Madonna Esterhazy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Madonna Esterhazy
Madonna Esterhazy
Autore Raffaello Sanzio
Data 1508
Tecnica olio su tela
Dimensioni 29 cm × 21,5 cm 
Ubicazione Szépművészeti Múzeum, Budapest

La Madonna Esterhazy è un dipinto a olio su tavola (29x21,5 cm) di Raffaello Sanzio, databile al 1508 e conservato nello Szépművészeti Múzeum di Budapest.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Un biglietto sul retro ricorda come l'opera venne donata da Clemente XI all'imperatrice Elisabetta Cristina di Brunswick-Wolfenbuttel. In un momento sconosciuto tra il 1721 e 1812, il dipinto passò alla famiglia Esterhazy.

L'opera venne trafugata la notte del 5 novembre 1983, insieme ad altre opere di Raffaello, Giorgione, del Tintoretto e del Tiepolo: tutte le opere, compresa la Madonna Esterhazy, vennero recuperate dai Carabinieri italiani in un convento greco abbandonato, nella località di Eghjon.

Descrizione e stile[modifica | modifica wikitesto]

L'opera ritrae la Madonna a figura intera col Bambino poggiato su una roccia, mentre si sporge verso san Giovanni Battista fanciullo, a sinistra, intento a decifrare il messaggio su un cartiglio, sullo sfondo di un paesaggio. La presenza di rovine romane nello sfondo, che ricordano il Tempio di Vespasiano nel Foro Romano, non presenti nel disegno preparatorio al Gabinetto dei Disegni e delle Stampe degli Uffizi, ha fatto pensare che l'opera venne pensata a Firenze ed eseguita imemdiatamente dopo l'arrivo del pittore a Roma.

Lo stato di conservazione precario ha fatto pensare anche a un'opera incompiuta (Berenson).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Pierluigi De Vecchi, Raffaello, Rizzoli, Milano 1975.
  • Paolo Franzese, Raffaello, Mondadori Arte, Milano 2008. ISBN 978-88-370-6437-2
  • Comando Carabinieri - TPC, Anno Operativo 2001, Edizioni De Luca, Roma 2001

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

pittura Portale Pittura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pittura