Joel Cox

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Statuetta dell'Oscar Oscar al miglior montaggio 1993

Joel Cox (1941) è un montatore statunitense.

Vincitore dell'Oscar per il miglior montaggio nel 1993 per Gli spietati, è uno dei più fedeli collaboratori del regista Clint Eastwood, con cui ha collaborato in oltre 30 film fin dal 1976.

Biografia e carriera[modifica | modifica wikitesto]

Inizia con una parte come attore bambino nel film Prigionieri del passato, e inizia a lavorare per la Warner Bros. fin dal 1961[1]. Il primo film che lo vede assistente al montaggio è il cult di Sam Peckinpah Il mucchio selvaggio del 1969.

Dopo aver montato Cielo di piombo, ispettore Callaghan con Eastwood attore protagonista nel 1976, inizia la proficua collaborazione col regista (che affiancherà praticamente per tutta la sua carriera fino ai giorni nostri e che monopolizza la stessa carriera di Cox) a partire da L'uomo nel mirino (1976). Oltre all'Oscar del 1993, è candidato anche nel 2005 (battuto da Thelma Schoonmaker che ottiene la statuetta per The Aviator di Martin Scorsese).

La sua attività come montatore è quasi interamente associata ai film di Eastwood: tra le poche prove al montaggio di altri registi anche Marlowe, il poliziotto privato, del 1975.

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Intervento alla Santa Clara University - 15-05-2005. Consultato il 25-11-2009.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 161373597 LCCN: no2006037764