Laguz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Laguz
Nome Proto-germanico Antico inglese Antico norreno
*Laguz / *Laukaz Lagu Logr / Lögr
Significato lago, porro oceano, mare acqua, cascata
Forma Fuþark antico Fuþorc Fuþark recente
Runic letter laukaz.svg
Unicode
U+16DA
Traslitterazione l
Trascrizione l
IPA [l]
Ordine alfab. 21 13

*Laguz (in italiano "acqua" o "lago"), o *Laukaz (in italiano "porro"), è il nome proto-germanico ricostruito della runa del Fuþark antico l (carattere Unicode ᛚ). Tale runa compare anche nel Fuþorc anglosassone e frisone con il nome di Lagu ("oceano") e nel Fuþark recente con il nome di Lögr (norreno islandese, "cascata") o Logr (norreno norvegese, "acqua").

La runa è identica nella forma alla lettera l dell'alfabeto retico. Il nome della corrispondente lettera dell'alfabeto gotico (Gothic l.svg, 𐌻) è lagus.

Dei due nomi della runa in proto-germanico, *laguz deriva direttamente da quello dei corrispondenti termini in antico inglese ed antico norreno, presenti nei poemi runici. Il termine *laukaz (che significa "porro") è stato invece ricavato dalle iscrizioni più antiche, in cui è stato ipotizzato che tale runa abbreviasse appunto la parola *laukaz, simbolo di fertilità (come sulla fibula di Bülach).

Poemi runici[modifica | modifica wikitesto]

La runa laguz è nominata in tutti e tre i poemi runici; in quelli norvegese ed islandese è chiamata lögr, mentre in quello anglosassone viene chiamata lagu.

Poema runico:[1] Traduzione:

Antico norvegese
ᛚ Lögr er, fællr ór fjalle foss;
en gull ero nosser.


Una cascata è un fiume che cade dal fianco di una montagna;
ma gli ornamenti sono d'oro.

Antico islandese
ᛚ Lögr er vellanda vatn
ok viðr ketill
ok glömmungr grund.
lacus lofðungr.


L'acqua è corrente vorticosa
ed un grande geyser
e la terra del pesce.

Antico inglese
ᛚ Lagu byþ leodum langsum geþuht,
gif hi sculun neþan on nacan tealtum
and hi sæyþa swyþe bregaþ
and se brimhengest bridles ne gym[eð].


L'oceano sembra infinito agli uomini,
se vi si avventurano sulla barca rollante
e le onde del mare li atterriscono
e il destriero del mare non bada alle sue briglie.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Poemi originali e traduzioni inglesi sono disponibili qui.