L'uomo nel mirino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'uomo nel mirino
Uomo nel mirino, L'.jpg
Una scena del film
Titolo originale The Gauntlet
Paese di produzione USA
Anno 1977
Durata 109 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere poliziesco
Regia Clint Eastwood
Soggetto Michael Butler, Dennis Shryack
Sceneggiatura Michael Butler, Dennis Shryack
Produttore Robert Daley
Fotografia Redford Zetz
Montaggio Joel Cox
Effetti speciali Chuck Gaspar
Musiche Jerry Fielding
Scenografia Allen E. Smith
Costumi Glenn Wright
Trucco Lorraine Roberson, Don Schoenfeld
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

L'uomo nel mirino (The Gauntlet) è un film del 1977 diretto e interpretato da Clint Eastwood.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Phoenix, Arizona, l'agente Ben Shockley riceve dal Capo della polizia Blakelock l'incarico, apparentemente semplice, di recarsi a Las Vegas allo scopo di trasferire un testimone di un processo senza importanza in città; all'arrivo in Nevada scopre che il testimone è una ragazza: Gus Mally, una giovane prostituta che lo avverte che c'è chi farà di tutto per evitare che lei arrivi a Phoenix e, prima che i documenti per l'estradizione siano pronti, lo invita a recarsi in una delle tante sale per le scommesse della città al fine di conoscere la quota a cui viene data nella sesta corsa di Santa Anita la cavalla "Mally No Show".

Ben per pura curiosità si informa e viene a sapere che Mally No Show è data 50 a 1 e dall'apertura del mattino non ha fatto altro che salire ma, non prestando attenzione alla cosa, si reca all'aeroporto insieme alla ragazza dove subiscono un attentato al quale scampano fortunosamente. I due scappano e si recano a casa di Gus e Ben telefona al Capo della polizia chiedendo una scorta ma dopo poco un grande numero di poliziotti circonda la casa demolendola a fucilate e ancora una volta i due scampano alla morte fuggendo attraverso il canale di scolo dell'abitazione che sfocia al di la dell'accerchiamento delle forze dell'ordine.

L'agente inizia a sospettare sia della natura del procedimento nel quale la ragazza deve comparire che di una possibile fuga di notizie e decide, sotto la minaccia della pistola, di sequestrare un poliziotto per recarsi al confine utilizzando la sua macchina; durante la marcia si ferma a una cabina telefonica e chiama nuovamente il Capo della polizia chiedendo una pattuglia che lo riceva appena arrivato in Arizona ma viene messo in allarme da Gus, la quale solleva l'ipotesi che la persona a cui telefona sia implicata negli attentati che stanno subendo; Ben si dimostra scettico ma decide di lasciare l'auto e nascondersi per verificare l'"accoglienza" dei colleghi provenienti da Phoenix e purtroppo i sospetti di Gus si dimostrano fondati e l'auto viene crivellata di proiettili.

Durante la notte passata in una grotta Ben riesce finalmente a sapere che il processo in cui Gus deve testimoniare è un procedimento che vede collusa la mafia con la polizia e che lei è coinvolta proprio perché ha avuto un rapporto sessuale con Blakelock; al mattino i due "rubano" una moto a una banda di bikers ma vengono inseguiti da un elicottero da dove un uomo tenta di colpirli con un fucile. Ancora una volta i due scampano al pericolo e salgono su di un treno dove però trovano i bikers a cui avevano rubato la moto e Ben viene violentemente picchiato ma, grazie all'aiuto di Gus che "distrae" gli uomini, riesce a liberarsi e a gettare i tre (due uomini e una donna) fuori dal vagone.

Arrivati a una cittadina a metà strada da Phoenix si recano in un motel e scoprono di essersi innamorati; Gus chiama un suo amico bookmaker e viene a sapere che la quota per Mally No Show è arrivata a 100 a 1 e gli chiede di puntarci sopra 5 mila dollari, tutti i suoi risparmi, mentre Ben chiama il suo amico e collega Josephson e lo informa che arriverà alla sede del Tribunale insieme al testimone su di un autobus, fornendogli il percorso e dicendogli che lo dovrà comunicare al Procuratore Feyderspiel, anche lui colluso con Blakelock, al fine di evitare che nella probabile sparatoria qualche passante venga colpito.

Ben e Gus "blindano" l'autobus con delle piastre di acciaio e si dirigono verso la città dove le forze dell'ordine sono già state messe in allarme e dislocate lungo il percorso; Josephson va incontro all'amico e gli chiede di rinunciare ma un cecchino lo colpisce uccidendolo mentre Ben viene ferito a una gamba. La marcia riprende e l'autobus lungo la strada viene colpito da ogni parte da decine di poliziotti fino a terminare la sua corsa, ormai semi distrutto, sulle scale del Palazzo di Giustizia dove però, una volta che i due sono scesi, i poliziotti si rifiutano di sparare al collega vedendo che non costituiscono una reale minaccia e Blakelock, ormai fuori controllo, scende in strada sparando a Ben ferendolo nuovamente, venendo però ucciso da Gus e a quel punto i due riescono a dirigersi all'interno del Palazzo per permettere la deposizione della testimone.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Il Guinness dei primati segnala un record per questo film, quello del maggior numero di proiettili sparati in una sola pellicola, addirittura 10.000.
  • Il manifesto per il film venne realizzato su espressa richiesta di Eastwood da Frank Frazetta, illustratore e disegnatore italoamericano famoso per aver creato negli anni sessanta il look "moderno" di Conan il Barbaro.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema