Joey Barton

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Joseph Anthony Barton
Barton-Marseille.jpg
Barton con la maglia del Marsiglia nel 2013.
Dati biografici
Nome Joseph Anthony "Gipsy" Barton
Nazionalità Inghilterra Inghilterra
Altezza 171[1] cm
Peso 70[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Squadra QPR QPR
Carriera
Giovanili

1997-2002
Everton Everton
Manchester City Manchester City
Squadre di club1
2002-2007 Manchester City Manchester City 130 (15)
2007-2011 Newcastle Newcastle 81 (7)
2011-2012 QPR QPR 23 (2)
2012-2013 O. Marsiglia O. Marsiglia 25 (0)
2013- QPR QPR 45 (3)[2]
Nazionale
2003
2007
Inghilterra Inghilterra U-21
Inghilterra Inghilterra
2 (1)
1 (0)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 15 dicembre 2014

Joey Barton (Liverpool, 2 settembre 1982) è un calciatore inglese, centrocampista del QPR.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Proveniente da Huyton - agglomerato urbano vicino Liverpool - cresce insieme al padre e alla nonna, che in seguito ringrazierà per averlo fatto crescere e tenuto lontano dalle droghe.[3] Dopo il diploma, nonostante fosse una promessa del rugby, decide di scegliere la via del calcio.[4]

Il fratello Michael è stato arrestato per esser stato coinvolto nell'omicidio a sfondo razzista dello studente Anthony Walker, nel 2005.[5] Verrà poi condannato a 18 anni di carcere.[3]

In passato ha frequentato un centro di riabilitazione per risolvere i problemi legati all'alcolismo.[6]

Porta avanti da tempo una campagna contro l'omofobia, soprannominata Rainbow laces. Consiste nel mettere dei lacci color arcobaleno alle scarpette da calcio.[3]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Incontrista, in possesso di una buona[4][7] tecnica, è in grado di impostare rapidamente[4] l'azione. Spesso schierato come mediano, è abile nel contrastare gli avversari e nel recuperare palloni.[8][9]

Giocatore dal temperamento aggressivo[10], in carriera si è spesso reso soggetto di atti di violenza che lo hanno portato a numerose squalifiche.[11][12]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Inizi[modifica | modifica wikitesto]

Muove i suoi primi passi nel settore giovanile dell'Everton.[4] Successivamente svolge un provino per il Nottingham Forest. Il provino darà esito negativo.[13]

Joey Barton con la maglia dei Citizens

In seguito passa al Manchester City. Esordisce con i Citiziens il 5 aprile 2003 contro il Bolton.[14] Avrebbe dovuto esordire in prima squadra il 23 novembre 2002 nel corso della ripresa di Manchester City-Middlesbrough, ma il giocatore perde la maglietta - lasciata sulla panchina - nel corso dell'intervallo, rimandando l'esordio.[15]

Il 18 aprile segna la sua prima rete tra i professionisti.[16] Termina l'annata con 7 presenze e 1 rete.

Con i Citiziens ha modo di esordire in Coppa UEFA. L'esordio è datato 14 agosto 2003, contro il TNS, società gallese.[17]

In seguito all'aggressione a Ousmane Dabo[18], il City decide di cederlo.

Newcastle[modifica | modifica wikitesto]

Voluto fortemente dal tecnico Sam Allardyce , il 14 giugno 2007 passa al Newcastle. L'esborso effettuato dai Magpies è stato di 5,8 milioni di sterline.[19] Nel corso del ritiro estivo riporta la frattura del quinto metatarso del piede sinistro, rimanendo fermo sei settimane.[20] Esordisce con i bianconeri il 22 ottobre contro il Tottenham (vittoria per 3-1), subentrando al 26' della ripresa al posto di Emre Belözoğlu.[21]

Barton mentre si appresta a battere un calcio d'angolo con la maglia del Newcastle

Rilasciato dopo una condanna per aggressione, rientra in campo a fine gennaio contro l'Arsenal.[22]

Il 17 novembre 2008 si infortuna al ginocchio contro il Wigan, rompendosi i legamenti.[23] Il 5 maggio 2009 viene sospeso dalla società in seguito ad un dissidio con il tecnico Alan Shearer, causato da un'entrata ai danni di Xabi Alonso, che causa l'espulsione del britannico.[24]

L'11 novembre 2010 viene squalificato per tre giornate dal giudice sportivo "per aver colpito - al minuto 47' - violentemente al petto Morten Pedersen", giocatore del Blackburn.[25]

QPR[modifica | modifica wikitesto]

Il 26 agosto 2011 firma un contratto quadriennale con il QPR.[26] Nominato capitano[27] della squadra, esordisce con gli Hoops da titolare il 12 settembre in QPR-Newcastle.[28] L'incontro terminerà 0-0. La settimana successiva segna una rete nello 0-3 imposto ai danni del Wolverhampton.[29]

