green Line (Linea Verde, aperta nel 1991). Un’altra linea è attualmente in via di costruzione, la Silver Line (Linea Argento). Attualmente nel territorio del District of Columbia ci sono 40 stazioni, mentre 14 sono nella Prince George’s County, 12 nella Montgomery County, 11 nell’Arlington County, 6 nella Fairfax County e 3 nella città di Alexandria. Quando la Silver Line sarà completata, altre 11 stazioni saranno aggiunte al sistema, 8 delle quali nella Fairfax County e altre 3 nella Loudoun County. Nel tracciato generale, circa 80 km (60 miglia) di metropolitana sono sotterranei, insieme a 47 delle 86 stazioni. La maggior parte del tracciato sotterraneo si trova nell’area urbana del District of Columbia che è più densamente popolata. I binari corrono in superficie per circa 74 km (46 miglia) e sono sopraelevati per altri 14 km (9 miglia). La stazione più profonda della rete è Forest Glen, sulla Linea Rossa, situata 60 metri (196 piedi) sotto il piano stradale. Non ci sono scale mobili, ma solo ascensori ad alta velocità che impiegano venti secondi a portare i passeggeri dalle banchine al piano stradale. La stazione di Wheaton, successiva a quella di Forest Glen, ha la seconda più lunga scala mobile del mondo, la cui rampa misura 70 metri (230 piedi).

Il sistema Metrorail non fa perno su una stazione in particolare, ma la stazione Metro Center, situata all’intersezione delle linee Rossa, Arancio e Blu, è la più affollata dell’intera rete. All’interno di questa stazione sono situati anche gli uffici vendite della WMATA. Altre stazioni principali sono Gallery Place-Chinatown,che connette la linea Rossa, Verde e Gialla; L’Enfant Plaza che connette Arancio, Blu, Verde e Gialla; Union Station, Farragut North e Farragut West. Per cercare di minimizzare il problema del grande volume di passeggeri nelle stazioni di scambio, Metrorail sta studiando la possibilità di costruire connessioni pedonali fra le stazioni. Per esempio è stato progettato un passaggio lungo 230 metri (750 piedi) fra la stazione di Metro Center e quella di Gallery Place, che consentirebbe ai passeggeri di compiere una serie di cambi fra linee senza usare la Red Line.

Materiale rotabile[modifica | modifica sorgente]

La flotta Metrorail consiste di 1140 carrozze da 23 metri (75 piedi). I treni viaggiano a una velocità massima di 95 km/h (59 miglia/h), ma la loro media, incluse le fermate, è di circa 53 km/h (33 miglia/h). Le carrozze dei treni sono accoppiate con numeri consecutivi pari-dispari. Ogni coppia di vagoni condivide gli impianti. Al momento della costruzione furono ordinate 300 carrozze (296 delle quali ancora operative nel marzo 2006) alla Lohr Industries che completò la fornitura nel 1978. Queste carrozze recano i numeri da 1000 a 1299 e sono state revisionate completamente a metà anni ’90. La seconda fornitura di carrozze fu effettuata dalla Breda Costruzioni Ferroviarie, fra il 1983 e il 1984, e consta di 76 carrozze, numerate da 2000 a 2075. Un terzo ordinativo di 288 carrozze, sempre della Breda, fu consegnato fra il 1984 e il 1988. Le carrozze sono numerate da 3000 a 3291. Fra il 1991 e il 1994, la Breda fornì altre 100 carrozze, la cui numerazione va da 4000 a 4099. Una consegna di materiale rotabile fu effettuata dalla spagnola Construcciones y Auxiliar de Ferrocarriles. La fornitura consta di 192 carrozze, numerate da 5000 a 5191, consegnate fra il 2001 e il 2004. Il sesto ordine di 184 carrozze è della Alstom Transportation, la consegna è avvenuta fra il 2005 e il 2007.

Futura espansione della rete[modifica | modifica sorgente]

La WMATA si aspetta una crescita del numero di passeggeri che raggiunga circa un milione al giorno entro il 2030. Per questo motivo sta pianificando di accrescere la capacità dei vagoni e di aggiungere altre 220 carrozze al sistema, per alleviare la congestione nei punti nevralgici. La crescita della popolazione nella regione ha anche spinto la società di gestione a estendere il servizio, costruendo nuove stazioni e linee.

La più importante espansione progettata da Metrorail è la Silver Line (Linea Argento). Si tratta di un’estensione di 37 km (23 miglia) della Orange Line, al’interno della Loudoun County, in Virginia, che tocca anche l’aeroporto internazionale di Washington-Dulles. L’idea di portare il servizio di metropolitana all’aeroporto Dulles è infatti in discussione sin dal 1976. La proposta formale di costruzione della Silver Line è stata presentata nel 2002, ed approvata dalla Federal Transit Administration nel 2004. Dopo alcuni ritardi, i fondi per la costruzione della linea sono stati stanziati nel dicembre 2008. La linea sarà costruita in due tempi. Il primo segmento da Wiehle Avenue a Reston, in Virginia, dovrebbe aprire entro il 2013. La parte finale, lungo la Virginia Route 772, attraverso l’aeroporto Dulles, sarebbe pronta entro il 2015.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Segnaletica, Unimark International in Casabella, anno XXXIII, 339/340, agosto-settembre 1969, pp. 56-57.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]