Scala mobile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il sistema di adeguamento automatico degli stipendi all'inflazione, vedi Scala mobile (economia).
Scale mobili in Giappone
una scala mobile all'aperto a Barcellona

Una scala mobile è un trasportatore-elevatore adatto al trasporto di persone.

Utilizzata come trasporto pubblico urbano è definita sistema ettometrico.

Cenni storici[modifica | modifica sorgente]

L'idea fu brevettata dal suo inventore, l'americano Jesse W. Reno, il 15 marzo 1892.

La scala, basata su un principio simile a quello del nastro trasportatore, aveva dei gradini in legno. Scale mobili con gradini in legno rimasero largamente in uso in Inghilterra, fino al momento in cui l'incendio alla stazione della metropolitana di King's Cross St. Pancras (1987) ne mise a nudo i problemi di sicurezza.

Il termine "escalator" è un marchio depositato da Otis Elevator Company[senza fonte], una società leader nel mondo per la produzione di ascensori e scale mobili, ma questo vocabolo è oramai diventato di uso comune nei paesi anglosassoni.

Composizione[modifica | modifica sorgente]

È costituito da una scala i cui gradini mobili sono trascinati meccanicamente rimanendo tuttavia orizzontali. Questo apparecchio è spesso munito di una rampa mobile che avanza alla stessa velocità dei gradini. Il meccanismo, simile a quello di un marciapiede mobile, è costituito da gradini articolati, generalmente metallici, che si spostano più o meno rapidamente verso l'alto o verso il basso. Per facilitare l'entrata e l'uscita dalla scala, le estremità sono allineate col terreno, questo comporta la caratteristica forma ad "S" un po' stirata. Solitamente, accanto alla scala vi è un corrimano, anch'esso mobile, ricoperto in gomma antiscivolo, che si sposta alla stessa velocità dei gradini. Le scale mobili, in Europa, devono conformarsi alla norma europea EN 115, di recente revisionata.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

ingegneria Portale Ingegneria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ingegneria