Il 23 maggio 2012 viene squalificato per dodici[30] giornate dalla Football Association. L'episodio è avvenuto il 12 maggio in Manchester City-QPR. Incontro nel quale il giocatore viene espulso al 55' per aver rifilato una gomitata Tévez a palla lontana. Questo gesto gli costa 4 giornate di squalifica. Fuori dalla giurisdizione dell'arbitro si rende autore di doppia condotta violenta ai danni di Agüero e Kompany, che gli costano altre otto giornate di squalifica.[31]

Questo gesto gli costa - oltre alla detrazione dello stipendio per sei settimane[32] - la revoca della fascia da capitano.[33]

Il prestito al Marsiglia[modifica | modifica wikitesto]

Il 1° settembre 2012 passa all'Olympique Marsiglia in uno scambio di prestiti che porta Stéphane M'Bia al QPR.[34] Esordisce con i francesi il 22 settembre contro il Fenerbahçe, incontro valido per la fase a gironi di UEFA Europa League.[35]

Ancora sotto squalifica[36] dalla precedente stagione, non ha modo di esordire in campionato fino novembre. Esordisce in Ligue 1 il 25 novembre contro il Lilla. Viene sostituito al 74' da Loïc Rémy.[37]

Nel corso della stagione segna una sola rete, direttamente da calcio d'angolo contro il Borussia Mönchengladbach.[38] Termina l'annata con 33 presenze e una rete.

Il ritorno al QPR[modifica | modifica wikitesto]

Voluto dal tecnico Harry Redknapp[39][40], viene confermato dal QPR, retrocesso in Championship. Con i londinesi disputa un'ottima[41] stagione, culminata - con il successo sul Derby County nella finale play-off - con il ritorno in Premier League.[42]

Dalla stagione successiva torna a essere capitano degli Hoops.[43]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

L'ottima[4] stagione con il Manchester City gli vale la convocazione nell'Under-21[4] per gli incontri di qualificazione all'Europeo Under-21 in Germania. Prende parte a due incontri, contro Macedonia e il Portogallo. Mette tra l'altro a segno una rete contro i lusitani.

Il 2 febbraio 2007 viene incluso dal tecnico Steve McClaren tra i convocati che prenderanno parte all'amichevole contro la Spagna.[44] Esordisce quindi in Nazionale 5 giorni dopo, subentrando a Steven Gerrard al 33' della seconda metà di gioco. La partita verrà vinta dalle Furie Rosse per 1-0.[45] Sarà la sua unica presenza con la maglia della nazionale.

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

« Per 32 anni ho cercato di capire chi ero e perché, e questo mi ha portato anche in carcere. Ho usato tanta di quest'energia oscura che mi porto dentro per fare di me stesso un calciatore, se fossi stato una persona equilibrata non sarei mai diventato un atleta di alto livello. »
(Joey Barton, 30 settembre 2014.[46])

Barton non si è contraddistinto solo per le capacità tecniche e sportive, ma anche per il suo comportamento al di fuori delle regole, nonché per il carattere a volte particolarmente violento.[7] Nel 2004, nel corso di una cena con la squadra - ai tempi il giocatore militava al Manchester City - spegne una sigaretta nell'occhio di Jamie Tandy, un giocatore del settore giovanile. Verrà multato dalla società con una multa di 60.000 sterline.[12]

Nel luglio 2005 viene rispedito a casa dalla società dal ritiro in Thailandia per aver aggredito un quindicenne tifoso dell'Everton. Questo episodio gli costerà una multa di 120.000 sterline.[47] Il 13 marzo 2007 viene accusato di aggressione e danni a proprietà altrui nei confronti di un tassista di Liverpool.[48]

Qualche mese dopo aggredisce il compagno di squadra Ousmane Dabo, causandogli il distaccamento della retina. Il calciatore viene condannato a 4 mesi di carcere e 200 ore di servizi sociali.[18]

Il 27 dicembre 2007 viene condannato a 77 giorni di detenzione per aggressione.[4]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 15 dicembre 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Cpmp Pres Reti Pres Reti
2002-2003 Inghilterra Manchester City PL 7 1 FACup+CdL 0+0 0 - - - - - - 7 1
2003-2004 PL 28 1 FACup+CdL 4+2 0 CU 5 0 - - - 39 1
2004-2005 PL 31 1 FACup+CdL 1+1 0+1 - - - - - - 33 2
2005-2006 PL 31 6 FACup+CdL 5+0 0 - - - - - - 36 6
2006-2007 PL 33 6 FACup+CdL 4+1 1+0 - - - - - - 38 7
Totale Manchester City 130 15 18 2 5 0 - - 153 17
2007-2008 Inghilterra Newcastle PL 23 1 FACup+CdL 0+0 0 - - - - - - 23 1
2008-2009 PL 9 1 FACup+CdL 0+0 0 - - - - - - 9 1
2009-2010 FLC 15 1 FACup+CdL 0+0 0 - - - - - - 15 1
2010-2011 PL 32 4 FACup+CdL 1+2 1+0 - - - - - - 35 5
ago. 2011 PL 2 0 FACup+CdL - - - - - - - - 2 0
Totale Newcastle 81 7 3 1 - - - - 84 8
ago. 2011-2012 Inghilterra QPR PL 31 3 FACup+CdL 1+0 0 - - - - - - 32 3
2012-2013 Francia O. Marsiglia L1 25 0 CF+CdL 3+0 0 UEL 5 1 - - - 33 1
2013-2014 Inghilterra QPR FLC 34+3[49] 3 FACup+CdL 1+1 0 - - - - - - 39 3
2014-2015 PL 11 0 FACup+CdL 0 0 - - - - - - 11 0
Totale QPR 76+3 6 3 0 - - - - 82 6
Totale carriera 312+3 28 27 3 10 1 - - 352 32

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Inghilterra Inghilterra
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
7-2-2007 Manchester Inghilterra Inghilterra 0 – 1 Spagna Spagna Amichevole - Ingresso al 78’ 78’
Totale Presenze 1 Reti 0

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Player profile:Joey Barton, premierleague.com. URL consultato il 26 luglio 2011.
  2. ^ 48 (3) se si comprendono i play-off.
  3. ^ a b c Vorrei essere Joey Barton.
  4. ^ a b c d e f g Joseph Anthony “Joey” Barton.
  5. ^ (EN) Mark Oliver, Cousins jailed for racist axe murder (Londra), Guardian Unlimited, 1º dicembre 2005. URL consultato il 5 giugno 2007.
  6. ^ Barton va in riabilitazione nella clinica di Tony Adams.
  7. ^ a b Joey Barton, il Bad Boy che non ti aspetti.
  8. ^ JOSEPH ANTHONY BARTON: A WORKING CLASS ANTI-HERO.
  9. ^ JOEY BARTON, IL RE DEI “BAD BOYS” di Alessandro Antoniacci.
  10. ^ Curiosità: Joey Barton prof. di filosofia ad Oxford.
  11. ^ Lo strano caso di Joey Barton.
  12. ^ a b JOEY BARTON: “WHY ALWAYS YOU?”.
  13. ^ (EN) James Pearson, Barton reveals Forest rejection, Sky Sports, 14 settembre 2003. URL consultato il 1º agosto 2007.
  14. ^ (EN) Chris Bailey, "Barton lifts City's gloom", Manchester Evening News, 7 April 2003, accessed 1 December 2011
  15. ^ (EN) Things get shirty for City starlet.
  16. ^ Tottenham-Manchester City 0-2.
  17. ^ (FR) Manchester City-The New Saints 5-0.
  18. ^ a b Joey Barton, a good one.
  19. ^ (EN) Barton completes move to Magpies, bbc.co.uk, 14 giugno 2007. URL consultato il 26 luglio 2011.
  20. ^ (EN) Magpies confirm Barton blow.
  21. ^ Newcastle - Tottenham 3-1.
  22. ^ Arsenal - Newcastle 3-0.
  23. ^ Il Newcastle perde Barton per due mesi.
  24. ^ Newcastle, sospeso Joey Barton per entrata killer.
  25. ^ Newcastle: Barton squalificato per tre giornate.
  26. ^ UFFICIALE: Qpr, preso Barton dal Newcastle.
  27. ^ Barton ha visto la luce: “Mi farò prete dopo il calcio”.
  28. ^ QPR - Newcastle 0-0.
  29. ^ Wolverhampton - QPR 0-3.
  30. ^ Calcio: FA stanga Barton, 12 giornate di stop per capitano Qpr.
  31. ^ Barton, la follia costa cara Squalificato dodici giornate.
  32. ^ Barton 'degradato' dal Qpr "Merito la pena ricevuta".
  33. ^ CALCIO, PREMIER; QPR: TOLTA FASCIA DI CAPITANO A BARTON.
  34. ^ UFFICIALE: Olympique Marsiglia, Barton arriva in prestito per un anno.
  35. ^ Fenerbahce - Marsiglia 2-2.
  36. ^ Barton: «Al Marsiglia a vita». Ma la squalifica non è ancora terminata.
  37. ^ Marsiglia - Lilla 1-0.
  38. ^ VIDEO - Barton show, gol da corner in EL.
  39. ^ QPR, Barton vuole 3.5 milioni per rescindere.
  40. ^ (EN) Harry Redknapp hails QPR bad boy Joey Barton.
  41. ^ Presentazione Premier 2014-15.
  42. ^ Inghilterra, il QPR batte il Derby County e torna in Premier League.
  43. ^ (EN) JOEY BARTON PROUD TO CAPTAIN QPR BUT INSISTS THERE ARE A HOST OF SKIPPERS ON THE PITCH.
  44. ^ (EN) Barton wins first England call-up, bbc.co.uk, 2 febbraio 2007. URL consultato il 26 luglio 2011.
  45. ^ (EN) England 0-1 Spain.
  46. ^ QPR, Barton: "Avevo tanta oscurità dentro di me, ora sono cresciuto", 30 settembre 2014.
  47. ^ Barton ne ha combinata un'altra.
  48. ^ Manchester City, arrestato Joey Barton.
  49. ^ Play-off.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (DEENIT) Joey Barton in Transfermarkt.it, Transfermarkt GmbH & Co. KG.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]